1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cordelia07

    cordelia07 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    salve a tutti, ho da poco effettuato una proposta d'acquisto si un'immobile tramite agenzia immobiliare. Dopo che la mattina ho avuto la notizia che il proprietario accettava la proposta la sera mi ha chiamato l'agente immobiliare dicendomi che il venditore aveva deciso che non poteva più vendere perchè in famiglia hanno avuto da ridire sul prezzo dell'immobile!! ora vorrei sapere se io sono comunque obbligata a pagare la provvigione che spetta all'agenzia immobiliare o no:triste:
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se la proposta non è stata accettata, nulla è dovuto al mediatore.
     
  3. cordelia07

    cordelia07 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie Antonello per averni risposto ma il venditore ha accettato la proposta d'acquisto ed ha ritirato il mio primo assegno per bloccare l'immobile ma dopo averne discusso in famiglia ha deciso che il prezzo di vendita era troppo basso e che doveva sollevarlo per non avere problemi in ambito familiare e che a quel punto se a me non andava bene mi avrebbe restituito anche l'assegno, ma quello che non mi è chiaro e se devo pagare o no l'agenzia :confuso:
     
  4. monna lisa

    monna lisa Membro Junior

    Privato Cittadino
    Se il venditore ha accettato la proposta non puo' tornare indietro solitamente senza pagare una penale del doppio di quanto gli hai dato ma bisognerebbe vedere cosa c'e' scritto sulla proposta,Non penso l'agenzia possa richiederti nulla.Informati bene con un esperto.
     
  5. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    in teoria (ma può variare a seconda tel testo della proposta) se lui ha accettato tu hai diritto - se vuoi - di acquistare a quel prezzo (generalmente proposta + accettazione = preliminare). Altrimenti hai diritto al doppio della caparra.. L'agenzia secondo me dovreste pagarla, alla fine l'Agenti Immobiliari ha fatto il suo lavoro anche se il venditore decidesse di nn vendere.
     
  6. Fabrizio C

    Fabrizio C Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Devi controllare se la proposta e' stata firmata al momento dell' accettazione dal proprietario oppure era stata accettata solo verbalmente.
     
  7. monna lisa

    monna lisa Membro Junior

    Privato Cittadino
    concordo con Fabrizio,in questo caso all'agenzia, se la proposta e' stata solo verbale,nulla e' dovuto.
     
  8. morgese carmela

    morgese carmela Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    L'agenzia riceve le sue provvigioni nel momento in cui la vendita è concordata da entrambe le parti, la parte venditrice tirandosi indietro ha reso l'operato dell'agenzia nullo. Non sei dovuta a pagare le provvigioni... Ma la casa è di un unico proprietario?
     
  9. cordelia07

    cordelia07 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    fabrizio la proposta è stata accettata dal proprietario firmando la proposta d'acquisto
    carmela la casa è di un unico proprietario...
     
  10. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Così è più chiaro e con l'ausilio delle altre risposte, si può risponderti meglio.
    Il fatto:
    "Il venditore ha accettato la proposta e a conferma ha anche incassato l'assegno, da te depositato fiduciariamente all'agente immobiliare".
    Se per un attimo fotografiamo questo momento, tu devi pagare la provvigione all'agente ed il venditore deve venderti l'immobile, ovviamente pagando il residuo prezzo all'atto notarile.

    La novità:
    "Il proprietario ci ripensa e non vuole più vendere" (le motivazioni poco importano).
    Tu devi sempre pagare l'agente ed il proprietario deve restituirti il doppio della caparra versata.
    Se questo doppio non ti soddisfa (economicamente) puoi rivolgerti al giudice e chiedere i danni o l'esecuzione del contratto di vendita.
    Rispondendo alla tua domanda:
    allo stato attuale devi pagare la provvigione all'agente immobiliare.​
     
    A europea, cordelia07, vixent e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  11. cordelia07

    cordelia07 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie antonello sei stato gentilissimo :)
     
  12. seph78

    seph78 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Io parlo per la mia esperienza, quindi se dico sciocchezze scusatemi... ma la provvigione all'agenzia immobiliare l'ho pagata al compromesso.
    Anche perchè facendo un esempio numerico, mettiamo che compro una casa di 400k euro, alla proposta ovviamente darò una cifra simbolica di 5000 euro.
    La provvigione che spetta all'ai è il 3% + IVA che sono 12 mila euro + 2400.

    Il venditore si ritira e mi da il doppio della caparra, io mi intasco 5000 euro e ne devo dare all'agente 14mila...
    Cornuto e mazziato?

    Semmai è il venditore che dovrebbe corrispondere all'agente la provvigione, visto che l'agente il compratore gliel'aveva trovato eccome.
    Per me alla proposta accettata il lavoro dell'AI nei miei confronti di compratore non è finito. Al compromesso registrato, e su ben altri numeri si.
     
  13. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Un pò di confusione.
    Il venditore che si ritira pagherà o il doppio della caparra o i danni conseguenti alla sua azione.
    Sta al proponente decidere quale strada seguire.
    Sicuramente in questo caso, da te elencato, chiederà i danni.
    Il venditore pagherà anche lui la sua provvigione.

    Per la legge italiana, si. All'accettazione della proposta il "lavoro" dell'agente immobiliare è concluso.
    Per l'etica professionale, no.
    Non capisco "al compromesso registrato" e "su ben altri numeri".
     
  14. seph78

    seph78 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Intendevo che, per come la vedo io, la proposta, al di là dell'esigua cifra che si dà per bloccare l'immobile, è pura carta straccia.
    Il compromesso, registrato all'agenzia delle entrate o vidimato da un notaio, è un documento ufficiale che dichiara l'intenzione di concludere l'affare e in quali modalità. Per questo mi sembra corretto che i soldi all'agenzia vengano dati al compromesso. Da quel momento in poi il lavoro è finito.
    Il su ben altri numeri era inteso perchè al compromesso la caparra che si dà è, in linea di massima, il 20% del prezzo dell'immobile, quindi averne il doppio indietro come risarcimento, vuol dire rimanerci ampiamente dentro anche pagando giustamente la mediazione.

    Insomma far pagare la mediazione solo con una firma su una proposta di acquisto è sbagliato.
     
  15. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Purtroppo non è così.
    La proposta accettata ha validità contrattuale, a prescindere dalle somme che siversano.

    Sono certo che l'agente immobiliare ti avrebbe seguito sino al rogito.
    E' una prassi non dettata da alcuna legge.
     
  16. Franciscus

    Franciscus Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve, ho una situazione abbastanza simile, mi spiego: io sono un proponente acquirente e ho fatto la proposta tramite agenzia con allegato assegno. Adesso l'agenzia mi scrive comunicandomi che il venditore ha sì firmato e accettato la mia proposta ma, siccome sono emerse difformità non sanabili, il venditore ha posto la "condizione" che dovrei accettare l'immobile nello stato di fatto, quindi non conforme urbanisticamente e catastalmente. Ad oggi l'agenzia non mi vuole rilasciare copia della proposta; io vorrei fargli causa e chiedere il doppio della caparra. Cosa suggerite? grazie a tutti
     
  17. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La copia te la devono rilasciare, ma se l'accettazione è 'condizionata', è di fatto una non accettazione. E' un 'invito' ad una nuova contrattazione che potrai accettare (forzando la mano) oppure lasciar perdere.
    Detta così direi che nn ci sono gli estremi per la rescissione/risoluzione
     
  18. Franciscus

    Franciscus Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta, L'agenzia non mi vuole dare la copia della proposta che dice di avere... secondo me perchè il venditore ha firmato per accettazione e posto la condizione a voce (sarebbe un fesso a mettere nero su bianco una difformità dell'immobile) e l'agente immobiliare sa bene che con la proposta in mano il venditore è in difetto con me. L'immobile mi interessa e di ridurre il prezzo non se ne parla, forse paventando una causa si ammorbidisce, qualche suggerimento?
     
  19. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    cosa c'è scritto esattamente nell'accettazione?
     
  20. Franciscus

    Franciscus Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    non so esattamente cosa ci sia scritto perchè l'ag. immobiliare non mi consegna la copia della proposta accettata, mi ha solo scritto una mail comunicandomi che il venditore ha accettato a condizione che l'ag. immobiliare verificasse la giusta corrispondenza catastale e urbanistica dell’immobile. Dalla verifica è emersa la difformità urbanistica catastale e quindi, secondo l'egente, l'invalidità dell'accettazione....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina