1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. bertocci1

    bertocci1 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    posso vendere un'appartamento con impianti non a norma (specificandolo nel rogito ) ? grazie
     
  2. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
  3. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    certo che puoi...basta che non hai firmato proposte impegnative preliminare dove indichi che lo sono o li metterai alla data del rogito,a norma.
    viceversa il notaio indichera' in atto che la parte acquirente e' consapevole che l'impiantitistica non e' a norma .
     
  4. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Fallo presente subito al tuo acquirente, eviterai spiacevoli discussioni perchè in seguito alla vendita dovrà essere lui a metterli a norma. Fagli un piccolo sconto sul prezzo e il gioco è fatto :p
    Catia ;)
     
  5. jrogin

    jrogin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Quoto in toto gli interventi dei colleghi. :stretta_di_mano: :stretta_di_mano:
     
  6. consim2002

    consim2002 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ....ma cosa dite tutti quanti (escluso antonioPT e andreaboschini)????????? Le certificazioni degli impianti a norma sono obbligatorie solo per le nuove costruzioni! Ci fu un decreto nel 2008 che poi non fu convertito in legge, il quale obbligava i venditori a fornire le certificazioni degli impianti affinché queste fossero allegate agli atti di compravendita, ma il decreto stesso era tanto complesso da poter indurre in errore persino i Notai.
    Anche se pressoché tutti i Notai erano concordi nell'allegare al rogito solo i certificati di conformità degli impianti elettrico e termo-idraulico (dello stato attuale dell'immobile al momento del rogito), realizzati "a regola d'arte", una più attenta analisi del decreto stesso (anche ad opera di trasmissioni televisive), fece capire che i certificati da allegare sarebbero dovuti essere molti di più (conformità degli impianti, anche condominiali, sia all'epoca della costruzione dell'intero stabile che del momento della vendita, ecc. ecc.) per un totale di circa 7-9 certificati, ammontanti complessivamente ad una spesa di circa 5000 Euro e, nonostante la spesa folle prevista, per la maggior parte dei casi NON REPERIBILI, a causa del disordine imperante nei pubblici uffici, ove (almeno qui a Roma) è IMPOSSIBILE reperire i certificati di abitabilità/agibilità per quasi il 50% degli edifici...
    Quindi, riassumendo, caro/a Bertocci1, puoi vendere tranquillamente, senza rendere conto a chicchessia, al quale dovrai far firmare (ma di solito è di default) l'accettazione dello stato di fatto e di diritto in cui l'immobile si trova, ivi compresa l''impiantistica afferente lo stesso.
    Dal 1° luglio 2009 hai solo un obbligo in tal senso, a semplice richiesta del tuo acquirente: la "certificazione energetica" realizzata ad opera di un tecnico iscritto (geometra, ingegnere o architetto) che altro non è che una "fotografia" dell'immobile in ogni suo aspetto tecnico, senza che tu debba operare alcun tipo di cambiamento. Questo certificato costa in media 300-600 Euro a seconda della metratura.
     
  7. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    in merito alla certficazione energetica, se l'immobile è vecchio quindi di classe g (ultima) è sufficientre una dichiarazione del proprietario.
     
  8. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    @consim2002
    Se i tutti quanti???????? sono io ;) ho semplicemente detto che lo devi dichiarare nell'atto che gli impianti non sono a norma Tutti i Notai della mia zona lo fanno. E' certo che per la sicurazza di chi va ad abitare in quella casa saà utile metterli a norma
     
  9. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Autocertificazione da inviare in regione
     
  10. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    catia,
    il notaio dichiara in atto che gli impianti non sono a norma, e non solo dove lavori tu!

    In merito alla certficazione energetica, durante un atto il proprietario ha presentato la certificazione dell' immobile alla classe g, e il Notaio ha detto che erano soldi spesi inutilmente, perchè avrebbe accettato anche un'autocertificazione.
     
  11. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :ok: :stretta_di_mano: :stretta_di_mano:
     
  12. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    bene..cosi' mi piace...esperienze diverse portate da tutti,che aiutano che chiede consigli e chi pensa di non averne bisogno ;)
     
  13. jrogin

    jrogin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Cari colleghi, vi dico come faccio io solitamente per gli immobili di vecchia costruzione (per quelli nuovi i costruttori ultimamente hanno sempre consegnato tutto)
    Nella proposta di acquisto o nel preliminare, tra le varie diciture scrivo che l'immobile è visto e piaciuto e viene acquistato nello stato di fatto e diritto così come si trova. Per maggiore trasparenza, quando gli impianti sono funzionanti ma il proprietario non è sicuro di avere le relative certificazioni, aggiungo che" la parte venditrice garantisce che gli impianti elettrico ed idro-termo sanitario sono funzionanti ancorchè privi delle relative dichiarazioni di conformità, e la parte acquirente ne prende atto e li accetta così come si trovano avendone tenuto conto nella formulazione del prezzo di compravendita".
    Per quanto riguarda l'ACE (attestazione di certificazione energetica), se non pattuito diversamente (e può essere fatto tranquillamente) è obbligo del venditore consegnarlo all'acquirente.
    Gli atti ad ogni modo NON sono mai nulli ne' se privi dell'ACE, nè se privi delle relative certificazioni, l'importante è pattuirlo.
     
  14. Sandro 7942

    Sandro 7942 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Da me invece l'autocertificazione non è più accettata.
    Era ritenuta valida fino al 30 settembre 2009 in quanto il proprietario poteva compilarla fino alla data del 15 settembre e aveva poi 15 giorni di tempo per inviarla alla regione Piemonte.

    Che pastis.... :disappunto:
     
  15. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ITALIA....Regione che vai..regole che trovi :risata: ...pensate se arrivano AI da tutta europa il casino che ci sara' :disappunto:
     
  16. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    io proprietario, informando l'acquirente, dichiaro che l'immobile è energeticamente inefficiente , di classe g con alto consumo.
    Perchè non deve essere accettata.?

    Una certificazione energetica di classe g, in pratica dice questo.
     
  17. consim2002

    consim2002 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ...sono d'accordo, ma se il Notaio dell'acquirente convince questultimo a richiedere al venditore la certificazione energetica, questa gli dev'essere fornita... sai meglio di me che ogni Notaio dice la Sua e, almeno personalmente, preferisco non far litigare i Clienti (a volte contribuisco alla spesa, per quieto vivere)...
     
  18. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
  19. Sandro 7942

    Sandro 7942 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non è accettata (e secondo me giustamente) perchè c'è una marea di gente che ne vuole semplicemente approfittare.
    ES: proprietario ha immobile in condominio del 68, riscaldamento con contabilizzatori e termovalvole su ogni elemento, superfici disperdenti minime (è un piano intermedio, unica esposizione), doppi vetri con telai del 1985 circa.
    Vuoi dirmi che è una classe G ??? :?
    Non ci credo proprio... :occhi_al_cielo:
    Però il venditore l'ha dichiarato pur di risparmiare 4-500 € di certificazione, perchè tanto ormai aveva ottenuto i soldi che voleva dall'acquirente e non gliene fregava un tubo di dichiarare (palesemente) il falso.
    L'unica consolazione sta nel fatto che la regione POTREBBE avviare dei controlli (sembra tramite ARPA) su queste certificazioni, e in tal caso le sanzioni sono nell'ordine di migliaia di €!
    Ma tanto siamo in Italia.... :disappunto:
     
  20. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    si è di classe g o di classe f, ma che cambia?
    La certificazione energetica, secondo me , ha senso ed indice sul valore di mercato quando parliamo di classe A o AA.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina