1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. prisco79

    prisco79 Ospite

    Buongiorno,
    sto trattando un appartamento che mi interessa molto. Sono alla proposta d'acquisto, che x il nome che porta ha senso di esistere qualora ci sia la possibilità di trattare, ed ottenere un qualcosa anche se piccola rispetto alle condizioni iniziali.

    Io ho proposto lo stesso prezzo che l'agenzia mi ha inizialmente fornito, non quello dell'annuncio ma con 3mila euro che sarebbero stati i "trattabili" scritti nell'annuncio. comprensivo però della cucina.
    Poi ho chiesto la disponibilità entro maggio 2011, quindi 4 mesi.

    La loro risposta è stata praticamente negativa su entrambe le cose con sola "concessione" di liberarlo x luglio anzichè a settembre come avrebbero bisogno.
    La cucina l'avrebbero pagata 10.000 euro e al max possono farmi 5.000. Ma pensa te...

    Ora, la mia opinione è questa, capisco che se già me l'hanno proprosto al minimo plausibile non posso certamente avere grandi pretese di ottenere chissàchè, però almeno accontentarmi nelle tempistiche.
    A me premeva entro maggio perchè mi scade un contratto d'affitto, quindi dovrei pagare 2 mesi in più x attendere i loro tempi.
    A tal proprosito pensavo di proporre l'ok x luglio ma di scontarmi euro 1.000 di due mesi di affitto e spese che devo pagarmi per attendere che loro traslochino. Secondo voi è fattibile come controproposta?
    No, perchè ho l'impressione che questi abbiano la certezza matematica di avere la fila fuori dalla porta, e se la tirino un pochino.
    Non dico di svendere, ma venire in contro con un piccolo ultimo sforzicino.

    Del resto la realtà è che l'agenzia ha un cliente sicuro e si becca l'insindacabile 3%+IVA (anche se questa ha tutto l'interesse a NON far scendere il prezzo dell'immobile, quindi non avrò mai l'appoggio x ribassare neanche 1 euro), e il venditore ha un acquirente certo, perchè la proposta d'acquisto serve anche a dimostrare il reale interesse all'acquisto dell'immobile.
    Secondo voi devo "mangiarmela" e accettare le loro condizioni (ma allora mi chiedo a che cacchio serva la proprosta se non si può proporre), oppure tentare questa ultima chance.

    Grazie x l'attenzione.
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Un proprietario vende casa sua alle sue condizioni non a quelle dell'acquirente, bisogna mettersi bene in testa questo.
    al limite se la tempestica non gli va bene perche' ha bisogno di piu' tempo per trovare anche lui una casa non puoi fargli fretta piu' di tanto.
    tu proponi................lui decide.
    ciao
     
  3. prisco79

    prisco79 Ospite

    Si per carità, ma non è così di default. Il propietario decide certo, ma deve considerare vari aspetti. Non tutti si permettono il lusso di lasciare li invenduto un appartamento ad un prezzo fisso. Alcuni hanno esigenze diverse, devono estinguere il mutuo con la vendita e acquistarne uno più grande, hanno ereditato una percentuale di casa altrove e vogliono liberarsene x avere i soldi, hanno un immobile poco richiesto x vari motivi etc., in più sono tempi in cui prima di rifiutare a priori ci si pensa 10 volte. E su questo non transigo anche se "giustamente" alcune agenzie se la tirano dicendo che vendono appartamenti ogni giorno...quando ho amici agenti che stanno già valutando altri lavori, quindi vabbè.
     
  4. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    tutto giusto quello che dici.................ma non tutti vendono perche' hanno l'acqua alla gola, questo e' da tenere bene presente.
    un proprietario cerca di vendere senza danneggiare i propri interessi e se la fretta dell'acquirente di fargli lasciare l'appartamento lo danneggia puo' aspettare o chiedere al proponente di andare lui in affitto e gli libera la casa quando sa dove andare.
    e' un mercato di contrattazione..............se ci si trova d'accordo, bene, altrimenti, si passa oltre.
     
    A gcaval piace questo elemento.
  5. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao, l'agenzia ha l'interesse a vendere e non a tenersi l'immobile in vendita, sicuramente è il proprietario che non molla, se è l'immobile giusto per Te acquistalo! hai già tentato di acquistarlo a meno e non ti è riuscito. auguri;)
     
    A Limpida piace questo elemento.
  6. prisco79

    prisco79 Ospite

    Ciao Maurizio,
    ho fatto così ieri, ho dovuto cedere alle loro "condizioni", pazienza dai. L'importante è che ci piaccia e che vada tutto ok:)
     
    A Limpida piace questo elemento.
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' perlomeno strana questa convinzione attuale degli acquirenti che un prezzo di partenza si debba trattare per forza !:shock:

    La trattativa è un optional, non una certezza, e se il proprietario, come ha giustamente sottolineato Acquirente, non ha l'acqua alla gola, non vuole svendere e vuole fare le cose con calma.... beh, va rispettato.

    Non è che uno venda e debba sorbirsi per forza le aspettative (errate) degli eventuali acquirenti !

    Silvana
     
    A gcaval e acquirente piace questo messaggio.
  8. prisco79

    prisco79 Ospite

    Ma allo stesso modo NON è una certezza il NON trattare. Chiedere è lecito rispondere è cortesia, al di là della posizione si dovrebbe avere il buon senso di capire che forse 1 su un milione accetta ad occhi chiusi il prezzo proposto inizialmente senza nemmeno battere ciglio, ma quando mai?
    Con questo non dico che il venditore DEVE abbassare il prezzo, questo è chiaro che dipende dalle sue esigenze, se ha necessità o meno di vendere prima possibile, però è altrettanto vero che se mai si chiede nulla, mai si ottiene nulla. Il venditore vuole ottenere il più possibile e l'acquirente vuole spendere il meno possibile, entrambi hanno i loro buoni motivi.
     
  9. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    dipende da immobile ed immobile, da zona a zona, da citta' a citta'.
    a milano (come a venezia immagino) in certe zone NON si scende, credimi e soprattutto se un proprietario ha gia' valutato per il suo immobile in vendita un prezzo giusto, al di sotto delle quotazioni della zona, trovo giusto che non scenda ulteriormente a dispetto delle aspettative dell'acquirente.
    i casi sono tanti...............ma ricordiamoci che l'immobile e' suo e lui lo vende al prezzo che ritiene giusto altrimenti se lo tiene.
    come fanno tanti di questi tempi.
     
  10. prisco79

    prisco79 Ospite

    Io sto a Mestre e le case costano molto, però sono tempi duri un po' x tutti. In questo caso il venditore non è Briatore, come me acquirente del resto :^^:, di conseguenza si ragione x quel badget in quel contesto. Partendo che nessuno ti regala niente, il costo da loro proposto già trattato al minimo che posso fare è giusto, non certo meno di quello che vale.
    Quindi partendo da questo fatto io ho solo proposto il medesimo prezzo comprensivo della cucina. E qui entriamo in un altro campo, ovvero quello strettamente personale. Il mio ragionamento è plausibile, sapendo che dovranno fare 2 traslochi, la cucina è usata e non sempre riadattabile altrove etc etc alcuni x chiudere l'affare avrebbero potuto accettare. Non è il loro caso ok pazienza. La proposta ci poteva stare tutto qui;)
     
  11. vixent

    vixent Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    a Como e provincia l' usato, per vari motivi , è fermo ci sono immobili in vendita da più di un anno scesi di 50/70000 euro ancora fermi lì e come dice il mediatore con cui sono in contatto per 10 venditori c'è 1 persona che si guarda in giro e non è detto che acquisti
     
    A acquirente piace questo elemento.
  12. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    non ti preoccupare, troverai senz'altro di meglio.
    :D:D

    Aggiunto dopo 1 :


    bellissima Como.
     
    A vixent piace questo elemento.
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare


    Mi riferivo alla tua espressione "non transigo" ecc.

    Certo che uno ci prova, quantomeno dovrebbe farlo secondo limiti "umani" e non assurdi.
    Non è infrequente il caso di acquirenti che vengono a vedere un appartamento da, per es. 170.000 € e poi ti dicono: "il mio budget non supera i 140.000" e quando gli chiedi "allora perchè viene a vederne uno che costa 30.000 € in più ?" ti rispondono che loro ci provano...:rabbia:

    Ma ti sembra che su un appartamento da 170.000 ci possano stare 30.000 euro di ribasso ????

    Silvana
     
    A acquirente piace questo elemento.
  14. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    brava bagudi, vallo a spiegare a chi vuole comprare.
    oggi c' e' la moda di chiedere sconti assurdi perche' ti fanno il favore di comprarti l'immobile.
    chiedono il 20 o addirittura il 30% di sconto senza neanche informarsi se il prezzo in vendita e' gia' giusto.
    se leggo i vari forum di tipo ribassista c'e' una aspettativa assurda in giro...............gli immobili non potranno
    costare mai il 50% in meno.
     
  15. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Dillo a me, che combatto tutti i giorni con queste assurde aspettative...

    E finisce che i proprietari ti guardano anche male, perchè pensano che sia tu ad alimentare queste proposte ridicole...

    Silvana
     
  16. prisco79

    prisco79 Ospite


    Il non transigo era riferito al fatto che oggi (almeno da me, non so da te) prima di rifiutare a priori una proposta sensata di un acquirente deciso a comperare il tuo appartamento ci si pensa 10 volte.

    Io ho fatto una proposta ben entro i limiti umani, l'ho scritto bene.
    Poi se altri fanno richieste impossibili affari loro, gli risponderete di conseguenza.

    Da me in alcuni casi basta avere pazienza e aspettare, calano anche di 30.000 euro nel giro di 1 anno. Vuoi perchè sono appartamenti con caratteristiche particolari e c'è una certa urgenza...ma non bisogna avere fretta ovviamente.
     
  17. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Forse riuscivi a cavartela se non dimostravi interesse per la cucina, sai quante cucine vedo "regalare" all'ultimo momento perchè gli ex proprietari non sanno più dove mettersele? La strategia non é un optional!
    Poi non capisco perché secondo te l'agenzia avrebbe interesse a non convincere il proprietario di ritoccare il prezzo in basso. Poniamo un immobile proposto dal proprietario a € 200.000 e venduto a 195.000. L'agenzia ci rimetterebbe solo € 150,00.
    Secondo te vale la pena non trattare con il rischio di perdere un proponente?? :???:
     
  18. vixent

    vixent Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    concordo con te, è gente che fa solo perder tempo a Voi che lavorate poi capita la fortuna come è successo alla mia compagna di vedere più di un anno fa un appartamento ( su internet) in vendita a 230000 euro ,( sovrastimato? sicuramente ,il valore reale a detta di suo fratello perito edile era di non più di 200 -210000) non avendo fretta e non disponendo del budget decide di soprassedere dopo più di un anno eccolo lì a 195000 offerta di 180000 e preso grazie anche all opera di convincimento dell agente( i propietari avevano esigenza di trasferirsi ed erano stanchi di aspettare)
    cordialmente

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    esatto nel caso mio anche alcuni mobili su misura sono stati inseriti

    concordo
     
  19. prisco79

    prisco79 Ospite

    Bè perchè? Se all'ultimo dovesse essergli di intralcio sa che a me può interessare, non capisco perchè visto che gliel'ho proposta prima allora anche se volesse non me la darebbe...:domanda: forse non ti ho capita.

    In questo caso l'agenzia aveva preso accordi col proprietario scegliendo di venderla già al prezzo più basso (es. annuncio 148 trattabili, 145 finiti e comunicati), quindi accettare una proposta ulteriormente ribassata gli avrebbe fatto fare una brutta figura col venditore oltre che farmi perdere tempo a me sapendo che non avrebbe mai accettato. Il compromesso della cucina mi sembrava dunque una richiesta legittima, visto che appunto a volte non tutti hanno modo di riadattarla.
     
  20. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina