1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. massimovis

    massimovis Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buongiorno a tutti volevo chiedere se sulla scheda catastale non è disegnato un lucernario realmente esistente e devo procedere ad un atto di compravendita devo rifare la scheda catastale o può o essere condiderata come lieve difformità della scheda catastale e non deve essere rifatta la scheda catastale in sede di rogito ?
    Grazie
     
  2. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    io ne parlerei con un geometra. Se in scheda non c'è il lucernaio non è una difformità ma un abuso. L'apertura del lucernaio ha bisogno del titolo autorizzativo comunale e a volte anche paesaggistico.
     
    A FraAg.Milano, Tobia, Bagudi e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. PyerSilvio

    PyerSilvio Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    Se vi e' il mutuo, ad intervenire sulla compravendita, meglio prima attendere l'esito del perito.

    Se la cosa passa inosservata e le parti ne convengono, procederete comunque.
     
  4. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    sperando che il prossimo perito sia altrettanto superficiale ma dai su
     
    A Irene1 piace questo elemento.
  5. PyerSilvio

    PyerSilvio Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    In che senso..?

    Non ti ho capito.

    Ultimamente, mi hanno periziato un alloggio, dove il proprietario aveva invertito gli infissi.

    Sulla scheda, in un locale era prevista una finestra, di quelle che sotto l'infisso, hanno un serramento fisso sempre in vetro.

    Mentre nel locale, dove secondo la scheda catastale doveva esserci la finestra, aveva inserito invece una porta finestra, dal quale poteva accedere allo sfogo.

    Effettuato sopralluogo di perizia, il tecnico non se ne è accorto e la relazione si è chiusa positivamente.

    Superficiale o no l'errore resta loro.
     
  6. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Si, ero in macchina...

    Io come acquirente non acquisterei tanto a cuor leggero un'immobile che devo sistemare poi a spese mie o sperare che il perito di un eventuale futuro acquirente sia negligente come il mio.

    Specialmente senza aver indagato per stabilire quanto sia rognoso il problema.
     
  7. PyerSilvio

    PyerSilvio Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    Bè questo è pacifico.
     
  8. ssimone75

    ssimone75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Scusa, mi speghi la differenza a livello urbanistico tra difformità e abuso?
    Perchè tra gli interventi abusivi vi è comunque la difformità...

    Detto questo se la difformità è a livello catastale la scheda non deve essere rifatta (è da rifare solo quando intervengono elementi che ne modificano rendita e consistenza, anche delle singoli ambienti).
    Se la difformità è urbanistica va regolarizzata la posizione in Comune.
     
  9. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Macché superficiale, ma le conoscete le norme catastali od i superficiali siete voi?
     
  10. PyerSilvio

    PyerSilvio Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    Dicci.

    Noi facciamo compravendita.
     
  11. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Allora se tu non conosci le norme catastali e non se dunque in grado di valutare l'oprato del tecnico, perché asserisci che ha avuto un comportamento superficiale?
     
  12. PyerSilvio

    PyerSilvio Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    Perche', tu sostieni che relazionare di una portafinestra, che sta al posto della finestra, oppure ignorarla quando esiste, sia un comportamento meticoloso...?
     
  13. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Il post è questo: "Buongiorno a tutti volevo chiedere se sulla scheda catastale non è disegnato un lucernario realmente esistente e devo procedere ad un atto di compravendita devo rifare la scheda catastale o può o essere condiderata come lieve difformità della scheda catastale e non deve essere rifatta la scheda catastale in sede di rogito ?"
    Quindi il tecnico ha confrontato la planimetria con lo stato dei luoghi e, in riferimento alla L. 122/2010 che precisa che la conformità deve intendersi CON RIFERIMENTO ALLE NORMATIVE CATASTALI, ha deciso, CON RIFERIMENTO A QUESTE ULTIME, che la planimetria è conforme e non debba essere rifatta. Se tu ignori quali siano le norme catastali, come puoi verificare cosa riportano le stesse in merito alla conformità catastale, cioè alla non necessità di rifacimento della planimetria? Il meticoloso chi é?
     
  14. PyerSilvio

    PyerSilvio Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    Si @mata Siamo d'accordo.

    Tuttavia il quesito, è posto da un vettore della vendita, non dal soggetto che deve adempiere.

    Errore comune tra di voi tecnici:
    Quello di voler pensare per le teste degli altri.

    Infatti il quesito, prevede l'alternativa di considerare la difformità, quale lieve e quindi di portata tale, da non pregiudicare o incagliare la vendita.

    Più logica e corretta, al fine della compravendita, che è la natura del quesito, l'osservazione dell @ab.qualcosa.

    Ad indagare preventivamente sull'entità dell'intervento tecnico da eseguire.

    Se lieve e sono tutti d'accordo a non intervenire nulla osta.

    Che non significa ignorare la problematica.
     
    Ultima modifica: 6 Luglio 2016
  15. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ah, perdona, non avevo letto la qualifica di Agente immobiliare.
    Comunque, secondo le norme catastali, quindi fin dal 1939, si ritengono conformi (e quindi non necessitanti di presentazione di variazione catastale) le modifiche che non incidono sulla categoria catastale, classe categoria e consistenza (quindi sulla rendita). Ci sono appunto anche due circolari dell'ex Agenzia del Territorio, uscite a ridosso della norma del 2010. Di sicuro il tecnico ha ritenuto che la trasformazione di una finestra in porta non cambiasse il classamento (diverso sarebbe stato, ad es. la creazione di un'apertura in un vano buio).
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  16. PyerSilvio

    PyerSilvio Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    Informazioni che possono servire.

    Grazie.
     
  17. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Scusa anche la classe (ovviamente per le sole categorie ordinarie)
     
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non vorrei passare per presuntuoso, ma quando venne promulgata la norma che imponeva la conformità urbanistico-catastale, è vero che la AdT in un primo tempo cercò di promulgare una circolare che ripeteva appunto che non erano da considerarsi rilevanti le difformità che non modificavano il classamento e la rendita. (l'obiettivo era di evitare una valanga di superlavoro improduttivo, credo)

    Mi pare però che sottotraccia questa circolare fu smentita: la nuova norma imponeva un ulteriore requisito, non solo sul piano fiscale (leggi interpretazione AdT) ma anche l'allineamento con la concessione urbanistica.

    Adesso non so se i lucernari siano un aspetto che va deliberato nella concessione edilizia: ma se la risposta è sì, la situazione catastale secondo me non sarebbe regolare.
     
  19. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    se intendi conformita anche con i progetti depositati in comune, la legge non lo impone.
    Impone la conformità catastale: solo a Parma e in Toscana è obbligatorio redigere il certificato di conformità urbanistica (o referto tecnico o RTN) che è il documento che attesta la conformità fra catasto, progetti e stato di fatto.
    E' una cosa che dovrebbe essere obbligatoria ovunque. In molte regioni non sanno neanche cos'è...
     
    A Mil, PyerSilvio e mata piace questo elemento.
  20. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Temo tu faccia un po' di confusione, qui si parlava di mera "conformità" catastale: le circolari emanate dall'agenzia delle entrate a seguito dell'obbligo della L. 122/2010 altro non fanno che spiegare ciò che dice la Legge (ed infatti rinviano elle norme), giacché una Circolare non ha valore per il contribuente.
    La conformità catastale (peraltro sfido chiunque a produrmi una legge che impone questo) è tutt'altra cosa ed assai più complicata, credo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina