1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. assimott

    assimott Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    buongiorno a tutti,
    io avrei bisogno di lumi sul quantum dare all'agenzia immobiliare.
    vi racconto quanto sta succedento:
    sto partecipando ad un'asta pubblica per l'acquisto di un immobile.
    premetto che io conoscevo già l'immobile, solo che non sapevo quando andava all'asta.
    mi sono quindi rivolto ad un'agenzia di paese per chiederle di tenermi aggiornato.
    ora è arrivato il momento di concorrere.
    l'agenzia ha svolto due funzioni: avermi avvertito e compilato la richiesta di partecipazione alla gara.
    prima di inoltrare la stessa mi ha fatto presente che nel caso di aggiudicazione le devo il 3% del valore offerto.
    vi chiedo: è corretto o cmq c'è una percentuale prevista per questo tipo di interventi?
    grazie,
    alessio
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se le cose stanno così non ha diritto ad alcuna provvigione e non esiste una tariffa per questo tipo di interventi.
     
  3. alex82

    alex82 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    caro assimot se non vuoi pagare mediazione non rivolgerti a professionisti e sbrigati la procedura e l'asta tu personalmente,

    e saputo e riaputo che chi offre una consulenza minima o massima a diritto a delle provvigioni.
    tu vorresti lavorare e poi non essere pagato??? fatti questa domanda e ti darai una risposta da solo. ciao
     
    A real estate buyers piace questo elemento.
  4. infoprodottimmobiliari

    infoprodottimmobiliari Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Il collega ha risposto da agente agente immobiliare e in linea di principio sono d'acordo con lui, ma solo sotto un aspetto morale, perchè per ciò che riguarda quello di cui tu parli, cosi come ha scritto antonello, non esiste nessuna mediazione in termini di percentuale che tu debba pagare, anzi non è previsto proprio che i colleghi possano chiederti nulla.

    A meno che non ti abbiano fatto sottoscrivere una somma e non una %, quale somma per una consulenza offerta, allora li sarebbe differente, perchè non potresti dimostrare in merito a cosa o meno l'hai ricevuta.

    di fondo però, spieghi bene nel tuo messaggio che il 3% te lo hanno chiesto prima, quindi siamo più corretti, non aspettiamo di vedere che combina una agente immobiliare e poi deciamo se e quanto pagarlo.

    ciao
     
    A real estate buyers piace questo elemento.
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Può darsi che gi abbiano chiesto una cifra equivalente al 3% per una consulenza... Possibile ?

    Silvana
     
  6. assimott

    assimott Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    il valore dell'immobile supera i 600.000,00 euro.
    caro alex,
    so bene che quando uno lavora va pagato.,
    solo che volevo capire, vista la situazione, quanto
    poteva/doveva essere la cifra corretta.
    grazie,
    alessio
     
  7. alex82

    alex82 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ciao alessio, sono d'accordo con infoprodottiimmobiliare e ti rispondo da agente in attività finanziaria.

    per un'importo cosi importante il 3% è un pò esagerato cerca di trovare un punto d'incontro.

    ma parti sempre dal punto che un consulente una mediazione la vuole.
    anche noi x istruire una prt di mutuo prendiamo delle % per la mediazione del mutuo ma i nostri clienti sono felici di pagarli perchè risparmiano sul preventivo mutuo che noi gli offriamo e sulla celerità e serietà che gli diamo.

    sempre al tuo servizio alex
     
  8. Marina Langella

    Marina Langella Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare

    Probabilmente non esiste una tariffa precisa ma l'agenzia ha diritto a un compenso perchè ha lavorato come se avesse avuto un mandato a titolo oneroso...nel senso che ha lavorato solo per la parte acquirente.
     
    A real estate buyers piace questo elemento.
  9. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'agenzia, come da te detto prima, ha svolto due funzioni:
    Quindi niente mediazione.
    A niente mediazione corrisponde niente provvigione.
    La compilazione della richiesta di compilazione all'asta non può assolutamente avere un costo di 18 mila euro.
    Non esiste una cifra corretta o dovuta per la prestazione dell'agenzia.
    Non è pensabile neppure per una consulenza e in questi periodi neppure per una complessa mediazione.
    E' una questione di buon senso e di serietà.
    Ho scritto tante di quelle lettere per conto dei clienti e la maggior parte delle volte sono stato ringraziato con un aperitivo o un caffè.
    Da quì ti puoi regolare.
     
  10. Marina Langella

    Marina Langella Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Antonello a quel che ho capito lui ha dato incarico a quest'agente di seguire la faccenda, sia pure verbalmente. Ora capisco che il 3% può essere discutibile ma il principio è che l'agente ha ricevuto delle istruzioni per seguire questa faccenda. Non esiste mediazione ma fino a prova contraria noi possiamo lavorare anche per una sola delle parti , come in questo caso appunto.
     
  11. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Infatti, anche io credo che sia giusto riconoscere un compenso come per qualunque lavoro svolto.
    Certo, conoscendo il valore dell'immobile è impensabile il 3%, ma anche il 2%.
    Ma, secondo me è impensabile anche lo 0%.

    Silvana
     
  12. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si, capisco che lo vuoi far passare come mandato e ci possiamo lavorare ufficialmente.
    Ma per aver compilato la domandina...................
    Altro è se partecipa all'asta in nome e per conto.
     
  13. Marina Langella

    Marina Langella Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Non ha solo compilato una domanda di partecipazione.....

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    Inoltre come si può leggere l'agente ha avvertito che in caso di aggiudicazione dell'immobile gli si doveva pagare il 3% ( ripeto che è discutibile la cifra) ma i patti erano stati chiari e accettati.

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    Perchè poi venir meno alla parola data ?Se prima si accetta dopo ci si ripensa perchè non si ha più bisogno del lavoro dell'AI. Non mi sembra corretto il principio.
     
    A Damiameda piace questo elemento.
  14. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Attivo

    Altro Professionista
    Partendo dalla considerazione che non esistono tabelle che fissano le percentuali dovute per le provvigioni e non sarebbe male un intervento del legislatore, nel caso di specie non vi è stata alcuna mediazione.
    Le consiglio di accordarsi per correttezza, avendo conferito l'incarico senza pattuire il compenso, per un importo forfettario certamente inferiore al 3%, ad esempio visto il valore dell'immobile e l'attività meramente materiale svolta nel suo interesse suggerisco euro 4000- 5000 al massimo IVA inclusa.
    Un eventuale contenzioso difficilmente sarà avviato dall'agenzia vista la mancanza del requisito ex art. 1754 del codice civile per il diritto alla provvigione che le ricordo può anche essere decisa dal Giudice secondo equità.
    Avv. Luigi De Valeri
     
    A Antonello, agrm e real estate buyers piace questo elemento.
  15. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Soprattutto in questo periodo storico sarebbe prorio ora di smetterla , come fa Antonello , di continuare a lavorare gratis per la gente, qualunque sia il nostro contributo, non è giusto che tutti si facciano pagare e noi si faccia beneficienza con la speranza di avere poi il cliente che invece avendo bisogno poi di vendere se ne va da altri. Non ritengo giusto il 3% come giustamente avete messo in evidenza , però il fatto che colui che ha partecipatoall'asta è divenuto proprietario di un immobile importante che gli renderà nel corso dei tempi,il tutto grazie al contributo di un agente immobiliare, è anche giusto che quest'ultimo abbia il suo compenso, magari lo 0.50% più IVA.
     
  16. Feder79z

    Feder79z Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti, posso chiedervi di arricchire la discussione rispondendo al mio quesito di privato cittadino?

    Abito in un piccolo paese e pertanto sono venuto a sapere che vi erano degli appartamenti inseriti in 2 palazzine che erano interessate da un fallimento di un’immobiliare.

    In questa palazzina vi sono diversi appartamenti non abitati, pertanto quando ho visto l’annuncio “vendesi”, ho deciso di contattare l’agenzia. Gli annunci parlavano di appartamenti in concordato preventivo e di appartamenti in vendita.

    A novembre 2013 vado a vedere l’appartamento e l’agente mi conferma che trattasi di appartamenti inseriti in un concordato preventivo. Inoltre mi da fantomatiche informazioni (posso fare l’offerta che voglio al curatore, il bando viene pubblicato e tempo un mese scatta l’asta, come se fosse una cosa veloce..). L’agente mi ha fatto firmare un foglio di visita all’uscita dell’appartamento

    Io mi informo e scopro che anche quegli appartamenti sono inseriti nel fallimento dell'immobiliare, ed ovviamente i ribassi sono limitati al 10/15%. La persona con cui ho parlato non mi è piaciuta per nulla per le false informazioni che mi ha dato. Decido di lasciar perdere. Tra l’altro quando gli ho chiesto, telefonicamente, l’importo della sua parcella, la risposta è stata “vediamo come va la trattativa….”

    Aggiungo che l'agente collabora con il curatore fallimentare.
    A maggio 2013 viene fatta la prima asta in cui viene venduto un appartamento.

    A fine novembre 2013, viene fatta una seconda asta, io faccio un’offerta direttamente al tribunale su un appartamento, sul quale, tra l’altro, è stata fatta un’offerta diretta al curatore.

    Mi aggiudico l’appartamento.

    L’agente immobiliare mi ha fatto scrivere dall’avvocato chiedendomi il 5% del prezzo base d’asta

    Premesso che ho intenzione di riconoscere una parcella perché comunque ha perso del tempo a farmi vedere l’appartamento, voi cosa ne pensate?

    In base alla vostra esperienza (e magari in base alla giurisprudenza) sussiste il diritto di mediazione?
     
    Ultima modifica di un moderatore: 23 Febbraio 2014
    A Antonello piace questo elemento.
  17. agrm

    agrm Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Buongiorno,
    io sinceramente non capisco su che bassi possa chiederti una provvigione se ti ha fatto vedere solo l'appartamento e tu non gli hai firmato nessun tipo di mandato. Sulla base di quanto hai scritto, tu hai fatto da solo l'offerta al tribunale e ti sei aggiudicato l'immobile e non hai firmato nessun mandato, di conseguenza all'AI non spetta alcun compenso
     
  18. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Quale mandato doveva firmare ?
     
  19. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare


    In che senso l'agente collabora con il curatore fallimentare?
     
    A ingelman e Rosa1968 piace questo messaggio.
  20. agrm

    agrm Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Ripeto la domanda: a che titolo questo signore dovrebbe dare dei soldi all'AI? Quale prestazione professionale è stata svolta dall'AI per richiedere un compenso? Facendo fede a quello che questo signore ha scritto, lui ha solo fissato un appuntamento con il curatore e ha visionato l'appartamento. Voi percepite dei soldi per far visonare un appartamento? Tra l'altro qui stiamo parlando di aste immobiliari non di una libera compravendita dove le vendite immobiliari possono essere svolte da un mediatore. Qui c'è un giudice che delega un curatore al quale è affidata la gestione della procedura e l’amministrazione dell'immobile compiendo tutte le attività necessarie alla conservazione e alla liquidazione dell’attivo che sono finalizzate al pagamento dei creditori ammessi al passivo.
    L’attività di gestione ed amministrazione è in ogni caso svolta sotto la vigilanza costante del
    giudice delegato e del comitato dei creditori, nell’ambito delle funzioni che sono loro attribuite.
    Le operazioni debbono essere svolte dal curatore personalmente.
    Vi sono solo due deroghe a tale regola generale. Il curatore può:

    • delegare ad altri alcune specifiche operazioni (dalle quali sono comunque escluse attività espressamente indicate dalla legge all’art. 32 l.f.) , purché sia stato a ciò autorizzato dal comitato dei creditori. In tal caso, il compenso del soggetto delegato è liquidato sempre dal giudice delegato, ma sottratto al compenso dovuto al curatore medesimo;
    • farsi affiancare da altri soggetti dotati di specifiche competenze che completano quelle già rivestite dal curatore: essi vengono retribuiti e operano sotto la responsabilità dell’organo nominato dal tribunale. In questo caso, del compenso riconosciuto al coadiutore, si tiene conto ai fini della liquidazione del compenso finale riconosciuto al curatore.
    Detto ciò, salvo che l'AI non sia stato delegato direttamente dal Giudice o dal curatore, a sua volta autorizzato, e il tutto risulti da un atto scritto; o abbia fatto firmare un mandato a questo signore nel quale agisce in nome e per conto dello stesso per compiere le azioni necessarie per aggiudicarsi l'asta o per altro tipo di consulenza relativa alla stessa dove appunto si stabilisce che a fronte di queste prestazioni viene richiesta la provvigione, non credo che possa richiederla.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina