1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. doctorwho

    doctorwho Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno, Michele da Perugia.

    Sto ultimando l'acquisto di un appartamento e dovrò effettuare una ristrutturazione completa. Non modificherò volumi ne planimetria, rifarò bagni e cucina con relativo impianto idrico. Essendo il riscaldamento centralizzato applicherò una caldaietta scalda acqua, con relative tubature che dalla cucina raggiungeranno i bagni.

    Vorrei sapere se si rende necessaria la richiesta di qualche autorizzazione anche in considerazione che vorrei sfruttare la detrazione al 50% e dovrei utimare i lavori per la fine dell'anno.

    Grazie.
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
  3. doctorwho

    doctorwho Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    OK Ragazzi grazie per la risposta. Mi sono recato direttamente in comune dove mi hanno riferito che tutte le opere indicate ricadono in manutenzione ordinaria. Applicando una piccola forzatura; non si rende necessaria la scia perchè la caldaietta andrà in sostituzione del boiler acqua calda, Ricordo che questa caldaietta dovrà scaldare solo l'acqua calda visto che il riscaldamento è centralizzato.

    Ora si presenta un nuovo problema; lo scarico dei fumi; da quello che ho capito lo scarico dei fumi orizzontale è divenuto fuori legge, nella stanza dove andrei ad applicare la caldaia c'è una vecchia canna fumaria, probabilmente in eternit, che serviva a scaricare i fumi di cottura... Chissà se si potrà adattare quella...
     
  4. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Le norme non chiariscono bene gli interventi, comunque personalmente concorso che si tratta di manutenzione ordinaria, che -nella fattispecie- non richiede nessun tipo di pratica edilizia (salvo verificare che l'impresa sia in regola), ma senza la possibilità di detrazione IRPEF.
     
    A ssimone75 piace questo elemento.
  5. ssimone75

    ssimone75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    ...
    :shock: :shock: :shock:
    "Meglio" di no, eh?
     
  6. doctorwho

    doctorwho Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Perchè non dovrei portare in detrazione? Il manuale dell'agenzia delle entrate specifica, tra i vari lavori detraibili, anche gli impianti idraulici, intesi non soltanto come i sanitari e i rivestimenti ma le tubazioni nello specifico. Il rifacimento delle tubazioni comporteranno anche la detraibilità di lavori, come i pavimenti, che presi singolarmente non ne darebbero diritto.

    legge regione umbria n1 del 2015

    Art.7 comma 1 lettera "A"

    "interventi di manutenzione ordinaria" opere di rinnovamento, manutenzione, sostituzione-omissis-ivi compresi quelli a mantenere in efficienza, integrare o sostituire gli impianti già esistenti
     
    Ultima modifica di un moderatore: 4 Settembre 2015
  7. ssimone75

    ssimone75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    ...non li porti in detrazione perchè non puoi portare in detrazione opere di manutenzione ordinaria...

    In ogni caso, dato che nelle "opere di manutenzione straordinaria" si riporta una dicitura pressochè simile sulla manutenzione/sostituzione impianti (le leggi italiane...) la questione di quando a livello fiscale si passi alla man. strordinaria è ampia, dibattuta e assolutamente dubbia.
    In linea di massima ho sentito la maggior parte che ritiene che solo con una sostituzione più sostanziale degli impianti diventi detraibile (tipo rifacimento impianto termico) e quindi man. straordinaria a livello fiscale, anche se adesso a livello urbanistico sarebbe sempre man. ordinaria.
     
  8. doctorwho

    doctorwho Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Allora, per avere la certezza matematica di portare in detrazione...

    Devo fare la ristrutturazione;

    dovrei, al fine di far diventare la mia manutenzione straordinaria, allargare di 30 cm un bagno a scapito della camera, al fine di poter poi portare tutto in detrazione...

    Fare regolare scia o cil o quello che si rende necessario.

    Richiedere nuova agibilità.

    Assoldare un tecnico per svolgere al meglio queste pratiche.... Ma quanto mi costa?
     
  9. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    no se rifai gli impianti elettrico ed idraulico (bagno e cucina) non hai bisogno di spostare la parete.Come spese tecniche per una CIL manutenzione straordinaria avrai circa 1000 euro
     
  10. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Per opere del genere non c'è bisogno di aggiornamento di abitabilità; comunque un tecnico di zona (visto che c'è una Legge urbanistica regionale) saprà dirti con certezza.. se sposti il tramezzo (prima non l'avevi scritto...) è di sicuro manutenzione straordinaria, se no avrei dei dubbi. Se è così detrai ma occorre un progetto ed un professionista; in caso contrario nessuna pratica ma non detrai niente. Peraltro attenzione alla normativa sulla sicurezza nei cantieri, se vi è più di un'impresa coinvolta.
     
  11. doctorwho

    doctorwho Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Allora ho contattato dei tecnici della mia zona ma mi pare che la confusione regni sovrana. Chi mi dice di fare la CIL, chi mi dice che in base alle normative la CIL non si rende necessaria, un altro mi riferisce che posso portare tutto in detrazione con una semplice autodichiarazione, chi invece vuole convincermi a sostituire gli infissi per passare da una manutenzione ordinaria a quella straordinaria...

    Insomma nel raggio di 4 km quadrati sono riuscito ad ottenere 4 pareri differenti...

    Sinceramente non saprei bene cosa fare; ad ogni modo in Agenzia delle Entrate hanno riferito che per loro è sufficiente una semplice autocertificazione. Il problema è riuscire a farsi fare una CIL che "certificherebbe" la manutenzione straordinaria.

    Poi ora c'è un altro problema:

    I materiali li ho visti presso Leroy Merlin, che si servirebbe di artigiani di zona per fare la posa in opera.

    Il problema è che il bonifico di pagamento porta il nome del fornitore e non di quello che posa in opera, quindi si interromperebbe la tracciabilità del bonifico facendo saltare la detrazione. Con questa ragione un tecnico ha rifiutato il mio incarico.
     
  12. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    La CIL è un progetto, con disegni, ecc. ecc. .... non un foglio con una mera dichiarazione
     
  13. doctorwho

    doctorwho Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Quindi è meglio avercela o risparmiare?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina