• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

pgmariconda

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Salve, mi presento sono Pier

Nel febbraio 2020 adocchio una villetta di mio gradimento nel mio comune e dopo essermi informato su chi fossero i proprietari mi viene indicato un signore del posto che, nonostante avesse mandato scaduto, in via amichevole proponeva ancora lui in visione l'immobile visto che i proprietari erano anziani
Prezzo esposto in agenzia (che vedo io ma non mi viene comunicato) 180000. Mio budget per quella soluzione 140000
Andiamo a visionare l'immobile che scarto per due motivi:
- parte del terreno circostante era di parenti dei proprietari non intenzionati a vendere ma con diritto di passaggio
- l'agente mi fa presente che i proprietari avevano già rifiutato un'offerta a 150000 quindi non ne avrebbe accolte a cifre inferiori a 155000

Ci salutiamo ma prima gli firmo il foglio di visita.

Dopo un anno, a fine gennaio 2021 mi contatta Tecnocasa, a cui avevo riferito di essere in cerca di una villetta con giardino proponendomi la stessa soluzione.

Per prima cosa gli faccio presente che avevo già visionato la stessa un anno prima ma che per i suddetti motivo non ero interessato.

L'agente di Tecnocasa però mi dice che da nuovo incarico i proprietari avevano ribassato di molto il prezzo e in più grazie alla loro mediazione il proprietario del terreno circostante di circa 1000mq si era deciso anche lui a vendere.

Senza nessuna conoscenza di norme sul mandato di agenzia formulo un'offerta su casa e terreno a 140000+20000 vincolando l'acquisto della casa all'accettazione dell'offerta sul terreno.

Dopo aver concluso, fatto il rogito e pagato la Tecnocasa vengo contattato dal primo agente che mi chiede, per ora verbalmente, la provvigione.

Ora mi chiedo, essendo stato lui a non accettare nessuna offerta sotto i 150000 e non avendomi proposto il terreno potrebbe reclamare la sua posizione di mediatore quando in realtà è stato proprio l'intervento del secondo agente a rendere l'affare per me possibile?
 

francesca63

Membro storico (ex agente)
Privato Cittadino
Secondo me il primo agente non ha diritto alla provvigione, perché le condizioni economiche per la vendita sono cambiate, è passato parecchio tempo, e si tratta anche di un “affare” diverso, se è vero che senza il terreno non avresti comprato nemmeno la villetta.
Inoltre pare pacifico che l’intervento della nuova agenzia sia stato l’unico determinante.
Ovviamente se è veritiero il racconto fatto.
 

pgmariconda

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Ovviamente se è veritiero il racconto fatto.
Certo che lo è, ma come faccio a dimostrarlo visto che

1) non ho una copia dell'annuncio della prima agenzia

2) il primo agente non mi ha fatto mettere nulla nero su bianco rifiutando a prescindere la mia intenzione di offrire 140k

In sede di giudizio o comunque in sede stragiudiziale sarà solo parola contro parola
 

il_dalfo

Membro Assiduo
Professionista
Penso che la novazione dell'affare si possa identificare oltre che nel ribasso del prezzo, nella cessione del terreno.
Quindi la prova (scritta) potrebbe risultare dall'incarico di vendita di Tecnocasa se questo comprendeva il terreno (o anche se incarico a se stante ma analogo per date di conferimento a quello dell'immobile).
Stando ai fatti riportati ritengo quindi plausibile supporre che il primo agente immobiliare possa non aver modo di confutare tale situazione.
 

pgmariconda

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Penso che la novazione dell'affare si possa identificare oltre che nel ribasso del prezzo, nella cessione del terreno.
Quindi la prova (scritta) potrebbe risultare dall'incarico di vendita di Tecnocasa se questo comprendeva il terreno (o anche se incarico a se stante ma analogo per date di conferimento a quello dell'immobile).
Stando ai fatti riportati ritengo quindi plausibile supporre che il primo agente immobiliare possa non aver modo di confutare tale situazione.
Non so se Tecnocasa avesse un incarico a vendere il terreno in quanto dopo la mia richiesta di procedere all'acquisto solo nel caso in cui fosse stato venduto anche il terren ho loro mi hanno risposto facendomi procedere con due offerte una sulla casa e una sul terreno
 

il_dalfo

Membro Assiduo
Professionista
Le due offerte è giusto che fossero scisse: da una parte i proprietari del terreno e dall'altra quelli della casa. Ciò non toglie che potessero aver un incarico per la sola terra: chiediglielo che fai prima.
Altrimenti potrebbe essere utile una dichiarazione da parte venditrice (del terreno) che fino alla data del xx/xx/xxxx* non avevano intenzione di vendere.
*successiva all'incarico di vendita della casa a tecnocasa
 

francesca63

Membro storico (ex agente)
Privato Cittadino
Tendo a pensare che il primo agente si renderà conto che non gli conviene andare oltre al tentativo verbale, nella sua richiesta.
 

Giuseppe Di Massa

Membro Senior
Agente Immobiliare
Secondo me il primo agente non ha diritto alla provvigione, perché le condizioni economiche per la vendita sono cambiate, è passato parecchio tempo, e si tratta anche di un “affare” diverso, se è vero che senza il terreno non avresti comprato nemmeno la villetta.
Inoltre pare pacifico che l’intervento della nuova agenzia sia stato l’unico determinante.
Ovviamente se è veritiero il racconto fatto.
Poi è passato un anno tra i due eventi, quindi direi che la prima agenzia non abbia titolo per vari motivi.
 

Mara_pop54

Nuovo Iscritto
Agente Immobiliare
1. Il primo agente non aveva più mandato, quindi titolo idoneo alla vendita e relativo titolo al riconoscimento della provvigione.
2. Il diritto alla provvigione scatta nel momento in cui l'affare (ben determinato) è concluso per merito dell'agente, avente titolo a vendere.
3. La mediazione va pagata entro massimo 1 anno dalla conclusione dell'affare, altrimenti va in prescrizione.
4. tu e il primo agente non avete trovato un accordo (relativo a casa + terreno).
5. Tecnocasa ha in vendita la casa e ti contatta.
6. Con loro concludi l'affare e acquisti anche il terreno di tuo interesse.
7. la mediazione è dovuta a loro, e nulla è dovuto al primo mediatore che ti voleva vendere il pesciolino rosso senza acquario.
E' vergognoso che un agente venga a chiederti la provvigione per una cosa che era soltanto "metà" di quello che tu avresti voluto acquistare. Ti romando ai punti 2 e 3.
Al primo agente nulla è dovuto. Sennò un saluto, truce. E mi auguro proprio che tale richiesta di rimborso provvigione sia soltanto in forma verbale.
 

francesca63

Membro storico (ex agente)
Privato Cittadino
1. Il primo agente non aveva più mandato,
Questo è ininfluente.
3. La mediazione va pagata entro massimo 1 anno dalla conclusione dell'affare, altrimenti va in prescrizione.
Quando sorge il diritto al pagamento, va pagata entro un anno, per evitare la prescrizione.
Qui, come abbiamo concordato tutti, non è nemmeno sorto il diritto.
nulla è dovuto al primo mediatore che ti voleva vendere il pesciolino rosso senza acquario.
Splendida metafora ;)
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
In sede di giudizio o comunque in sede stragiudiziale sarà solo parola contro parola
Ma non è vero.

Il rogito interviene come una lapide.
Sempre ammesso e, te lo auguro, che hai ottemperato alle mediazioni con rituale fattura.

Quella è la prova regina.
Ovvero che aldilà delle chiacchiere, inconfutabile è, che l'attività di mediazione è stata svolta da quel soggetto indicato sull'atto.

In mancanza di questo è una vera e propria lotteria.

Potrebbe succedere di tutto.

Quando si ha ragione, si è chiamati in causa, il difficile resta proprio dimostrare di averla.

Mentre per chi ha torto il peggio che può succedere è avere torto.
 

cristian casabella

Membro Senior
Agente Immobiliare
Certo che lo è, ma come faccio a dimostrarlo visto che

1) non ho una copia dell'annuncio della prima agenzia

2) il primo agente non mi ha fatto mettere nulla nero su bianco rifiutando a prescindere la mia intenzione di offrire 140k

In sede di giudizio o comunque in sede stragiudiziale sarà solo parola contro parola
E allora fatti portare in giudizio che tanto hai già vinto
 

pgmariconda

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Nessuno dei fatti che costituiscononla fattispecie che ha scaturito questa sentenza sono accaduti.
Non c'è stata offerta rifiutata, semplicemente
- non è stato proposto lo stesso affare
- non c'è stato modo di procedere a formalizzare un'offerta colmprimo agente

In sostanza non c'è stata mediazione
 

Gugly

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Tutte e quante interessanti argomentazioni ma che poco apportano al chiarimento del quesito posto dal lettore : la provvigione si paga una ed una sola volta !
Se poi intervengono altri mediatori autorizzati con diritto (dimostrabile) di ottenerne una quota ,proporzionale al loro intervento si configura la "pluralità di mediatori". Insomma dai fatti , semmai ,é una questione che inerisce le Agenzie!! Fermo restando che anche a parer mio la pretesa (verbale) del soggetto é quantomeno...pittoresca !!!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Raccontatemi ancora la storia che non mi state facendo ballare perchè stata litigando su chi deve farmi fare il primo giro...
Alice-Cooper ha scritto sul profilo di matusalemme.
Posso lasciarle il mio numero se fosse un problema usarlo possiamo continuare a discutere in chat
Alto