• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

U

Utente Cancellato 79426

Ospite
Buongiorno,
Vorrei denunciare una pratica scorretta dalla parte dell' agenzia *****************. Il giorno lunedi' 09/12/19 firmo una proposta per un immobile in affitto, il prezzo del quale era euro 800+200 spese condominiali. Ho fatto l'offerta senza trattare il prezzo. L'impegno da contratto scadeva il venerdi' della stessa settimana.
L'agente, nonche' il titolare dell'agenzia, lo stesso giorno della firma ha aggiornato l'annuncio online aumentando il prezzo a 900+200 euro mensili. Naturalmente non ha ritenuto di avvisarmi su questo aggiornamento, ne di chiamare per informarmi che la mia proposta era stata declinata.
Alla richiesta di maggiori informazioni (in data odierna sabato 14/12/19) ha risposto che la signora che affittava la casa, aveva ripiegato su un altro offerente. quando confrontato sulla parte della speculazione con il prezzo la risposta e' stata ' eh vabbe, io come la posso aiutare allora'
Adesso questa pratica di fare firmare una proposta per poi istantaneamente alzare il prezzo dell'immobile, e' a dir poco scorretta e a seconda delle informazioni che possiedo va anche contro il codice deontologico di F.I.M.A.A. presso la quale l'agenzia e' iscritta.
Qualcuno ha incontrato lo stesso comportamento da parte di agenzie? Oltre a F.I.M.A.A quali sono altri enti da fare presente l'accaduto
Grazie
 
Ultima modifica di un moderatore:

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Probabilmente, è la proprietaria dell'immobile ad aver rivisto il prezzo richiesto al rialzo e non l'agente immobiliare.
Se non puoi dimostrare che la responsabilità sia dell'agente immobiliare (il quale per logica aveva tutti gli interessi a chiudere l'affare e non a farlo sfumare), direi che non puoi accusare il collega di scorrettezza, per la ragione da te indicata.

La scorrettezza, se così la vuoi chiamare, sta piuttosto nel fatto di non averti avvisata immediatamente delle mutate circostanze e del rifiuto della mancata accettazione della tua proposta da parte delle proprietaria dell'immobile.

Perciò sei liberissima si segnalare ciò che vuoi, ma temo che tu non abbia grosse possibilità di essere ascoltata in merito alle effettive responsabilità dell'agente.
Come precisato, al massimo puoi accusare il collega di scarsa precisione e professionalità.
 
U

Utente Cancellato 79426

Ospite
Grazie della risposta Emanuele,
Quello che invece sembra più verosimile è che una volta ottenuta una proposta per un importo (che vincola soltanto il locatario) si sia giocato al rialzo. Nella peggiore dei casi avrebbero dovuto accettare la mia proposta nel caso nessuno si fosse fatto avanti con una nuova proposta. E anche l' agente aveva tutti gli interessi visto che prende provvigioni in base al prezzo dell' immobile.
Per essere nel lecito, lo stesso momento della modifica del prezzo io sarei dovuta essere svincolata dall' impegno contrattuale, e tale nuova condizione mi sarebbe dovuto essere comunicata.
 
U

Utente Cancellato 79426

Ospite
Senza altro, ma è anche il caso di rendere note queste pratiche e che l' agenzia abbia una reputazione in linea con il suo operato e la sua etica di lavoro
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Per essere nel lecito, lo stesso momento della modifica del prezzo io sarei dovuta essere svincolata dall' impegno contrattuale, e tale nuova condizione mi sarebbe dovuto essere comunicata.
Come già detto da @Zagonara Emanuele , è molto probabile che la scelta del rialzo sia stata del proprietario, dopo aver declinato la tua offerta ( o per cercare offerte più alte, avendo però ancora la tua).
Alla modifica del prezzo, per te non cambiava nulla, se il proprietario avesse accettato; e certo non eri svincolata dall’impegno assunto con la proposta.
Non si può chiamare impegno contrattuale, in quanto un contratto ancora non c’era.

Avrebbero dovuto solo comunicarti il rifiuto ad accettare, ma se la proposta scadeva venerdì, e non hai sentito nessuno, era evidente che non era stata accettata.
Comportamento certo non professionale, ma siamo nel campo della scortesia spinta, più che della legge.
In ogni caso puoi condividere il tuo giudizio negativo sull’agenzia, ma solo quello, direi.
 

-csltp-

Membro Attivo
Agente Immobiliare
La differenza economica per l'agenzia tra il primo affitto e il secondo è talmente minima che mi pare strano che qualcuno possa rinunciare a dei soldi sicuri (proposta. prezzo pieno) per cosi poco. Poi si può sempre pensare male ma in questo caso non vedo molte possibilità
 
U

Utente Cancellato 79426

Ospite
La differenza economica per l'agenzia tra il primo affitto e il secondo è talmente minima che mi pare strano che qualcuno possa rinunciare a dei soldi sicuri (proposta. prezzo pieno) per cosi poco. Poi si può sempre pensare male ma in questo caso non vedo molte possibilità
Grazie della tua opinione, vorrei precisare che quanto ai miei soldi non si rischiava che sfumassero visto che ero vincolata da una proposta. Inoltre se la proprietaria aveva deciso di rivedere il prezzo ne sarei dovuta essere informata e data la priorità.
Il bello è che il proprietario dell' agenzia sì è appunto lamentato della gente poco seria che incontra e li fa perdere il suo tempo prezioso. Alla faccia della coerenza!
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Inoltre se la proprietaria aveva deciso di rivedere il prezzo ne sarei dovuta essere informata
Secondo me Aurora le cose sono più semplici.

Il mediatore trattava quella locazione ad un prezzo sbagliato.

Probabilmente non era neanche l'unico a trattare l'immobile.

Quando ha raccolto la proposta l'ha presentata al proprietario.
Che gli avra' tirato le orecchie.

Riferendogli che con altri intermediari, stava gia' concludendo, su quella scorta più alta e, per questo effetto, la precedenza nelle dinamiche di accettazione, era riservata a quella trattativa, ormai in via di conclusione.

Cosi', il tuo maldestro intermediario, ha dovuto correre ai ripari, correggendo il prezzo, per non rischiare di turbare o peggio fare saltare la trattativa posta in essere dal concorrente.

Solo cosi' si spiega, la mancata azione di informarti dell'errore.

Se non ha tentato di metterci una pezza, provando a convincerti, ad alzare la tua offerta, evidentemente non era nella condizione di farlo.

Ben arrivata.

Nella giungla degli affitti.
 

-csltp-

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Grazie della tua opinione, vorrei precisare che quanto ai miei soldi non si rischiava che sfumassero visto che ero vincolata da una proposta. Inoltre se la proprietaria aveva deciso di rivedere il prezzo ne sarei dovuta essere informata e data la priorità.
Il bello è che il proprietario dell' agenzia sì è appunto lamentato della gente poco seria che incontra e li fa perdere il suo tempo prezioso. Alla faccia della coerenza!
Proprio per questo il mediatore non ha fatto quello che pensi.

O gli accordi con la proprietaria non erano scritti oppure la proprietaria vendendo la facilità ha chiesto più soldi.
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Mi meraviglia sempre come il soggetto scorretto, in questi casi, sia sempre l'agente immobiliare e mai i proprietari, che invece sono gli unici a decidere quello che vogliono , o non vogliono fare, del proprio immobile...
 

Agenzia Castello

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Succede, e non penso sia colpa dell'agenzia.
Io credo sia andata così : prezzo richiesto 800 al mese, ritirata la proposta ad 800, la proprietà vede che ci sono più persone o che ci son state parecchie visite a 800, pensa, allora ne chiedo 900, lo comunica all'agente che alza il prezzo sull'annuncio.
Nel frattempo l'agente cerca di convincere la proprietaria ad accettare a 800, non avvisa il proponente perchè sta cercando di far ragionare la proprietaria e non ha motivo di indispettire il proponente, il proponente chiama nel bel mezzo di questa fase.
 

Slartibartfast

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Grazie della tua opinione, vorrei precisare che quanto ai miei soldi non si rischiava che sfumassero visto che ero vincolata da una proposta. Inoltre se la proprietaria aveva deciso di rivedere il prezzo ne sarei dovuta essere informata e data la priorità.
Il bello è che il proprietario dell' agenzia sì è appunto lamentato della gente poco seria che incontra e li fa perdere il suo tempo prezioso. Alla faccia della coerenza!
Certo, la proprietaria (poco seria) gli ha fatto perdere tempo e un affare. Gli ha anche messo come nemico un potenziale cliente per qualcosa di cui non ha colpa.
Fermo restando il fatto che avrebbe dovuto avvisare subito della non accettazione.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
gli ha fatto perdere tempo
.. Ma se lavori male ovvio che giri a vuoto.

Pubblichi l'oggetto ad un prezzo, arriva un cliente, che ti mette i soldi sul tavolo senza trattare un centesimo in meno.

Transazione fatta, contratti, compensi in arrivo in via espressa.
Pim pum Pam Sciambola.

Se a monte avesse lavorato bene.

Invece impiega pure il tempo per istruire la proposta per poi non chiudere la transazione, facendo magra figura con tutte le parti.

Difficile pensare, che uno che non voglia perdere tempo, non abbia pensato prima o tra le dinamiche delle visite, nella raccolta delle documentazioni ecc., di avere uno scambio di intese col proprietario.
Appunto per non impiegare tempo e risorse e inutilmente.

Nella peggio di ogni ipotesi, con quel cliente, un alloggio alternativo di pari lignaggio, lo puoi recuperare in meno di due ore.

Ecco che l'errore resta sempre quello.

Se a monte, fai una cattiva azione di acquisizione, quando arrivi a valle, ti aspettano le brutte figure.
 
Ultima modifica:

Agenzia Castello

Membro Attivo
Agente Immobiliare
.. Ma se lavori male ovvio che giri a vuoto.

Pubblichi l'oggetto ad un prezzo, arriva un cliente, che ti mette i soldi sul tavolo senza trattare un centesimo in meno.

Transazione fatta, contratti, compensi in arrivo in via espressa.
Pim pum Pam Sciambola.

Se a monte avesse lavorato bene.

Invece impiega pure il tempo per istruire la proposta per poi non chiudere la transazione, facendo magra figura con tutte le parti.

Difficile pensare, che uno che non voglia perdere tempo, non abbia pensato prima o tra le dinamiche delle visite, nella raccolta delle documentazioni ecc., di avere uno scambio di intese col proprietario.
Appunto per non impiegare tempo e risorse e inutilmente.

Nella peggio di ogni ipotesi, con quel cliente, un alloggio alternativo di pari lignaggio, lo puoi recuperare in meno di due ore.

Ecco che l'errore resta sempre quello.

Se a monte, fai una cattiva azione di acquisizione, quando arrivi a valle, ti aspettano le brutte figure.
Alle volte sono i proprietari che non sono a posto con la testa, succede di rado ma succede.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Alle volte sono i proprietari che non sono a posto con la testa, succede di rado ma succede.
..e allora meglio non trattarli neanche.

Ad esempio, ormai da anni, ho giurato a me stesso di non fare mai piu' appuntamenti su prodotti acquisiti da altri.

Mi capita di farli solamente in casi estremi e mai senza aver prima contattato i proprietari.

Se sei mio collega e arrivo all'appuntamento col cliente e il proprietario mi chiede di quale agenzia sono.
Oppure mi dice di essere gia' in trattativa con altri o peggio che non vende più, be'..
Quando rientro, e' meglio che non ti fai trovare in ufficio.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

buongiorno,avrei bisogno di consigli.Ho messo in vendita il mio attico fidandomi ,purtroppo,di un agente immobiliare che mi aveva seguita in precedenza dandogli l'esclusiva della vendita,ad oggi non risponde a mail,non fornisce resoconti,mi ha bloccata sul cellulare,non segue nessuna delle mie richieste di modifica annunci e foto,haimè lo avrà "in mano"ancora per diversi mesi,come posso recere dal contratto ?
Buonasera a tutti,

sto valutando l’acquisto di una Tabaccheria con i seguenti valori:

Aggi tabacchi e lotto ecc annui 98500€
Giornali ricavi lordi 24900€
Varie. 13600€
Totale rcavi. 137000€

Spese gestione 69000€
Totale ricavi lordi 68000€
Il proprietario richiede 300000€ per la licenza.

Che ne pensate?
Alto