1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Flavio69

    Flavio69 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Un saluto ed un grazie anticipato a chi mi risponderà.
    Vengo subito al dunque:
    Ho dato l'incarico di vendita in esclusiva di un appartamento ad un'agenzia immobiliare TRE ANNI fa, (chiamiamola agenzia A). Malgrado l'appartamento sia stato visitato da diversi clienti, non è ancora stato venduto, anche perchè secondo me l'agenzia è un po' lontana da dove si trova l'immobile.
    Ora vorrei cambiare agenzia, scegliendone una presente nello stesso comune dove è ubicato l'appartamento, visto che il contratto per l'incarico scade il 16 febbraio e c'è scritto che non è rinnovable in modo automatico.
    Mi chiedo però:
    Se dò l'incarico all'agenzia B e questa vende l'appartamento ad un cliente che aveva già visitato l'alloggio con l'agenzia A, dovrei pagare DUE PROVVIGIONI????
    Sia l'agenzia A che l'agenzia B sono agenzie importanti presenti su tutto il territorio nazionale.
    Per cortesia rispondetemi perchè devo scegliere se cambiare o no alla scadenza.
    Grazie
     
  2. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Fai una visita all'agenzia A per informarli che alla scadenza del 16 febbraio darai ad altri l'esclusiva.
    Fatti rilasciare una lettera nella quale siano indicati i clienti che sono stati da loro contattati.
    Al momento dell'incarico ad altra agenzia fai inserire i nominativi segnalati dall'agenzia A precisando che in caso di vendita ad uno di questi soggetti dovranno essere loro stessi ad accordarsi con l'agenzia A per la suddivisione, tra loro, delle provvigioni.
    Solo così sarai sicuro che non avrai problemi.
    Certo che tre anni sono tanti, probabilmente il prezzo è da rivedere.
     
    A sarda81, Bagudi, Ponz e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  3. Flavio69

    Flavio69 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    La ringrazio per la risposta.
    Ma è una cosa usuale tra due agenzie concorrenti accordarsi per spartirsi la provvigione? La percentuale accordata con l'agenzia A è il 3% del valore dell'immobile e a me sinceramente andrebbe bene se entrambe si accontentassero del 1,5%. Ma ho i miei dubbi... Diciamo che all'atto di redigere il contratto di incarico con l'agenzia B ho ancora io il coltello dalla parte del manico, visto che se non scrivono la clausola non dò l'incarico . Ma secondo lei l'agenzia A si accontenterà di incassare solo la metà della provvigione quando l'agenzia B la contatterà? Esiste qualche obbligo di legge intendo? Come posso cautelarmi?
    Grazie
     
  4. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    La pluralità di mediatori è regolata dell'art 1758 del codice civile, nonostante ciò non è sempre automatico che entrambi abbiano diritto alla mediazione, questo art regola la divisione della provvigione in caso di collaborazione tra le agenzie. perché va valutato caso per caso e bisogna capire se l'intervento dela seconda agenzia sia riconducibile a quello della prima. Se, ad esempio, lo stesso cliente ha visto la casa tre anni fa, ad oggi non vedo come la prima agenzia possa accampare diritti sul cliente stesso, diverso potrebbe essere se invece sono trascorsi pochi mesi e sempre che, nel frattempo, non siano cambiate le condizioni tra la visita con la prima agenzia e la successiva con la seconda. In ogni caso, vale la pena, come consigliatoti, di farti mettere per iscritto l'elenco dei clienti che hanno visitato l'appartamento con la prima agenzia. In ogni caso, attenzione a non far muovere le due agenzie indipendentemente l'una dall'altra, perché in tal caso entrambe hanno diritto alla provvigione piena e ti troveresti a pagarne due (esempio: cambi agenzia ma concludi la vendita con la prima agenzia e con un cliente che ti aveva portato questa...in tal caso, la seconda ti addebiterebbe la penale per violazione della clausola di esclusività).
     
    A Bagudi, Ponz e marcellogall piace questo elemento.
  5. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Normalmente le agenzie si accordano specialmente quando si tratta di dividere le provvigioni senza dover ricorrere alle vie legali.
     
    A Tobia e Ponz piace questo messaggio.
  6. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    tu non paghi due commissioni,
    tuttavia rischi di pagare la commissione ad A (agenzia che vende) ed una penale (se presente nell'incarico) all'agenzia B per un'ipotetica violazione di esclusiva.

    prima del compromesso una bella scrittura privata a tre teste non guasta..
     
  7. Flavio69

    Flavio69 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ma scusa Tobia, se io dò l'incarico all'agenzia B dopo la scadenza dell'incarico con l'agenzia A. L'agenzia A non avrà neanche piu' le chiavi dell'appartamento e non potrà vendere... Il mio dubbio è il contrario, cioè se l'agenzia B venderà ad un vecchio cliente che aveva già visionato l'appartamento con l'agenzia A, la provvigione a chi andrà? Scusate la rima ;)
     
  8. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ecco.
     
  9. Flavio69

    Flavio69 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Mah... Speriamo. :basito:
    Grazie per le risposte
     
  10. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Rispetto a quanto indicato dai colleghi io sarei più propenso ad allegare all'incarico dell'agenzia B l'elenco dei clienti dell'agenzia A specificando che in caso di conclusione con i suddetti nominativi nulla sarà dovuto all'agenzia B.
     
  11. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    E lavora per nulla..... Allora tanto vale che l'incarico resti ad "A" io da agenzia"B" ragionerei cosi.
    Intanto il prezzo resterà lo stesso?
     
  12. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Dipende dalle condizioni del nuovo incarico se é cambiato il prezzo perché la nuova agenzia ti ha aperto gli occhi sugli scenari tu pagherai una sola agenzia quella che conclude l'affare.
    Se il cliente ha visionato l'immobile due anni prima ad un prezzo diverso oggi conclude con chi ha l'incarico a quel prezzo. Stop l'altra agenzia rimarrà male e accetterà la sconfitta. L'altro ha ottenuto un prezzo di vendita inferiore. Sono d'accordo sulla linea di pensiero di Alessandro sulla pluralità di mediatori che poco c'entra con questo caso.
     
    A alessandro66 piace questo elemento.
  13. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
  14. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    L'agenzia B non vede l'ora di prendere l'incarico...:maligno:
     
    A dormiente e Rosa1968 piace questo messaggio.
  15. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Bisogna sempre mettere il cliente al centro delle nostre riflessioni.
    L'agenzia B prenderà l'incarico nell'ottica di reperire "nuovi" potenziali clienti. Non può partire dal presupposto "faccio firmare un pezzetto di carta così comunque qualcosa porto a casa!". Altrimenti, di questi tempi, tanto varrebbe essere sempre l'agenzia "B"
    Il rimandare la soluzione di eventuali sovrapposizioni al futuro accordo tra agenti che potrebbero "legittimamente" non trovarlo, mette il cliente in balia dell'incertezza. Ed il ragionamento su quale dovrebbe essere l'unico agente ad avere diritto alla mediazione, anch'esso, nel nostro sistema giudiziario, non conduce ad alcuna soluzione univoca.
     
  16. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    I potenziali acquirenti sono sempre gli stessi e girano per più agenzie, non vedo per quale arcano motivo la seconda agenzia debba precludersi la possibilità di guadagnare, sempre che concluda ovviamente, a favore di una precedente agenzia che non era riuscita nel tentativo...sempre che il tentativo sia stato recente, altrimenti non vale la pena parlarne...
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  17. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Partiamo dal presupposto che negli incarichi delle agenzie "A", spesso e volentieri è riportata la seguente clausola: "per patto espresso il compenso come sopra determinato sarà altresì dovuto anche nel caso di conclusione dell'affare successiva alla scadenza dell'incarico nei confronti di soggetti e/o Società messe in relazione con il venditore dall'agente immobiliare... "
    o altre simili.

    Non si può sostenere che il cliente, scaduto l'incarico non abbia più alcun tipo di obbligazione nei confronti della prima agenzia per il fatto che il venditore abbia sottoscritto un incarico con altro soggetto. Almeno dal punto di vista giuridico.

    La seconda agenzia è stata più brava? Benissimo, ma questo giuridicamente non sempre è sufficiente a stabilire che il compenso debba essergli accordato a discapito della prima.
    Si dovrà accordare con la prima agenzia? Sulla base di quale percentuale? Chi obbliga la prima ad accettare le condizioni della seconda?
    Stabilire per incarico che l'agenzia "B" debba trovare un accordo non meglio specificato con l'agenzia "A", secondo me, equivale a garantire al venditore che "nell'80% dei casi con l'incarico in esclusiva si riuscirà a vendergli la casa".

    Il problema che mi pongo è quello di garantire al cliente di non dover pagare due volte. Lo cito a sproposito? Non so nelle altre aree d'Italia. Ma dalle mie parti capita di frequente che in queste situazioni finite in tribunale il cliente abbia dovuto farlo.
     
    A dormiente e ab.qualcosa piace questo messaggio.
  18. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Il problema, infatti, è il funzionamento della giustizia italiana ma l'ipotesi ventilata nel precedente post equivale a un incarico a zero provvigione, seppur limitatamente ad uno specifico caso. Comunque non manca giurisprudenza relativa a situazioni di questo tipo...Il concetto di far firmare il pezzetto di carta per portare comunque qualcosa a casa, vale anche per l'agenzia A...recentemente ho consigliato un amico a non fare stupidaggini e concludere con l'agenzia con la quale aveva visionato l'immobile anche se non gli ispirava simpatia e, forse, fiducia ma l'ho fatto perché l'agenzia B, nel suo caso, doveva ancora subentrare e lo avrebbe fatto da lì a poco alle stesse condizioni...altrimenti il consiglio sarebbe stato opposto...
     
    A ingelman e dormiente piace questo messaggio.
  19. Flavio69

    Flavio69 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie 1000 :occhi_al_cielo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina