1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. GIUSEPPE BASTA

    GIUSEPPE BASTA Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Stato di fatto di un condominio regolarmente costituito - composto da 18 unità immobiliari - realizzato con regolare concessione edilizia - ( anche se in parziale difformità volumetrica , risanabile ) - , deposito strutturale presso il genio civile , i lavori non sono mai stati chiusi - ( manca il certificato di regolare esecuzione ) - il collaudo statico mai effettuato e pertanto manca di certificato di agibilità , due condomini chiedono all'amministratore di convocare un'assemblea straordinaria per portare il punto in discussione all'ordine del giorno e quindi dare incarico ad un tecnico per la realizzazione degli atti necessari al rilascio del certificato , è una prassi giusta ? che maggioranza necessita per rendere valida l'assemblea e deliberare? un singolo condomino può eventualmente obbligare gli altri a partecipare alla risoluzione del, problema che riguarda- ( collaudo statico )- tutto il condominio ? ovvero : la prassi legalmente corretta da seguire qual è . Grazie
     
  2. Jan80

    Jan80 Membro Attivo

    Altro Professionista
    E' più normale di quanto si creda, io per esempio sto chiudendo pratiche strutturali degli anni '60 e '70: di norma si lasciavano aperte perché c'era appunto qualche discrepanza (vedi l'aumento volumetrico) che non i poteva dichiarare e se oggi è sanabile, basta fare una semplice variante anziché una pratica sismica in sanatoria!

    Dato che il problema riguarda anche parti condominiali è normale che sia tutto il condominio a sanare la situazione.

    Mi capitano spesso situazioni del genere e non c'é una prassi unica per tutti, sebbene spesso ci si instradi in una delle seguenti:
    1) i condomini di comune accordo presentano una pratica in sanatoria e si ripartiscono le spese;
    2) il condomino che deve vendere/ristrutturare presenta la pratica che fa anche da autodenuncia per le parti abusive. Sarà poi il Comune che chiederà spiegazioni (attenzione perché di norma le chiede a chi ha presentato la pratica e non al condominio/amministratore: conviene quindi indicare anche i dati dell'amministratore).

    Per mia esperienza è bene chiarire la situazione in assemblea (magari accompagnati dal tecnico di fiducia), fermo restando che se non si trova una soluzione si chiarirà sin da subito che la pratica la si presenterà comunque e succeda quel che succeda!
     
    A Bagudi e francesca63 piace questo messaggio.
  3. marcanto

    marcanto Membro Junior

    Altro Professionista
    prima di passare alle prassi di natura condominiale ....farei un passo indietro.

    vorrei sapere
    per quale motivo tali incombenze non sono state espletate dal costruttore ??
    avete la possibilità di responsabilizzare lo stesso costruttore per queste questioni ?
     
  4. Jan80

    Jan80 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Per la "parziale difformità volumetrica", quindi la pratica strutturale non è mai stata chiusa!
     
  5. GIUSEPPE BASTA

    GIUSEPPE BASTA Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Scusatemi non voglio far perdere tempo a nessuno e tantomeno apparire presuntuoso , conosco bene la prassi burocratica per il rilascio del certificato di agibilità dal punto di vista urbanistico edilizio , il mio quesito riguarda la prassi burocratica legale in senso amministrativo del condominio , per essere più chiaro : io abito nel condominio nello stato che ho descritto , ho bisogno del certificato di agibilità del mio appartamento , perché la banca non eroga il mutuo all'acquirente se non presenta il certificato di agibilità , Domanda : a livello condominiale come devo comportarmi ? è necessario che due condomini chiedano un'assemblea straordinaria ? , la maggioranza legale per decidere e deliberare sul punto all'ordine del giorno quale deve essere? . Eventualmente non si forma una maggioranza per deliberare , Un condomino può imporre agli altri a dare incarico ad un tecnico abilitato per il completamento della pratica per il rilascio del citato certificato ?ovvero un solo condomino può imporre legalmente agli altri di partecipare alle spese necessarie visto che manca il collaudo statico, la pratica per il risanamento delle parti difforme - al progetto presentato in comune ( piccoli aumenti di volume)- ai fini del certificato di regolare esecuzione . Grazie
     
  6. marcanto

    marcanto Membro Junior

    Altro Professionista
    l'assemblea per essere legittimata ....ossia costituita legittimamente e la deliberazione per essere valida deve rispettare quanto indicato nell'art, 1136 del codice civile

    No ! a rigor di logica ........ un solo condòmino non può imporre la sua volontà alla maggioranza dell'assemblea costituita o al condominio intero.
    In questo caso si può rivolgere al giudice, che deciderà di conseguenza
     
  7. marcanto

    marcanto Membro Junior

    Altro Professionista
    in alternativa estrema ......molto estrema
    hai vagliato la possibilità di agire autonomamente solo per la tua unità .......
    hoppss per il collaudo non possibile tale strada !!!
     
  8. Jan80

    Jan80 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Per quanto riguarda la procedura ti ripeto quanto scritto sopra:
    - conviene andare per prima cosa con le buone tramite assemblea ed esporre il problema;
    - non credo possiate costringere a pagare, a meno di non fare un'autodenuncia rappresentando lo stato di fatto dell'immobile o facendo una semplice segnalazione; a quel punto volenti o nolenti si dovrà sanare il tutto e chiudere i lavori con un'agibilità.
     
    A francesca63 e PyerSilvio piace questo messaggio.
  9. bit100

    bit100 Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    Prassi corretta. Mandare mail all'amministratore fissare un appuntamento nel suo ufficio spiegare la situazione l 'amministratore convocherá un assemblea straordinaria con ordine del giorno chiusura pratica di agibilità. Di solito l'amministratore convoca anche un tecnico.
     
    A Bagudi, francesca63 e Jan80 piace questo elemento.
  10. marcanto

    marcanto Membro Junior

    Altro Professionista
    mi sa che lui questa fase la prevede e l'ha anche superata, infatti scrive :
    la maggioranza legale per decidere e deliberare sul punto all'ordine del giorno quale deve essere?
     
    A GIUSEPPE BASTA piace questo elemento.
  11. dormiente

    dormiente Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Sicuro che li nessun condomino abbia ottenuto nel passato l'agibilitá per il proprio immobile? Potresti attaccarti a quella, che dice il tuo tecnico?
     
    A Jan80 piace questo elemento.
  12. marcanto

    marcanto Membro Junior

    Altro Professionista
    cosa vuoi dire con
    "li nessun condomino abbia ottenuto nel passato l'agibilitá per il proprio immobile"??

    e poi ....e questo taglia la testa al toro ......lui ha bisogno del collaudo statico e ne consegue che l'edificio per intero deve avere l'agibilità NON il singolo appartamento !!!
     
  13. Jan80

    Jan80 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Attualmente è possibile richiedere l'agibilità anche per un solo immobile facente parte di un fabbricato (agibilità parziale), con la presentazione di una certificazione di idoneità statica..... procedura alquanto discutibile almeno per me.
     
    A CheCasa! piace questo elemento.
  14. marcanto

    marcanto Membro Junior

    Altro Professionista
    Lo so che oggi e di recente (non in passato) si richiede anche agibilità parziale, ma ti ricordo che
    lui ha bisogno del collaudo statico ....... intero edificio.
    quindi sai cosa se ne fa di quella parziale
     
  15. Jan80

    Jan80 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Se punta all'agibilità del solo suo immobile se ne fa, eccome!
    Ma a mio parere sarebbe opportuno richiedere l'agibilità per l'intero fabbricato, dividendo le spese.
     
    A dormiente piace questo elemento.
  16. bit100

    bit100 Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    Se devi dividere le spese ti occorre una delibera assembleare con unanimità perché con quella qualificata non puoi spalmare i costi fissi che appartengono a tutto il condominio. Altra possibilità per bypassare l'assemblea è una debacle, e che in virtù del mandato conferito dal condominio all 'amministratore quest'Ultimo si impegna a mettere in atto tutte le azioni conservative e legali che interessano l'intero stabile quindi in Forza del suo mandato è tenuto ad occuparsi della richiesta di agibilitá e procedere a tutte le pratiche per ottenerla. Ovviamente nella prima assemblea utile rendere partecipi i condomini della decisione presa. Potrebbe sembrare un pò tirata ma in questo caso l'amministratore non infrange nessuna legge e viene in aiuto del condomino richiedente.
     
    Ultima modifica: 12 Settembre 2018
    A Jan80 piace questo elemento.
  17. marcanto

    marcanto Membro Junior

    Altro Professionista
    Sono dello stesso avviso agibilità intero fabbricato .

    Nelle circostanze che indica l'agibilità parziale non ha modo di essere, per il semplice fatto che esiste un deposito al genio civile che NON è stato perfezionato.
    Quindi escludo che la parziale si una ipotesi percorribile in questo caso.
    la parziale ha modalità differenti ......
     
  18. GIUSEPPE BASTA

    GIUSEPPE BASTA Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    RIFORMULO LA DOMANDA : -Premesso che la prassi urbanistica edilizia per il rilascio dell'agibilità la conosco bene anzi benissimo - ( in questo caso sono presuntuoso ) - premesso che il fabbricato ha la possibilità di essere risanato dalle piccole difformità abusive planivolumetriche , che si deve effettuare il collaudo statico e non il deposito del certificato di idon. Statica in quanto questo lo prevede la legge 47/85 per i fabbricati abusivi di cui è stata presentata allora la domanda di condono , premesso che il collaudo va fatto per l'intero edificio e non parzialmente come qualcuno ha detto sopra , premesso che un solo inquilino può fare a sue spese il collaudo statico di tutto l'edificio e pertanto chiedere l'agibilità del suo appartamento , Domanda se non è cosi come descritto dal sottoscritto , il punto è , qualora due condomini come dice la legge mi chiedono e mi hanno chiesto un'assemblea straordinaria con punto all'ordine del giorno - pratica per ottenere l'agibilità del fabbricato , 1- questo come si configura come intervento innovazione del fabbricato ? il resto so come muovermi un grazie ed un cordiale saluto a voi tutti .
     
  19. Jan80

    Jan80 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Veramente all'art. 35 della L. 47/1985 viene chiaramente richiesta una certificazione d'idoneità statica per il rilascio del titolo edilizio in sanatoria.

    Il collaudo viene sempre fatto per l'intero fabbricato o unità strutturale a meno che non si tratti di opere complesse che possono essere collaudate parzialmente.
    Quello che si può fare in maniera parziale è la certificaione d'idoneità statica e la presentazione di Segnalazione Certificata di Agibilità, ma è bene che in queto tipo di situazioni le differenti pratiche vengano presentate per l'intero fabbricato, con notevole risparmio di tempo e denaro.

    Non vorrei che in realtà si fosse depositata una Denuncia dei Lavori. L'opera è in cemento armato? Conosci l'anno di costruzione?

    Parli poi di condono.... la Concessione Edilizia in Sanatoria è stata rilasciata?
     
  20. GIUSEPPE BASTA

    GIUSEPPE BASTA Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    jan 80 faresti meglio ad astenerti grazie - e leggere meglio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookie per personalizzare i contenuti, personalizzare la tua esperienza e per mantenerti connesso se ti registri.
    Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi