1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Quale percentuale di affari immobiliari vi va miseramente in fumo a causa del rifiuto categorico della banca di concedere un mutuo all'aspirante all’acquirente?

    Come si potrebbe risolvere il problema dei troppi bastoni che gli istituiti finanziari mettono tra i piedi degli mediatori?
     
    A il Custode piace questo elemento.
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il problema sono i prezzi troppo alti, non il calo dei finanziamenti. Le banche sono tornate alla 'normalità' dopo un periodo di manica larga... Adesso è arrivato il conto (prima o poi arriva sempre...) ;)
     
    A fpsoft piace questo elemento.
  3. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Per risolvere il problema è sufficiente mandare il cliente in banca per una verifica preventiva e solo successivamente cercare un immoble che risponda alle sue esigenze, sempre però nel rispetto di quanto può ottenere.

    Una procedura diversa rischia solamente di far perdere tempo a tutti.
     
    A Limpida e proge2001 piace questo messaggio.
  4. Abakab

    Abakab Ospite

    Il periodo peggiore è stato quello successivo al problema dei Subprimes negli Stati Uniti, fine 2008, dove le banche di botto hanno bloccato l'erogazione dei mutui e con estrema difficoltà abbiamo chiuso operazioni, in quel momento, in essere.
    In particolare ricordo un' operazione di una coppia: proposta fatta primi di Settembre, compromesso fine Settembre con data ultima per rogitare 31 Dicembre 2008 ..... siamo riusciti a rogitare metà Aprile 2009, ancora oggi ringrazio la pazienza del venditore che nel frangente non si era mai appellato a discorsi di inadempienza, penali .. e roba varia.
    Oggi è mia abitudine, dopo aver fatto visionare l'immobile, chiedere se si sono già mossi con le banche per l'eventuale mutuo consigliando loro di farlo nel caso non l'avessero già fatto.
    Concordo sul fatto che i prezzi degli immobili dovrebbero calare riportandoli a dei valori più reali, non dico a livelli di Lira ma poco più.. avremmo di fatto una ripresa, non solo relativo alla concessione dei mutui, ma a tutto il settore immobiliare.
    Ho fatto questo discorso ad un milanese che aveva acquistato una seconda casa (in Lire) dalle mie parti e mi ha chiesto una valutazione per rivenderla, pur dando un valore congruo col mercato attuale , ..la sua reazione è stata questa: :shock: .. non l'ho più visto e la casa è ancora li ..da vendere.
     
  5. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Basterebbe che il ministro che ha salvato le banche italiane imponesse loro di salvare le imprese italiane, anche quelle immobiliari.
    In difetto la chiusura immediata.
     
  6. Livingston69

    Livingston69 Membro Ordinario

    Mediatore Creditizio
    Affidarsi a una buona struttura di mediazione creditizia.....:^^::^^::^^::^^:
    a parte gli scherzi, sta diventando sempre piu difficile, ma il problema vero è che i prezzi sono alti rispetto ai redditi medi dei lavoratori...creando quindi un rapporto rata reddito , quasi impossibile,,, o essere costretti a fare mutui a 35 o 40 anni ( anche se la media attuale è di 30 anni)
    Non sai quanti ritornano dal giro delle banche , con la "tranquillità" data dal direttore di banca... che dopo avere visto 2 fogli relativi al reddito dice al cliente: "Siiiiii ma si figuri non c'è nessun problema!!!!" sempre che il direttore si sia degnato di dare una risposta eh???.
    Non per tirarel'acqua al mio mulino, ma si possono evitare parecchie perdite di tempo per voi AI, se vi affidate a 1 / 2 strutture serie e veloci, dove con una "pre consulenza" vi possono dire di che morte dovete morire;)
     
  7. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Mi sembra un pò macabra come "pre consulenza".:shock:
    Potranno dire: "in quale casa potete andare a vivere".:p:p
     
    A Limpida e Bagudi piace questo messaggio.
  8. Mary Pink

    Mary Pink Membro Junior

    Privato Cittadino
    Non diamo tutte le colpe del fallimenti di alcune operazioni immobiliari solamente alle banche. Vogliamo anche menzionare l'irresponsabilita' (e assenza di professionalita') di alcuni AI che mettono in vendita immobili dichiarati conformi a tutte le vigenti normative edilizie e urbanistiche senza controllare nulla. Che avvallano (in forma scritta!) quanto falsamente dichiarato dal proprietario e ti scrivono che tutti i documenti saranno disponibili per l'atto (es. DIA) e poi quando esce il perito della banca scopri che l'immobile era abusivo dal punto di vista edilizio. E quindi con tre mesi di ritardo ti ritrovi si una DIA, ma DIA a sanatoria con immobile modificato. Mettiamo un po' di obblighi di legge ad operare con serieta ANCHE agli AI.
     
  9. patrizia581958

    patrizia581958 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Qui da noi, la maggior parte delle volte, la banca vuole i dati del futuro acquisto, per dare risposta.....qualcuna anche la proposta di acquisto, seppur condizionata....
     
  10. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Tutti "obblighi " condivisibile in teoria...ma che legalmente non abbiamo.
    Esistono certificazioni di conformita' urbanistica ,c he vengono eseguite con un centinaio di euro...ma che prima di vendere nessuno proprietario vuole fare.
    Non e' obbligando l'Agenti Immobiliari a fare un lavoro che non gli compete e che molte volte non ha nemmeno la preparazione per farlo, ma obbligare la proprieta' a presentare, oltre che l'energetica ( inutile :disappunto: ) anche l'urbanistica ( utilissima ;) )
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  11. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    piu' che altro bisognerebbe che gli taliani cambiassero un po il loro costume: non si puo' sempre pretendere che siano gli altri (le banche) a pagare la tua casa, ragazzi che lavorano da anni e si presentano con zero di anticipo (il piu' delle volte 1000 euro per la proposta li anticipano i gentori) vogliono il 110% di mutuo e devo anche estinguere il prestito per l' auto e il televisore...
     
    A Sereno e andrea boschini piace questo messaggio.
  12. sacranun

    sacranun Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Trent'anni fa e più (chi ricorda BASE H, del grande Dottor Haupt?), soprattutto per l'acquisto di seconde case, si poteva andare all'atto convenendovi una rateazione del 50% circa del prezzo, rateazione che veniva concretizzata in pagherò (!!!!!!) mensili portanti sul loro retro una iscrizione di ipoteca a testo timbrato e sottoscritto. Tali pagherò, previo accertamento informativo a monte di tutta l'operazione sulla solvibilità del venditore (solitamente impresario) e del compratore, venivano anche assicurati per il loro buon fine con una compagnia estranea alla banca per il 95% del loro importo facciale (era Reale Mutua Assicurazioni). A quel punto il venditore poteva limitarsi a incassarli (e lucrando gli interessi inseriti) o girarli e scontarli con un Istituto a Medio Termine realizzando un netto ricavo pari all'importo della rateazione.
    Ritenete che oggi, con le difficoltà di ottenere mutui, l'operazione sia ancora fattibile? Meglio: c'è qualche assicuratore che mi legge che pratica ancora il RAMO CREDITO IMMOBILIARE ? C'E' QUALCHE BANCA che mi legge DISPONIBILE A SCONTARE DEI PAGHERO' MENSILI E FINO A CHE DURATA MAX? Escludendo ovviamente di contrarre l'assicurazione del rischio con CON COMPAGNIE DI SUA PROPRIETA' ... sennò il "giochino" diventerebbe meno simpatico ! Buona settimana. Sacranun.
     
  13. Da una parte mi fa piacere leggere una discussione sull'argomento "quante vendite o quanto tempo perdo" perchè la/le banche non erogano il mutuo, dall'altra noto che si è tornati su una discussione vecchia di oltre 1 anno. La questione sarebbe di semplice soluzione ma è di difficile applicazione, cerco di spiegarmi.
    Nella zona in cui vivo ho posto la stessa questione ma in modo diverso: quante vendite fate rispetto alle visite? .
    Io l'ho posta perchè spesso mi sono arrivate richieste da agenzie richieste impossibili del tipo: acquisto al 100% per 240.000 con lei a tempo indeterminato stipendio 1.100 e lui a tempo determinato con Unico 2009 chiuso a zero, oppure acquisto 100% per 180.000 nucleo di 4 persone monoreddito 1.500,00 ( 3 persone a carico). Dal mio punto di vista queste visite sono una perdita di tempo perchè queste operazioni non si faranno mai. Perciò la proposta che feci fu la seguente: quando si presenta un potenziale cliente in una scheda di 1 pagina raccogliete le informazioni essenziali per capire se e quanto può essere finanziato. Se il cliente risulta finanziabile vi diciamo che importo può sostenere se non lo è siete liberi di provarci lo stesso ma sapete che le probabilità di perdere tempo sono elevate. La cosa non sta funzionando perchè gli agenti pensano ancora che le banche tornino a fare quello che facevano prima della crisi e non è così. I clienti vanno in agenzia e dicono vedi i casi sopradescritti "il direttore è un mio amico e mi ha detto che me li dà", cosa che puntualmente viene smentita dall'organo deliberante che dice no. Basterebbe poco perchè tutti lavorassimo meglio.
    Poi per i clienti finanziabili si potrebbe pensare di presentare almeno 2 delibere alternative su cui scegliere.
     
    A Umberto Granducato, andrea boschini e Livingston69 piace questo elemento.
  14. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    se le Banche sono arrivate al punto di rifiutare certi mutui è grazie a certi MEDIATORI CREDITIZI CHE PUR DI PORTARE A CASA UN MUTUO CORROMPEVANO TUTTI DAL FUNZIONARIO DELLA BANCA AL PERITO con promesse a non finire, con seudo garanzie, che per la maggior parte non trovavano riscontro e così via, è facile dar la colpa alle banche che sono a disposizione dei clienti che è anche il loro lavoro se non altro, altrimenti a cosa serve una banca.
     
  15. Mi spiace dissentire ma le banche hanno grosse colpe per quanto è accaduto. Le colpe dei mediatori a cui tu accenni sono in concorso con le banche perchè erano le banche stesse (azioniste di alcuni network di mediazione) a far passare le pratiche al 150%:shock:. Le stesse banche che mandavano ai network affiliati (cosiddette reti alleate) le stesse circolari che inviavano alle filiali bancarie. Ed ora sono le stesse che chiedono polizze che costano fino all' 8-10% dell'importo erogato incassando commissioni che arrivano anche all'80% del premio pagato dal cliente e che oltrettutto gli finanziano con un prestito fuori dal mutuo a tassi che vanno dal 9 al 12% quando buon mutuo a tasso fisso non va oltre il 5-5,2%.
    P.S. il mutuo con 5 anni di preammortamento non lo hanno invento i mediatori ma le banche per finanziare chi non era finanziabile. Con questo non voglio difendere i mediatori, perchè nella stragrande maggioranza dei casi strozzano i clienti chiedendo il 3% di commissioni a persone che non rientrano nelle politiche di credito delle banche e che perciò sono economicamente più deboli.
     
    A Livingston69 piace questo elemento.
  16. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    in conclusione ne le polizze ne le rate del mutuo inon incassate sono in gran maggioranza sono andate a carico dei mutuatari onesti che si vedeno rivalersi con spredy superiori alla media e questo grazie a quanto da mè prospettato nel mio post precedente;):idea:
     
  17. L'aumento degli spread è un discorso complesso. Dall'inizio della crisi le banche italiane hanno dovuto sostenere costi maggiori per finanziarsi rispetto ad altre Banche internazionali. Inoltre bisogna considerare che gli spread che esistevano prima della crisi erano bassi perchè il mercato interbancario era inondato di liquidità praticamente a costo zero, ciò permetteva alle Banche di prestare denaro con spread anche di 0,60-0,70% perchè se lo avessero investito in altre attività avrebbero avuto rendimenti inferiori. Quando il costo per finanziarsi si è alzato e sono aumentate le insolvenze non gli è rimasta altra strada che alzare gli spread e irrigidire le politiche di credito. In pratica sono tornate a fare quello che facevano prima del 2004-2005.
     
  18. Livingston69

    Livingston69 Membro Ordinario

    Mediatore Creditizio
    Da mediatore che collabora con gli AI, come non posso essere d'accordo?? :applauso::applauso::applauso::applauso:

    Aggiunto dopo 6 minuti :

    MA PER FAVORE!!!!!!!!
    è come dire che, la colpa dell'aumento dei prezzi delle case è tutta colpa degli AI, perchè volevano guadagnare molto di piu!!!!!!!
    Secondo te noi mediatori o voi AI, siamo categorie talmente forti da condizionare il mercato????? :shock:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina