1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. zenoni

    zenoni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ho provato a quardare nelle discussioni precedenti ma non ho trovato risposte adeguate per cui.......

    RAGAZZI VI CHIEDO AIUTO!

    Vi spiego la situazione:

    Anno 2008 l'Agenzia X presenta al cliente (A) i progetti relativi ad un immobile in ristrutturazione e lo accompagna sul cantiere per prendere visione dell'inizio dei lavori. Il cliente firma il foglio visita ma la cosa non ha alcun seguito.

    Anno 2011 l'Agenzia YY accompagna lo stesso cliente (A) a vedere lo stesso immobile sullo stesso cantiere ormai finito facendogli firmare un foglio visita

    Nel caso in cui il cliente (A) comprasse, può l'Agenzia X vantare diritti provvigionali ? Oppure il diritto alla provvigione si estingue dopo un anno dalla firma del foglio visita del 2008?

    Oppure il cliente (A) rimane legato vita natural durante all'Agenzia X per quello specifico immobile?

    Cosa ne pensate?

    Un grazie per il vostro contributo:stretta_di_mano:
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Che bella domanda !!!:shock:

    Personalmente, penso che dopo tre anni sia passato un tempo ragionevole per non dover richiedere la provvigione.

    Non credo però che esista legalmente un tempo definito.

    Silvana
     
    A Manzoni Maurizio piace questo elemento.
  3. Abakab

    Abakab Ospite

    Secondo me non è un problema di prescrizione quanto dal fatto che il cliente ha avuto maggiori elementi con la seconda agenzia tali da decidere positivamente sulla scelta, elementi non riconducibili alla prima visita.
     
    A Limpida e massimoca piace questo messaggio.
  4. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Tu chi sei? X o YY?

    Smoker
     
  5. zenoni

    zenoni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    sono l'amico a cui (A) ha chiesto un suggerimento.
    tra l'altro conosco bene anche X e YY.......
    Possibile che non esista una normativa in merito?
    Lui pagherà una provvigione sola....... ma a chi?
     
  6. fabrix84

    fabrix84 Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Allora io so che il diritto alla provvigione si prescrive in una anno, il problema è che il codice civile non dà un riferimento come il rogito o la semplice conclusione dell'affare. Bisognerebbe vedere qulache sentenza di cassazione per avere risposta.
     
  7. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Questo vale solo nel caso l'agenzia sia unica, i giudici si sono rotti dei problemi della mediazione e tendono a riconoscere solo all'ultimo in ordine di tempo il diritto alla provvigione, per semplificarsi la vita. Il mediatore è una figura nobile, adatta a popoli di nobile animo, infatti non esiste praticamente più, perchè in italia di nobile c'è solo il montepulciano e altrove, dove sono più concreti, sono con il più gestibile mandatario.
     
    A Limpida piace questo elemento.
  8. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare

    Il diritto al compenso di mediazione si prescrive trascorso un anno dalla conclusione del contratto, inteso come sottoscrizione del preliminare.
     
  9. zenoni

    zenoni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Grazie Luciano,
    ti chiedo una ulteriore consulenza:

    -2011 acquirente (A) sottoscrive un preliminare con l'agenzia YY per l'acquisto dell'immobile (ultimato)visto per la prima volta con l'agenzia X (quando ancora era in fase di progetto) nel 2008.

    Secondo te, l'acquirente (A) a chi paga la provvigione?

    Può l'agenzia X vantare diritti provvigionali avendo messo a conoscenza nel 2008 il cliente della disponibilità dell'immobile?
    Il diritto alla provvigione dell'agenzia X si prescrive in un anno dalla data apposta sul foglio firma o si protrae vita natural durante?

    Al di fuori della questione, ora, nascono due considerazioni spontanee:
    1) come cliente mi conviene firmare un foglio visita se poi devo restare legato tutta la vita per quell'immobile a quell'agenzia?
    2) se non è così posso "aggirare" l'agenzia andando a prendere info di abitazioni in fase progettuale, dichiararmi non interessato ed acquistare dopo un anno a cantiere chiuso direttamente senza intermediari?

    Mi piacerebbe avere le idee un po' più chiare

    Ti ringrazio
     
  10. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Come fa un AI scavalcato a sapere di un preliminare di un immobile che ha avuto in carico se non e' registrato sui pubblici registri ma solo all'AdE per motivi fiscali?

    IMHO l'anno di prescrizione ricorre dalla data di pubblicazione del contratto (nel senso di possibilita' di chiunque di venire a conoscenza in maniera pubblica della conclusione dell'atto tra le parti) e questo corrisponde alla data del rogito o meglio della sua trascrizione sugli atti catastali, consultabiil tramite visura.

    Altrimenti tramite scrittura privata sarebbe possibile fare un compromesso non trascritto e dopo un anno e 1 giorno andare a rogito "prescrivendo" a forza il diritto alla provvigione.

    La prescrizione parte dal momento in cui c'e' una opponibilita' a terzi del contratto e dal momento in cui i terzi hanno gli strumenti per conoscerne la avvenuta stipula.

    Questo IMHO. Non sono un legale.
     
  11. Abakab

    Abakab Ospite

    Di fatto parte dallo stesso momento in cui si acquisisce il diritto alla mediazione, l'accordo giuridico, il preliminare .. come sotto riportato:

    Il codice civile all’art. 2950 stabilisce che si prescrive in un anno il diritto del mediatore al pagamento della provvigione. Attesa la brevità del termine di prescrizione attribuita dal Legislatore al diritto del mediatore occorre stabilire con certezza da quando decorre tale termine, poiché il citato articolo di legge non ne fa menzione alcuna.
    La prescrizione annuale del diritto del mediatore al pagamento della provvigione, secondo un preciso e consolidato principio dottrinale e giurisprudenziale, comincia a decorrere, a norma dell’art. 2935 del codice civile, dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere ovvero dalla data in cui le parti, che il mediatore con il suo intervento ha messo in relazione, hanno concluso l’affare. E’ da questo momento che sorge in capo al mediatore il diritto alla provvigione e, quindi, è da tale momento che il diritto può essere fatto valere.Occorre, quindi, stabilire il significato da attribuire all’espressione conclusione dell’affare poiché da tale momento decorre la prescrizione breve del mediatore. Al riguardo la giurisprudenza di legittimità ha più volte ribadito che per affare compiuto deve intendersi un atto da cui è scaturito un vincolo giuridico tra le parti messe in relazione per effetto dell’attività intermediatrice, che consenta loro di agire per l’esecuzione di esso. Dunque l’affare può ritenersi concluso allorché il negozio sia stipulato in modo giuridicamente idoneo a conseguire il risultato utile perseguito dalle parti, perché solo in tale momento si realizza la funzione della mediazione, e perciò è soltanto da tale momento che il mediatore può far valere il diritto alla provvigione.
     
  12. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Come spiegato piu' volte, non e' tanto chi arriva prima o dopo e se firmi o meno uno straccio o una visita.
    Se vai da A, chiedi tutte le info e compri con B, paghi provvigione a entrambi. Non due, ma una da dividere in relazione all'importanza del lavoro svolto. Non e' facile valutare il livello di contributo di entrambe, per questo si va in causa.
    Il diritto non si prescrive mai, a meno che il giudice non disponga che il tempo passato abbia reso inutile o ininfluente alla trattativa successiva l'apporto della prima (es. ha cambiato proprietario o l'immobile non e' piu' lo stesso, ma se prima era in costruzione e poi e' finito non cambia sostanzialmente nulla).
    Anche la cessazione di incarico non fa venire meno il diritto di provvigione per i clienti portati prima della scadenza.

    Per ultimo, se andate in una agenzia, dovete poi affidarvi a quella e solo quella per quell'immobile. Se poi si vuole cambiare, meglio mettere le cose in chiaro fin da subito e avvertire TUTTE le parti del coinvolgimento di 2 agenzie, anche se la prima ha rinunciato all'incarico. E accordarsi sulla spartizione della provvigione, che sara' unica. In mancanza di accordo ci pensera' il giudice.

    chiedere una serie di informazioni con una agenzia e poi fingersi non interessati non funziona. Se un immobile e' gia' stato visto con un'altra agenzia lo si dice e si ferma tutto li', immediatamente. se invece si vuole insistere a cambiarla, perche' magari la prima si rifiuta di fare una offerta o non ci si accorda sulla provvigione, si avverte e in caso ulteriore rifiuto ci si fa manlevare da ogni richiesta successiva.

    Aggiunto dopo 7 minuti...

    Attenzione: la provvigione matura dal momento della accettazione della proposta (firma del preliminare) se le parti, che il mediatore con il suo intervento ha messo in relazione, hanno concluso l’affare.

    La sentenza in oggetto prevede pero' che il compromesso sia stato stipulato CON LA SUA ASSISTENZA, quindi ha partecipato attivamente alla sua stipula e ne era perfettamente a conoscenza. Essendo quindi a conoscenza del contratto tra le parti da quel momento matura la provvigione e puo' farla valere. Se invia la fattura dopo piu' di un anno invece cade in prescrizione.

    Diverso e' pero' il caso in cui il compromesso, tra le parti messe in relazione, viene stipulato in sua assenza (scavalco). Non puo' far valere immediatamente il diritto alla provvigione in quanto NON A CONOSCENZA della stipula. Puo' farla valere solo da momento in cui e' ragionevolmente possibile per lui venirne a conoscenza (registrazione) oppure se si prova che l'AI ne era a conoscenza anche prima.
     
  13. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Mediazione – Sostituzione dei soggetti stipulanti – Diritto alla provvigione – Sussistenza – Contratto preliminare – Prescrizione.Prescrizione – Cause di sospensione – Occultamento doloso del debito – I
    Quindi è vero che il diritto e il termine per la prescrizione partono assieme (dal preliminare appunto e non dal rogito come ho letto anche qui sostenere da esimi agenti immobiliari che pensano di sapere e non sanno), ma è anche vero che in caso di palese mala fede, da comprovare, si sospende.
     
  14. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sarebbe interessante sapere dagli esimi che sanno, se il preliminare viene fatto al bar e non ne resta traccia, come si fa a far decorrere la data dell'anno per la prescrizione da quel momento... :domanda::domanda:
     
    A Limpida e enrikon piace questo messaggio.
  15. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    si vede che non hai pratica col diritto...
     
  16. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non ne ho perchè quando devo recuperare i crediti mi fermo sempre prima: ci vogliono 5/6 anni e il diritto vale solo x i teorici. Si chiama praticità.
    Non ho pratica del diritto, ma ho pratica della praticità.
    Rimango in attesa di un esimia risposta al quesito precedente ;)
     
    A Limpida e EnzoDm piace questo messaggio.
  17. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao, il diritto alla provvigione si prescrive entro un anno da quando SI viene a conoscenza del fatto.
     
    A massimoca e enrikon piace questo messaggio.
  18. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Quando in diritto si dice che "i termini di prescrizione partono da quando il diritto può esser fatto valere" vuol dire proprio quello che c'è scritto, NON altro, non aggiungerci roba di fantasia, fermati al concetto. Come quando Passuti ti dice che i termini partono dalla sottoscrizione del preliminare, non partire con la fantasia pensando "e se non so che è stato fatto?". In diritto ti dicono anche che "in caso di occultamento al mediatore, intenzionale e in mala fede, dell'affare concluso i termini si SOSPENDONO". ;)
    Se non sai che è stato fatto e non ci fosse malafede (può accadere) dopo un anno dallo stesso il tuo diritto si prescrive. Il termine di un anno dal rogito è in alcuni casi indicato come termine nel quale l'agente avrebbe potuto conoscere sicuramente l'affare, ma è una osservazione che vale solo nel caso di buona fede delle parti e disattenzione dell'agente... (non chiedermi come, siamo nell'ambito della teoria), nel caso di mala fede delle parti anche dopo 5 anni puoi chiedere il maltolto, secondo me, e la linea difensiva della controparte potrebbe appunto esser quella di "un anno dal rogito" perchè in realtà avresti potutto conoscere l'accaduto, il tuo legale resisterà e poi il giudice, dopo diversi lustri, se avrà fatto una colazione e gli piaceranno le scarpe che indossi, darà ragione a te, altrimenti all'altro. :D Il diritto teorico è bello, quello pratico.. Di sicuro però qui si parla di teoria...
     
    A Wile, Umberto Granducato, andrea boschini e 1 altro utente piace questo messaggio.
  19. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    :ok:
     
  20. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino

    Lectio magistralis

    Smoker
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina