1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Peter76

    Peter76 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Buongiorno, dovrei preparare un preliminare che prevede la consegna dell' immobile prima dell' atto in comodato d'uso gratuito. Posso inserire la clausola nel preliminare che andrò a registrare, o devo fare un contratto di comodato d' uso a parte e registrarlo? Inoltre, se paga il padre e si intesta il figlio, il preliminare è a nome del figlio? il padre lo cito esclusivamente per giustificare gli assegni? La cosa non compromette una vendita futura dell' immobile per "donazione" dell' importo al figlio? Grazie e scusate eventuali errori ma sono "fresco" del forum.
     
  2. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ciao peter io farei due contratti e registrerei anche quello in comodato. Per l'intestazione se al rogito andrà il figlio é giusto intestarlo a lui e per gli assegni ti consiglio di parlare con il notaio. Se il ragazzo ha un conto corrente conviene che il papa gli faccia un bonifico sul conto e tenga la contabile con la causale di prestito per acquisto immobile. Poi il ragazzo farà preparare dal superiore conto o gli assegni circolari o i bancari. Nel rogito il notaio scriverà che parte dei soldi sono istati dati dal papà. Ma parla prima con il notaio e sopratutto fai parlare i clienti. Ti faccio una domanda quali sono i tempi per il comodato?
     
    A Peter76 piace questo elemento.
  3. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se per comodato gratuito intendi che nel preliminare è previsto il possesso (materiale) prima della data del rogito, non dovresti fare un altro contratto in quanto la consegna anticipata rientra nelle pattuizioni della compravendita


    è sufficente la dichiarazione in atto , considera che è pur sempre una donazione indiretta (bisognerebbe vedere se ci sono altri i figli può essere interpretata come un anticipo d'eredità)
    qui il parere del notaio in base alla specifica situazione è determinante
     
    A Peter76 piace questo elemento.
  4. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Massimo il comodato è sempre gratuito diversamente diventerebbe affitto.
    Io farei una distinzione tra possesso e detenzione. Ho chiesto a peter per quanto tempo proprio per meglio capire e consigliare.

    Il preliminare ha natura obbligatoria, non traslativa della proprietà, possesso e godimento decorrono dalla data del rogito, si parla sempre di detenzione. Anche nel contratto di affitto non vi è l'immissione in possesso del bene. Se così fosse pensa a quanto potrebbero usucapire .......
     
  5. Peter76

    Peter76 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Direi che la questione non è così semplice.. ad ogni modo un collega mi aveva detto che un caso del genere l' aveva tranquillamente affrontato facendo assegni del padre con intestazione immobile al figlio. All' atto notarile si specificava che il padre con assegni propri pagava in nome e per conto del figlio. La donazione riguardava solo il denaro e non l' immobile (non condizionava eventuali vendite future). In ogni caso essendo figlio unico la cosa credo sia ininfluente (che il padre glieli passi prima sul conto o meno comunque la cosa rimane registrata).
    Il discorso comodato d'uso gratuito, all' atto vanno tra circa 2 anni, quindi la durata non è breve. Ad ogni modo in caso di controllo (visto che a vendere è una società) c' è un preliminare registrato dove viene citata la cosa...
    Un' altra domanda: l' assegno della mediazione me lo ha fatto il padre, posso fatturare la mediazione al figlio secondo lo stesso principio?
    Grazie della rapidità nella risposta, sono novello del forum e dei forum in generale ma vedo con grande piacere che chi si impegna a rispondere alle richieste è un professionista davvero preparato!
    Di Nuovo,
    Pietro.
     
  6. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Esiste il comodato "oneroso" che prevede un corrispettivo più basso rispetto prezzi di mercato e in questo caso potrebbe andare bene
     
  7. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ciao Elisabettan, il comodato è sempre gratuito oppure non è comodato. Diverso è se si ha il rimborso spese per il mantenimento della cosa, che esula però il corrispettivo del godimento, dove si parla di corrispettivo per il godimento rientra nel contratto di affitto.

    Peter proprio per la durata io ti consiglio di separare i due contratti, e registrarli entrambi, pensa se per un motivo o per un altro non arrivano a rogito ......
    Per gli assegni quando è successo a me, il notaio mi ha fatto fare quel movimento così per le provvigioni, poi in atto verrà scritto che parte del prezzo è stato dato dal padre non solo per gli eventuali eredi ma per tutta la normativa dell'antiriciclaggio. Prima di fare il compromesso, senti il notaio, perchè al rogito potrebbero nascere problemi per gli assegni fatti prima dal padre, per l'antiriciclaggio.
     
  8. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    non mi trovo daccordo con te
    Se la consegna materiale del bene al solo fine di utilizzarlo (così no equivochiamo) a titolo gratuito fino alla data del rogito è stata stabilita ed accettata anche in funzione del prezzo o di eventuali importanti cifre come acconto (o caparra ) e comunque è stata la risultante di un accordo preso per concludere l'acquisto e detta condizione è inserita nel preliminare,
    non vedo perchè registrare due contratti.

    se parliamo di rischi per il venditore penso che li abbiano valutati, comunque se il preliminare prevede ciò, solo quello va registrato.

    Ti giro la frittata, per accordi presi anche al fine della determinazione delle modalità di pagamento il proprietario accetta facciamo il compromesso, poi stipuliamo un contratto di comodato e dopo un mese il comodante richiede che gli venga riconsegnato il bene .......

    Il preliminare prevede tale condizione.
    Si registra solo il preliminare
     
    A Peter76 piace questo elemento.
  9. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    esiste il comodato "modale"[DOUBLEPOST=1369502537,1369502336][/DOUBLEPOST]
    direi di si, è il figlio che acquista e la tua intermediazione risulterà nell'atto
     
  10. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Rosa parla di rischi
    certo anticipare dei soldi e aspettare due anni per fare il rogito e chi vende è una società (direi che qualche rischietto l'acquirente lo corre), un pò meno se ha l'immobile ad uso gratuito.

    Certo considerando tutti gli aspetti consiglierei vivamente al tuo cliente di fare il preliminare sotto forma di atto pubblico. (due anni sono un eternità)
     
  11. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Il comodato ha una durata ......
     
  12. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Quando si richiede la disponibilità immediata del bene di solito si collega il contratto in comodato sono due contratti autonomi che regolano gli interessi di entrambi. Il comodato se registrato può essere opposto a terzi. Distinguere i due contratti é la miglior garanzia il resto gli accordi tutto quello che si vuole é aria fritta. Va bene la volontà ma i contratti fatti bene sono una tutela.
     
  13. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    :shock:
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non fare così ........ Non siamo nel periodo dove una stretta di mano aveva il suo valore.:p
     
    A ingelman piace questo elemento.
  15. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    gli accordi sono la base di ogni contratto
    se sono aria fritta ........
    :shock:

    felina malefica :p
     
  16. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ma i contratti devono essere quelli giusti per quello parlo di aria fritta. :)
     
  17. Peter76

    Peter76 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Ho sentito vari professionisti, tra cui commercialisti, notaio, agenzia delle entrate... Il contratto che prevede la consegna prima del rogito mi hanno detto essere sufficiente. Poi se si entra nel discordo burocratico, da quello che ho intuito alla fine non se ne esce più. Io sono un AI, quindi non sono responsabile delle scelte che fanno le parti. Una volta informate le stesse dei dubbi sollevati dalla questione, la decisione spetta sempre loro. La stessa cosa vale per il discorso "preliminare in atto pubblico": è vero che è una tutela maggiore in caso di contenzioso per la parte acquirente, ma se la stessa non vede il problema perchè si fida della parte venditrice per conoscenza diretta, perchè dovrei insistere io? Una volta informato della possibilità, l' acquirente ha deciso per "contratto in forma privata registrato", mi sento deontologicamente più che nel giusto... ditemi voi se sbaglio.. Grazie ancora per la collaborazione. Pietro.
     
  18. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Non obbligatoriamente :occhi_al_cielo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina