• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Sciarpa Bianca

Membro Attivo
Privato Cittadino
Buon pomeriggio a Tutti .
Dopo aver proceduto al frazionamento della "casa" di proprieta' della defunta Suocera, mia moglie è divenuta proprietaria di un "vano con annessa cantina" .
Il vano in questione presenta la possibilità della realizzazione di un soppalco, nonchè di allaccio dei "servizi" (acqua, fogna, gas, ecc.), utile per la trasformazione da attuale "deposito" ad "abitazione".
Si è quindi proceduto alle relative pratiche ed approvazioni, giungendo quindi all'inizio dei lavori .
Essendo mia moglie la legittima proprietaria ho preferito "intestare" a Suo nome le "fatture" relative ai suddetti lavori di ristrutturazione nonche' quelle dell'acquisto dei relativi "mobili" ed "accessori" vari .
Mia moglie non ha un "REDDITO", essendo casalinga, e solo ora.....purtroppo apprendo che si potrebbero avere problemi per gli "sgravi fiscali" (IVA 10% ...ecc:!).
Sono veramente molto dispiaciuto !!
Potremmo trovare una soluzione.....insieme ???
 
Ultima modifica di un moderatore:

Giuseppe Di Massa

Membro Senior
Agente Immobiliare
Buon pomeriggio a Tutti .
Dopo aver proceduto al frazionamento della "casa" di proprieta' della defunta Suocera, mia moglie è divenuta proprietaria di un "vano con annessa cantina" .
Il vano in questione presenta la possibilità della realizzazione di un soppalco, nonchè di allaccio dei "servizi" (acqua, fogna, gas, ecc.), utile per la trasformazione da attuale "deposito" ad "abitazione".
Si è quindi proceduto alle relative pratiche ed approvazioni, giungendo quindi all'inizio dei lavori .
Essendo mia moglie la legittima proprietaria ho preferito "intestare" a Suo nome le "fatture" relative ai suddetti lavori di ristrutturazione nonche' quelle dell'acquisto dei relativi "mobili" ed "accessori" vari .
Mia moglie non ha un "REDDITO", essendo casalinga, e solo ora.....purtroppo apprendo che si potrebbero avere problemi per gli "sgravi fiscali" (IVA 10% ...ecc:!).
Sono veramente molto dispiaciuto !!
Potremmo trovare una soluzione.....insieme ???
Purtroppo per quello che ci hai scritto direi che tua moglie potrà cedere ad esempio a te il credito d'imposta se vendesse/donasse a te l'immobile. Anzi per meglio dire la cessione sarebbe automatica salvo accordi diversi, prova a chiedere ad un commercialista se esiste un altro sistema, in bocca al lupo.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Sciarpa Bianca

Membro Attivo
Privato Cittadino
Grazie per il consiglio.....ma spero in altre soluzioni che, spero, mi indicherete .
Diversamente le "prossime" fatture (essendo "acconti" !) saranno a mio nome .
Immagino che quest'ultime saranno detraibili .
 
Ultima modifica di un moderatore:

il_dalfo

Membro Assiduo
Professionista
Mia moglie non ha un "REDDITO", essendo casalinga, e solo ora.....purtroppo apprendo che si potrebbero avere problemi per gli "sgravi fiscali" (IVA 10% ...ecc:!).
Premessa: le fatture (badate ben a pagarle con bonifico parlante) genereranno un credito d'imposta. Detto credito potrà essere recuperato dall'IRPEF. Se il cassetto fiscale della signora è inferiore al credito totale generato, l'eccedenza viene persa.

Soluzione: cedere l'intero credito d'imposta ad una banca, finanziaria, assicurazione, poste (pare che quest'ultima paghi un po' di più delle banche). Per aver un'idea di quanto potete recuperare, sottraete il 23% dal totale del credito maturato/maturabile.

Dettaglio: se valutate di cedere il credito, è preferibile che sia tua moglie ad accumulare l'intera cifra, in sto modo la pratica sarà più facilmente gestibile (ed appetibile).

Pensiero: A mio avviso la cessione del credito nell'immediato è preferibile al recupero annuale programmato per un decennio (se si mettono nel calcolo anche l'inflazione e la mancata possibilità d'investire il denaro recuperato subito) ma è solo un punto di vista personale.
 

Sciarpa Bianca

Membro Attivo
Privato Cittadino
Grazie ..."il DALFO",
volevo solo ribadire che mia moglie risulta proprietaria :
al 50% della casa coniugale,
al 33,33% di un terreno edificabile,
nonchè al 100% della piccola abitazione (2.a casa) al mare oggetto della mia richiesta.
Il regime patrimoniale è sempre stato "in comunione di beni" .
Non risulta però....lavoratrice (????), in quanto "casalinga" (????) .
I pagamenti con "bonifici", sono stati effettuati a Suo nome presso la banca Istituto S.PAOLO TORINO .
 
Ultima modifica di un moderatore:

Sciarpa Bianca

Membro Attivo
Privato Cittadino
Grazie......Francesca, prendo atto !
Per l'acquisto di "cucina componibile" e "mobili" ed "elettrodomestici", a quale % l'IVA ?
Gli importi sono "detraibili" ?
 
Ultima modifica di un moderatore:

Sciarpa Bianca

Membro Attivo
Privato Cittadino
Proseguo nella mia "ricerca" .
Sembra che la "cessione del credito" alla Banca possa essere fatta anche dai cosiddetti "incapienti" (....mia moglie !).

Ho trovato nella CIRCOLARE n.30/E dell'AGENZIA DELL'ENTRATE del 22/12/2020 (pag. 15 !), forse, la risposta al mio quesito .

Il problema è che, nella suddetta Circolare, si parla del "110%" e di "abitazione principale", mentre mia moglie è interessata al "50%" e "65%" per la piccola casetta al mare (....2.a casa !).
Sono un pò .....confuso !!!!
Grazie .
 
Ultima modifica di un moderatore:

Umberto Granducato

Fondatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Proseguo nella mia "ricerca" .
Sembra che la "cessione del credito" alla Banca possa essere fatta anche dai cosiddetti "incapienti" (....mia moglie !).

Ho trovato nella CIRCOLARE n.30/E dell'AGENZIA DELL'ENTRATE del 22/12/2020 (pag. 15 !), forse, la risposta al mio quesito .

Il problema è che, nella suddetta Circolare, si parla del "110%" e di "abitazione principale", mentre mia moglie è interessata al "50%" e "65%" per la piccola casetta al mare (....2.a casa !).
Sono un pò .....confuso !!!!
Grazie .
la cessione del credito la può fare anche un 'incapiente' (sembra una parolaccia scritta così, ma ci siamo capiti...)
Si pagano le fatture con bonifico parlante, si portano in banca e si fa la cessione del credito. Recupererai il 40% anzichè il 50, ma non aspetterai 10 anni.
Ovviamente previo accordo con la banca che ti spiegherà anche i tecnicismi del caso.
Spiegato a grandi linee
 

Sciarpa Bianca

Membro Attivo
Privato Cittadino
Grazie Umberto.....e grazie a Tutti !
Vi farò sapere....agirò come ho iniziato e "da Voi consigliato", ma devo ammettere che nella pratica, sembra che non sia l'unico "un pò confuso".
Mi riferisco ai vari CAF, Commercialisti, Banche e Tecnici vari .
E' la nostra.......ITALIA !
 
Ultima modifica di un moderatore:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Grazie per tutti i suggerimenti all'uso del forum
marcodelia94 ha scritto sul profilo di Elena.
Buongiorno Elena.. mi sono registrato a questo forum solo per scriverle e che purtroppo sto avendo lo stesso identico problema con l'acquisto della mia prima casa. Io vengo da IntesaSanPaolo e il venditore CheBanca! volevo sapere se infine aveva risolto il suo problema e come o se è ancora bloccata in questa situazione.. nel caso le dico alcune alternative che noi stiamo adottando. Grazie mille.
Alto