1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Darth

    Darth Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    buongiorno

    sono il titolare di un agenzia immobiliare in passato ho avuto un ex agente non con numero di ruolo, non assunto quindi libero professionista con partita IVA e un contrattino dove specificava che se la societa terminava la collaborazione tutto quello non incassato dalla società non veniva percepito dall agente, a distanza di mesi questo agente ora mi richiede delle provvigioni secondo voi ha diritto di farlo ? da notare che lui stesso ha dato delle dimissioni e le proposte e i mandati venivano presi dalla societa e non da lui non avendo numero di ruolo, se poteste darmi dei consigli o appellarmi a delle leggi o sentenze.
    grazie
     
  2. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Bisognerebbe leggere per bene questo "contrattino". Capire quali erano esattamente gli accordi fra di voi.
     
  3. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Se ha esercitato la attivita' di mediazione per conto della agenzia non ha diritto ad alcun compenso, certo che se cosi' fosse ha operato da abusivo e la agenzia e' sanzionabile dalla CCIAA perche' ha delegato le proprie funzione ad una persona non iscritto al Ruolo.
    Parli di un "contrattino", ma di che tipo ??? Con quali contenuti ????
    Perche' per sapere se ha qualche diritto di un compenso dipende molto da questo rapporto contrattuale
    Io non lo irriterei perche' se e' deciso e se va da una Sindacato oppure si rivolge al Giudice del Lavoro possono essere guai seri. (simulazione di contatto di lavoro dipendente per esempio !!!!!!!!! :shock:)
     
    A DARTFENER piace questo elemento.
  4. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Un procacciatore di affari?
     
  5. DARTFENER

    DARTFENER Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    in italia il lavoratore,il consumatore e l'inquilino hanno sempre ragione rispetto il datore di lavoro,l'azienda fornitrice di beni e servizi,il proprietario di casa
     
  6. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Direi non sempre.
    Non tutte le cause di lavoro propendono a favore del dipendente, neppure quelle tra locatore e locatario.
    Idem tra fabbrica e consumatore.
    Se fosse come tu affermi, tanto valeva istituire i tribunali.
     
  7. DARTFENER

    DARTFENER Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    BEH,DIREI L'80%..
    :fiore::fiore::fiore::fiore::fiore:
     
  8. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    io mi son trovato dall' altra parte, ho cambiato 2 agenzie come collaboratore e non ho percepito provvigioni che mi spettavano di trattative chiuse da me perchè non era ancora state riscosse al momento che me ne sono andato, e del mio portafoglio che ho lasciato e che loro si sono venduti con calma non voglio neanche parlare...
     
  9. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Probabilmente perche' operavi da collaboratore senza essere iscritto al Ruolo, ...................o sbaglio ??
    E poi dipende dal tipo di contratto che avevi e dalle pattuizioni convenute.
    Nel campo dei rapporti tra AGENZIE E COLLABORATORI c e' una grande confusione e il fai da te impera :disappunto:
     
  10. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    vero,vero, vero
     
  11. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Luciano, sei molto diplomatico.
    Io dico che esiste il nero totale agevolato dalla assoluta mancanza di controlli da parte degli enti preposti.
    Un "controllino" potrebbero farlo operare le Camere di Commercio quando il titolare dichiara che non ha dipendenti ed invece nella agenzia e nelle unità locali circolano svariate persone a vario titolo.
    Penso che anche un cieco si accorgerebbe dell'insolito via vai di persone.
     
  12. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Antonello, io sono ottimista per natura !
    Che ne dici di proporre per legge l'obbligo di esporre nelle agenzie il nome, le foto e il tipo di incarico dei collaboratori che operano all'interno ? :ok:
    OVVIAMENTE SOTTO IL CONTROLLO DELLE CCIAA e degli organi di polizia Giudiziaria ( vigili, carabinieri, ecc.)
     
    A Fratta piace questo elemento.
  13. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sono pienamente d'accordo (lo sapevi prima ancora di inviare questo messaggio).
    Sarà lo spopolamento delle "grandi e blasonate agenzie".
    Hai messo in considerazione il rischio di vedere questi "grandi e blasonati agenti" andare a lavorare?

    P.S.
    Qualche iniziativa del genere in corso?
     
  14. carla zanrosso

    carla zanrosso Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Sono d'accordo con luciano passuti. Ben vengano i controlli|| altrimenti a cosa serve fare l'esame per il ruolo agenti e poi constatare che l'abusivismo impera nel nostro settore??
     
  15. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    alcune da "abusivo" altre dopo l' iscrizione, in ogni caso mai avuto un contratto ho sempre lavorato come autonomo con partita IVA e sede legale a casa mia, l' esperienza insegna dovessi mai ritrovarmi a fare il sottoposto farei mettere tutto per scritto!
     
  16. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    A mio parere ogni rapporto tra una agenzia e i propri colalboratori deve essere regolamentato con atto scritto onde evitare problematiche con l' INPS.
    Ho una esperienza "personale " in tal senso !
    Ho vinto una causa con L'INPS perche' avevo dei contatti chiairi e completi con i miei collaboratori autonomi con P.IVA. :ok:

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    Dimenticavo !
    Un'altro consiglio: la presenza in agenzia dei colalboratori autonomi e' opportuno venga regolamentato con un comodato per uno spazio o meglio per un locale dedicato.
     
  17. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Cioe?
     
  18. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Se una agenzia ha collaboratori autonomi con loro partita IVA e sede presso la loro abitazione ma la loro presenza presso il locali della agenzia e' frequente e costante e' opportino che gli venga assegnanto in COMODATO, o altro titolo, uno spazio ben delimitato o meglio un locale apposito per non rischiare di avere la richiesta dell'INPS che impugna il tipo di contratto chiedendo che il collaboratore diventi lavoratore autonomo.
    Anche nel caso di una accesso per una ispezione fiscale e' opportuno avere ben divisi gli spazi.
     
  19. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Grazie Luciano, buono a sapersi.
     
  20. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ragazzi occorre fare molta attenzione l'INPS e' in giro per cercare di invalidare i contratti con le P.IVA !
    Lo dico con cognizione di causa.............e' capitato a me !!!!!
    75.000 € di verbale :disappunto:
    Ho vinto la causa, e l' Inps ha pure pagato parte delle mie spese legali, perche' mi ero premunito di un corretto contratto con i collaboratori, ......................altrimenti !!!!!!!!!!!!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina