1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

    «PRONTO? Sei immigrato? Non ci sono case per te»....
    «PRONTO? Sei immigrato? Non ci sono case per te».

    E’ il provocatorio risultato di un’indagine condotta da Orda Precaria fra otto agenzie immobiliari di Empoli.

    «Abbiamo deciso di fare quest’inchiesta quando abbiamo notato comportamenti disuguali delle agenzie con i clienti che chiedono una casa in affitto, in particolare a seconda della loro cittadinanza», dicono dal gruppo empolese. E così, è scattata la «prova» delle duplici telefonate: una da parte di un cittadino italiano e l’altra, immediatamente successiva e alla stessa agenzia, da un cittadino chiaramente straniero, fin dalla pronuncia. La tipologia della casa o dell’appartamento ricercati è la stessa per entrambi, ovvero che possa rispondere alle esigenze di una famiglia di quattro persone, marito, moglie e due bambini. Dunque, stesse necessità con lo spazio di due camere grandi, cucina, soggiorno senza necessariamente avere il giardino e senza essere necessariamente ammobiliata. Spesa massima sostenibile che va dai 600 ai 700 euro.

    LE RISPOSTE che sono state date ai padri di famiglia in cerca di un alloggio risultano differenti da parte degli agenti immobiliari.

    In certi casi, addirittura, c’è chi sentendo parlare straniero non fa aggiungere altro e chiude la comunicazione con una risposta secca «non abbiamo niente di case in affitto» oppure «non facciamo affitti» o ancora «trattiamo solo uffici o fondi magazzino».

    Risposte date dalle stesse agenzie, come evidenzia Orda Precaria, che nella immediatamente precedente telefonata avevano detto all’italiano che avrebbero fatto ricerche e poi l’avrebbe richiamato per una risposta. C’è chi ancora più frettolosamente non appena alza la cornetta dà diverse spiegazioni al potenziale cliente ‘straniero’: «Deve venire qui in agenzia, qualcosa c’è venga in agenzia» o ancora «Facciamo solo vendite» oppure «Non ho niente in questo momento».

    «IL QUADRO che ne esce — proseguono i rappresentanti di Orda Precaria — per le agenzie immobiliari della nostra democratica Empoli è raccapricciante.

    Sette agenzie su otto danno risposte diverse al cliente migrante rispetto a quello italiano. In particolare per l’italiano c’è la casa, tre, quattro vani, arredata o no, oppure anche se al momento non c’è, l’agente immobiliare dice che richiamerà in seguito dopo una ricerca più approfondita. Tutto ciò se il cliente è italiano. Le risposte cambiano notevolmente quando a chiamare è, invece, una voce straniera». In un caso, un agente immobiliare ha una lunga conversazione con il cliente migrante: si dice anche dispiaciuto di dover far tante domande, ma è per non perdere tempo in due. Quando si arriva allo stipendio (uno solo da 1200-1300 euro al mese), il libero professionista con dispiacere dice con franchezza al migrante che quella casa «non gliela danno».

    UN’INCHIESTA da subito consultabile on line, tanto che Orda Precaria la renderà pubblica sul proprio sito internet all’indirizzo www.ordaprecaria.org.

    Da questa indagine emerge un altro dato a livello di semplice cronaca temporale. In genere le telefonate intrattenute con il cliente italiano sono più lunghe e articolate di quelle con lo straniero.

    «Si capisce da questa inchiesta che spesso sono i proprietari a non voler affittare a migranti e, benché non capiamo cosa ci sia da ridere nel dire ad uno straniero che le case in affitto ‘non le trattiamo’ quando invece per un italiano ce ne sono molte e con varie alternative, c’è un caso in cui l’agente immobiliare si dice dispiaciuto per tutte le domande che deve fare al migrante — commentano da Orda Precaria —. La casa è un diritto, per tutti e tutte, italiani e migranti».

    via La Nazione - Empoli - «PRONTO? Sei immigrato? Non ci sono case per te».....
     
  2. Manlio

    Manlio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    E' proprio così ma da sempre,principalmente nel nord Italia.
    In passato(anni 60/'70) agli emigrati del sud che cercavo alloggio nel nord per motivi di lavoro le risposte erano analoghe.
    Sbagliato in linea di principio generale si dovrebbe però,ai tempi d'oggi,capire le motivazione di fondo del razzismo.Dai retta alle notizie di giornali e tv si dovrebbero mandare via quasi tutti.Per un periodo ho frequentato la Germania capendo cosa significasse stato assistenzialista,chiunque entrasse era il benvenuto e assistito in ogni particolare,oggi per diversi motivi(giustissimi)anche lì hanno cambiato regole.
    I progressi socio-politici in Italia arrivano sempre dopo qualche decennio e non vorrei che i nostri governanti di oggi vogliano che il nostro paese sia assistenzialista,sarebbe un disastro socio-economico come l'esperienza di Francia,Germania,Belgio ecc.
    Giogio l'argomento è molto complesso e delicato,vedremo cosa scriverrano i partecipanti del topic.
    Saluti a tutti.
    Manlio
     
  3. Sandro 7942

    Sandro 7942 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Nel mio piccolo ricordo i racconti di mio papà, venuto a Torino dalla Basilicata negli anni '60 e malconsiderato da chiunque in quanto terrone.
    Ha trovato duro inserirsi, ha iniziato spalando neve a Porta Nuova, poi qualche altro piccolo lavoro.... Poi autista.... Poi salumiere, fino ad aprirsi una sua gastronomia a San Maurizio, che ha poi venduto per aprire un deposito da grossista.... In definitiva: è riuscito a fare carriera e a dare un futuro sereno a mia madre, mia sorella e me.

    Il punto è che oggigiorno quelle possibilità non esistono più. Sfido chiunque oggi a partire da zero e andare avanti solo con le sue forze; i tempi sono cambiati (in peggio da questo punto di vista) e trovo quindi comprensibile che ci sia tutto questo grado di diffidenza.

    Dispiace perchè conosco alcuni immigrati che si fanno un tombino tanto per mandare avanti la loro famiglia e, d'altro canto, alcuni italiani che altro non sono che dei truffatori.

    Mettendomi nei panni di un piccolo investitore, che ha puntato i suoi risparmi (sudati con anni di lavoro) su un appartamento da mettere a reddito, posso capire e condividere la scelta.
     
  4. Daniele Ruggeri

    Daniele Ruggeri Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Il Problema non siamo noi Agenti..Sono i proprietari (talvolta anch'essi Immigrati, ne ho uno Egiziano per intenderci...) che non vogliono stranieri nei loro appartamenti...
     
  5. giaggio

    giaggio Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Purtroppo è vero.
    Talvolta c'è condiscendenza o lasciar fare da parte degli agenti.
    Tempo fa - nei condomini del nord italia - si leggeva: "non si affitta a meridionali"
    Quanto ai cittadini stranieri debbo dire che non si tratta solo di comportamento razzista da parte dei proprietari: ci sono delle ragioni più o meno fondate.
    Alcuni anni fa, la consistente immigrazione clandestina, faceva diventare le abitazioni locate a
    stranieri dei veri e propri rifugi-asilo per connazionali (tali da configurare locazioni
    assai problematiche e con uso intenso o rovinoso dell'immobile oltre a possibili noie con la questura).

    Tuttavia di fronte a comportamenti palesemente razzisti, verso chi è in regola, è necessario che
    l'agente rinunci al cliente-proprietario e lo inviti ad uscire dai propri uffici.
    Siamo anche noi un popolo di emigranti (basta cercare tra i nonni o i bisnonni al massimo).
    Un paio di volte ho avuto la soddisfazione di farlo. Debbo dire che ci si sente meglio.
    Mi resta il rammarico di non aver sporto anche denuncia.
    Grazie per l'opportunità che mi avete dato per dirlo.
    Felice Marchioni - Abaco Immobiliare- Rieti
     
  6. Daniele Ruggeri

    Daniele Ruggeri Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Il paradosso e' che io ho un cliente extracomunitario che mi dice assolutamente no extracomunitari...che mondo gente....Ci sono stranieri meglio di italiani ma se persino tra di loro si negano allora si che e' un bel dilemma...Ho avuto in passato un cliente che mi vietava di portare stranieri a visionare casa sua, lui non doveva affittare..doveva vendere....C'e' in giro di tutto, la mamma dei matti ahime' e' sempre incinta....
     
  7. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Purtroppo c'è sempre qualcuno che "è il Sud" di qualcun altro ..... è la testa della gente che deve essere cambiata ma è un processo che richiede tempo, costanza e sacrificio che mi pare, in questi tempi di veline in Parlamento e reality in TV, siano merce rara! :triste:

    ;)
     
  8. astro

    astro Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    e quelli del Polo Nord prendono in giro gli islandesi..... :risata: :D
     
  9. Patty

    Patty Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Sono successe anche a me!
    Il problema in effetti sono i proprietari, se non vogliono stranieri è inutile che perdiamo tempo a fare visite, in fondo non siamo degli assistenti sociali! Devo dire che per fortuna qualche volta sono riuscita a convincerli e anche gli stranieri hanno avuto le loro case ma non è mai facile!

    L'ultima è del mese scorso, abbiamo affittato una casetta a tre persone seguite dal centro di salute mentale, seguitissime e anche simpatiche, il giorno dopo c'era già un articolo sul giornale per una raccolta firme per mandarli via :triste: siamo rimasti molto male, loro tre per primi, allora la raccolta firme l'abbiamo promossa noi per fargli sapere che invece il quartiere gli dava il benvenuto. E' stato un bel momento di civiltà :D
     
    A Graf piace questo elemento.
  10. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Bisognerebbe spiegare ai proprietari che il conduttore "immigrato", che prende la casa in affitto per far venire in Italia moglie e figli, ha troppo da perdere per non pagare (anche perchè in quel caso lo sfratto sarebbe velocissimo) , e sarà quindi sempre puntuale e preciso! :fico:
    So che è un discorso brutale e antipatico, che prescinde dalle caratteristiche della persona ma magari, proprio per la sua aridità e semplicità, farà breccia nella testa dei locatori! :triste:

    ;)
     
  11. Manlio

    Manlio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Eilà Maurizio(ex Taita),
    Giorni fà notavo la tua assenza dal forum e cominciavo a preoccuparmi.Poi hai ripreso l'attività e bon.
    Sai..i primi incontri non si dimenticano mai :sorrisone: .Salutoni.

    Grande partecipazione all'argomento però vorrei esprimere una nota(anche perchè il Mister potrebbe offendersi in qualità di promotore del topic),il medesimo non è riferito ai meridionali(ho fatto solo un breve cenno)ma agli extracomunitari.
    Ciao a tutti.
    Manlio
     
  12. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Grazie della considerazione! :confuso: Sono qui, sono qui ..... il custode non mi lascerebbe mai andare! :disappunto:
    .. .e apprezzo molto i tuoi interventi, equilibrati ma sempre conditi con una certa "vis polemica", che nel forum non ci sta certo male!

    A proposito, sai che sono sardo per parte di moglie? Non è sarda nemmeno lei, ma ha vissuto 12 anni a S. Antioco! :D

    ;)
     
  13. raffaella

    raffaella Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    io ci andrei pianino a garantire pagamenti da parte di terzi (italiani o stranieri che siano), purtroppo ci sono stati, ci sono e ci saranno moltissimi casi di conduttori che non pagano puntualmente o che devastano gli alloggi, con conseguente paura dei proprietari che, non dimentichiamolo, per avere un alloggio da affittare hanno fatto qualche sacrificio.
    L'agente immobiliare inoltre fa esclusivamente da tramite, e si attiene quindi alle "direttive" del proprietario. Ciao Raffaella
     
  14. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Assolutamente d'accordo, ma con quelle frasi io espongo semplicemente un fatto basato sulla logica, che ognuno deciderà di valutare come crede. :)

    Qui permettimi invece di dissentire: ritengo che il nostro compito sia proprio quello di spiegare alle parti la validità (o meno) delle loro convinzioni alla luce delle normativa e della "resa" commerciale, in modo che possano decidere con cognizione di causa come comportarsi!

    ;)
     
  15. raffaella

    raffaella Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Non sono proprio d'accordo: noi possiamo spiegare al proprietario che l'inquilino ha tutte le buone intenzioni ed i buoni proponimenti, che ci sono (e sono tantissimi, anzi la maggioranza dei casi) ottimi inquilini stranieri e non che pagano puntuali, e lui può decidere di darci la sua fiducia, ma... se qualche cosa non va per il verso giusto? A chi si rivolgerà il proprietario giustamente imbufalito? Con ragione all'inquilino moroso, ma con altrettanta ragione a chi ha garantito per questi, quindi credo che l'ultima parola debba restare al proprietario sempre e comunque.
    In caso di affitto io propongo la condizione della fidejiussione: chi non è solvibile o ha strane intenzioni desiste e non c'è offesa per nessuno.
    Ciao Raffaella
     
  16. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Vorrei chiarire che io non garantisco per nessuno! Posso esporre dei fatti ma l'ultima parola, ovviamente è sempre del proprietario

    L'obiezione alla fidejussione bancaria è che se avessero i soldi da depositare in banca li lascerebbero come anticipo per una casa ... quella assicurativa qui da noi è molto poco diffusa!
    Io tratto poco gli affitti, ma quasi tutte le volte l'ho proposta e non è stata mai accettata!

    ;)
     
  17. raffaella

    raffaella Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    La proposta della Fidejiussione può sembrare azzardata e controproducente, però...mi ha salvata da diversi casi di brutta figura (ho sperimentato che la nostra categoria è speciale per essere usata come capro espiatorio di molti mali ;) ), e non deve essere necessariamente una condizione sine qua non!
    Ciao Raffaella
     
  18. Manlio

    Manlio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Concordo pienamente.
    Manlio
     
  19. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Mi spiego meglio:
    non ho nulla contro la fideiussione, specialmente se mi porta al mio obiettivo, cioè la soddisfazione delle parti (e mia! :soldi: :soldi: ); il fatto è che non è gradita dai potenziali conduttori!
    Concordo comunque con te, Raffaella, sul fatto che l'agente immobiliare è per entrambe le parti il principale responsabile di tutto quello che succede nel corso del contratto di locazione :disappunto: (ecco perchè io ne faccio pochi! :D )

    ;)
     
  20. raffaella

    raffaella Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Sì, è MOLTO invisa ai potenziali conduttori, infatti io "uso la formula" per scoraggiare i potenziali clienti-disastro ( e quanti ce ne sono che entrano convinti di poter prendere in affitto qualunque cosa e non pagare poi il dovuto, provvigioni incluse :rabbia: ), e la ammorbidisco un po' dopo presentazione di serie referenze con buona pace e soddisfazione di tutte le parti

    Ciao Raffaella
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina