• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Ilyily

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Ciao a tutti,

Spiego la situazione. Sono interessata a comprare una casa che al momento é classificata come sottotetto ma avente i requisiti di altezza per l'abitabilità.

Il costruttore del palazzo è andato in fallimento a fine lavori e ha passato tutto a un altro costruttore attivando l'asta giudiziaria per fallimento (non si tratta di una classica asta in cui compra chi fa l'offerta più alta, tanté che gli appartamenti sono sfitti da 6 anni, cioé da quanto sono finiti i lavori).

Come dicevo L' appartamento a cui siamo interessati è attualmente classificato come sottotetto e non ha quindi ancora l'autorizzazione del comune per l'agibilità ad abitabile

L'attuale costruttore sostiene che questa pratica sia a carico nostro e prevede la commissione a un geometra che se ne occupi aprendo la pratica in comune (spesa stimata circa 8.000€)

La mia domanda è, il costruttore mi può vendere una casa che tale non è poiché non abitabile al momento? Non spetta a lui provvedere a questa pratica?
Anche perchè se io pago questa spesa e poi la casa viene valutata non abitabile 1 mi devono restituire l'anticipo di caparra per l'acquisto della casa 2 mi dovrebbero risarcire un danno, no?

Inoltre, il costruttore mi dice che anche le persiane sono a carico mio. Domanda: non è un elemento presente nel capitolato?

Grazie mille a tutti
I.
 

n3m3six78

Membro Assiduo
Privato Cittadino
ciao visto tutto il contesto molto confuso ti consiglierei di lasciare stare e cercare altrove. a volte uno le rogne se le cerca. per quanto riguarda l'abitabilità potrebbero servire mesi e la risposta non è certa.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Ciao a tutti,

Spiego la situazione. Sono interessata a comprare una casa che al momento é classificata come sottotetto ma avente i requisiti di altezza per l'abitabilità.

Il costruttore del palazzo è andato in fallimento a fine lavori e ha passato tutto a un altro costruttore attivando l'asta giudiziaria per fallimento (non si tratta di una classica asta in cui compra chi fa l'offerta più alta, tanté che gli appartamenti sono sfitti da 6 anni, cioé da quanto sono finiti i lavori).

Come dicevo L' appartamento a cui siamo interessati è attualmente classificato come sottotetto e non ha quindi ancora l'autorizzazione del comune per l'agibilità ad abitabile

L'attuale costruttore sostiene che questa pratica sia a carico nostro e prevede la commissione a un geometra che se ne occupi aprendo la pratica in comune (spesa stimata circa 8.000€)

La mia domanda è, il costruttore mi può vendere una casa che tale non è poiché non abitabile al momento? Non spetta a lui provvedere a questa pratica?
Anche perchè se io pago questa spesa e poi la casa viene valutata non abitabile 1 mi devono restituire l'anticipo di caparra per l'acquisto della casa 2 mi dovrebbero risarcire un danno, no?

Inoltre, il costruttore mi dice che anche le persiane sono a carico mio. Domanda: non è un elemento presente nel capitolato?

Grazie mille a tutti
I.
Dipende dal prezzo cara.

Evidentemente in quel contesto sta avvenendo una vendita di tipo particolare.

La difficolta' economica della o delle imprese, titolate al trasferimento di proprieta', rende necessario vendere le singole unita', nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano.

Si presume ad un prezzo di vantaggio.

Per contro, chi acquista, si prende l'onere e la cura, di riassettare tutte le questioni urbanistiche.

D'altro canto, se il titolare avesse le forze e le risorse, per concludere e riassettare l'oggetto di vendita, questo avrebbe un prezzo piu alto.

Con una delega di accesso agli atti, potrai comprendere e verificare, quali sono state le pratiche avviate e quali gli adempimenti e gli oneri pendenti, che stanno ostacolando il rilascio delle concessioni.

Da quell'esame, potrai calcolare i tuoi rischi e quantificare una giusta offerta, per "ritirare" l'immobile, ad un prezzo di vantaggio.

Se hai i soldi per concludere queste qualita' di affari.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
ciao visto tutto il contesto molto confuso ti consiglierei di lasciare stare e cercare altrove. a volte uno le rogne se le cerca. per quanto riguarda l'abitabilità potrebbero servire mesi e la risposta non è certa.
...e allora...?
Anche se ci volessero anni un buon affare resta tale.
 
M

mata

Ospite
Ciao a tutti,

Spiego la situazione. Sono interessata a comprare una casa che al momento é classificata come sottotetto ma avente i requisiti di altezza per l'abitabilità.

Il costruttore del palazzo è andato in fallimento a fine lavori e ha passato tutto a un altro costruttore attivando l'asta giudiziaria per fallimento (non si tratta di una classica asta in cui compra chi fa l'offerta più alta, tanté che gli appartamenti sono sfitti da 6 anni, cioé da quanto sono finiti i lavori).

Come dicevo L' appartamento a cui siamo interessati è attualmente classificato come sottotetto e non ha quindi ancora l'autorizzazione del comune per l'agibilità ad abitabile

L'attuale costruttore sostiene che questa pratica sia a carico nostro e prevede la commissione a un geometra che se ne occupi aprendo la pratica in comune (spesa stimata circa 8.000€)

La mia domanda è, il costruttore mi può vendere una casa che tale non è poiché non abitabile al momento? Non spetta a lui provvedere a questa pratica?
Anche perchè se io pago questa spesa e poi la casa viene valutata non abitabile 1 mi devono restituire l'anticipo di caparra per l'acquisto della casa 2 mi dovrebbero risarcire un danno, no?

Inoltre, il costruttore mi dice che anche le persiane sono a carico mio. Domanda: non è un elemento presente nel capitolato?

Grazie mille a tutti
I.
Se l'unità è classificata come sottotetto e non come appartamento, un motivo ci sarà. Non sono le sole altezze le discriminanti, bensì le superfici minime dei singoli locali e dell'unità nel complesso, i rapporti aeroilluminanti dei vani abitabili, la sussistenza dei requisiti di isolamento termico ed acustico, gli scarichi ecc. ecc.. Non è pertanto detto che tu possa conseguire l'abitabilità anche se le altezze sono conformi a quelle previste dai regolamenti.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Monypenny ha scritto sul profilo di francesca63.
Buongiorno Francesca
In data 31 luglio 2019 ho stipulato un preliminare tramite agenzia con una società srl, per l'acquisto di una unità immobiliare, facente parte di un blocco di 8. Si trattava di un acquisto su progetto, in quanto al momento della firma nulla era fisicamente esistente.
Buongiorno ho un immobile d10 vorrei trasformarlo nella casa del contadino per mio figlio che è imprenditore agricolo professionale è possibile?
Alto