1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. bebarziga

    bebarziga Membro Attivo

    Altro Professionista
    buongiorno a tutti, mi presento con un quesito che ha fatto scervellare i due tecnici a cui mi sono rivolto. Abito in un'immobile costruito nel 1959. nel cortile vi è un altro immobile che nel tempo è stato utilizzato sempre come taverna. L'anno scorso mi sono informato per chiedere la sanatoria ( in pratica è in tutto e per tutto un monolocale di 45 mq con bagno, finestre ,cucina e altezze ma a catasto risulta deposito)... al comune non risulta anche se è sempre stato accatastato. Va be andiamo con ordine. 1959 permesso di costruire dell'abitazione principale con porcilaia e stalla. l'anno successivo (1960) la precedente proprietaria deposita in comune una pratica di completamento disegni per casa per rilievo altimetrico, curve di livello, linea terreno in progetto, pozzo. Allegato alla pratica vi è la planimetria dell'abitazione che vorrei sanare, ma solo identificata con la sagoma dell'ingombro, senza nessun progetto degli interni ad esempio. Nel 1994 presento condono edilizio di alcune parti della casa principale ma il geo dell'epoca non mi fa condonare l'immobile in questione, adducendo che non è da condonare. Nel 1997 a seguito del condono il tecnico presenta in comune l'allegato con la dicitura "dichiaro di aver redatto il presente atto in base ai rilievi del luogo" col timbro e firma per accettazione del sindaco; in questo allegato è presente l'immobile da sanare Ora, dovrei sanare ma ho timore che il comune potrebbe eccepire che l'immobile è abusivo e, essendo a meno di 150 metri da un rio, in fase di rispetto, ora non si potrebbe più costruire; qualcuno ha consigli?? Grazie in anticipo e ancora complimenti per il forum
    PS provo a caricare gli allegati
     

    Files Allegati:

  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    nella sagoma cosa viene dichiarato che rappresenti?
    La licenza cosa viene concesso di realizzare?
    Quando diventi proprietario di questi immobili?
    Nel rogito cosa è descritto che acquisti e che categorie catastali sono trascritte?
    Perché?
    L'immobile oggetto di discussione, nel 1994 esistevano disegni depositati al comune dello stato di fatto nel 1994? oppure cosa?
    L'immobile da sanare ora è rappresentato così com'era nello stato di fatto del 1997?oppure cosa?
    Dalla descrizione no, perché la sagoma è esistente nel progetto 1959 e 1960 quando era possibile farlo, semmai potrebbe non autorizzare il cambio d'uso per effetto del divieto della fascia di rispetto.
     
  3. bebarziga

    bebarziga Membro Attivo

    Altro Professionista
    La ricerca l'ho effettuata anni fa, poi per motivi personali non sono più andato avanti con l'intenzione di mettere a posto l'immobile, comunque approfondirò.
    La licenza originale (1959) permette di costruire fabbricato rurale con concimaia e stalla da disegno che ho allegato.
    Sono diventato proprietario degli immobili nel 1997 e la vecchia proprietaria ha incaricato un tecnico per passare tutto a civile abitazione da agricolo e per questo ha depositato in comune la pratica del 15.05.1997.
    Nel rogito il fabbricato oggetto della discussione è indicato come deposito.

    non so perché, il tecnico allora disse che non erano da condonare.
     
  4. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Quindi nel titolo di compravendita tuo è citata la pratica del 15/05/1997?
    Fatti rilasciare copia della licenza 1959 e questa del 15/05/1997 confrontale per capire cosa ha modificato e cosa trattano in merito al fabbricato in questione.
    Nella sanatoria del 2004 il fabbricato in questione viene rappresentato graficamente o o no?
    Se è rappresentato è così come allo stato di fatto ad oggi?
     
  5. bebarziga

    bebarziga Membro Attivo

    Altro Professionista
    Buongiorno scusate il ritardo ma sono tornata...e con un problema in più. In comune non risultano pagati oneri cambio da agricolo a civile abitazioni immobile principale, non quello oggetto discussione e senza il pagamento di quelli non si discute neanche .breve riepilogo. Ci sono dei signori IMP agricoli che nel 59 costruiscono, nel 1982 vendono alla figlia non imprenditrice che a sua volta nel 1997 vende a me. A catasto è civile abitazione ma in comune non risultano pagati oneri. Sono sconsolata la mia casa è un ginepraio ,a questo punto oltre ad un ottimo tecnico avrei bisogno di un eccellente avvocato.buona serata.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina