1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Sara7878

    Sara7878 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Gentilissimi,

    ho scoperto qualche anno fa di aver ereditato un immobile, accatastato regolarmente, riportato in successione, tasse pagate, costruito negli anni 80 a cui, ahimè, manca la concessione edilizia.
    Ci tengo a precisare che sono presenti tutti gli oneri pagati, tutti i controlli ok, il progetto approvato. In pratica, i miei genitori, iniziarono i lavori senza prima ritirare la concessione, documento che è stato poi cestinato un anno dopo dato che nessuno mai lo ha ritirato.
    L'immobile attualmente non rispecchia la normativa vigente, si trova su terreno agricolo.
    A questo punto, dopo aver consultato diversi professionisti (tra ingegneri, architetti, geometri), dove tutti mi hanno dato false speranze e dopo 3.4 anni dalla scoperta ancora nulla di risolto, mi hanno solo consigliato di continuare a pagare le relative tasse. Ci sarebbe la possibilità di richiedere una concessione in sanatoria ora per allora? Altrimenti per quali strade potrei optare?
    Vi ringrazio anticipatamente
    Sara
     
  2. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non è che ora é agricolo. Lo era anche quando hanno costruito se ora risulta agricolo. I tuoi erano coltivatori diretti?
     
  3. Sara7878

    Sara7878 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno, grazie della risposta. All'epoca c'era un decreto che consentiva di costruire fabbricati ad uso industriale su terreno agricolo. Sì, erano coltivatori diretti.
     
  4. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Adesso hanno cessato l'attività?
     
  5. Sara7878

    Sara7878 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
  6. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    L'immobile quindi ha i requisiti per essere adibito all'attività di coltivatore diretto, cioè sono stati realizzati immobili ad uso agricolo e abitazione?
    Oppure è stato realizzato un immobile ad abitazione?
     
  7. Sara7878

    Sara7878 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Si tratta di un fabbricato in cemento armato, senza finestre, dove mio padre ha svolto l'attività di fabbro per 2 anni, dopodiché è rimasto cosi.
     
  8. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Quindi non è coltivatore diretto ma artigiano.
    Chi ti ha dato questa affermazione?
    p.s. sto facendo tutte queste domande per capire se ci sono possibilita di regolarizzare.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  9. Sara7878

    Sara7878 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sì e ti ringrazio davvero.. L'immobile era intestato a mia nonna, iscritta ai coltivatori diretti, dalla morte di nonna per successione è arrivato a me, il terreno su cui è sito il fabbricato è agricolo, prima del 90 c'era il decreto che consentiva di costruire questi fabbricati ad uso industriale su terreno agricolo... oggi non rilascerebbero mai un permesso a costruire un fabbricato del genere su terreno agricolo. Hanno optato per il rilascio di una concessione ora per allora... ma gli anni passano.. senza risultati
     
  10. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Se lo ricordi, all'incirca quanto è esteso il terreno?
    Quanto è esteso il fabbricato e la sua altezza massima?
     
  11. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Secondo me il diritto che aveva acquisito con la legge non lo perde. Bisogna verificare come è accatastati. Se capannone e vuole trasformarlo in residenziale bisognerà fare richiesta e attendere la delibera comunale da li pagare gli oneri ecc ecc ecc.
    Può essere che con il piano di governo quella zona ricada a zona industriale e questo non sarà possibile. Cosa vuol dire che hanno rilasciato la licenza ora per allora?
     
  12. Sara7878

    Sara7878 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il fabbricato è di 120 metri quadri circa, altezza circa 3. Non ricordo esattamente i metri del terreno circostante ma il fabbricato occupa metà terreno, poi dall altro lato del fabbricato c'è un altro pezzo di terreno asi, edificabile. Quando fecero il piano regolatore di questi lotti di terreno, il comune non chiamò nessuno, altrimenti avremmo sicuramente fatto richiesta per avere zona asi dove è sito il fabbricato... il fabbricato è distante dal terreno asi 5 metri
     
  13. Sara7878

    Sara7878 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Mi hanno parlato di rilascio di concessione edilizia in sanatoria ora per allora, dato che non rispetta la normativa vigente si dovrebbe cercare di sanarlo in base alle normative di allora.. Ovviamente cambiando la destinazione urbanistica perderebbe valore, in realtà avevamo proposto anche questo, ma l'idea è stata subito bocciata
     
  14. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Qualora avevano ritirato concessione e redatto tutto quanto occorre per il fine lavori, attualmente l'edificio è abusivo perche costruito senza permesso di costuire in quanto non ritirato e decaduto.
     
    A ssimone75 piace questo elemento.
  15. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Se l'immobile non rispetta le norme edilizie statali, regionali e locali sia all'epoca della realizzazione e sia al momento del rilascio del permesso non è regolarizzabile, dagli elementi sin qui esposti mi sembra che sia così cioè non regolarizzabile.
     
    A ssimone75 piace questo elemento.
  16. Sara7878

    Sara7878 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    L'immobile rispettava le normative di allora, ma non quelle attuali
     
  17. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Infatti dagli elementi che hai esposto sino ad ora come scritto prima:Se l'immobile non rispetta le norme edilizie statali, regionali e locali sia all'epoca della realizzazione e sia al momento del rilascio del permesso non è regolarizzabile, dagli elementi sin qui esposti mi sembra che sia così cioè non regolarizzabile. Lo prevede l'art. 37 comma 4 del d.p.r. 380/01.
     
  18. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ora ho capito bene. Grazie salves.
    Le norme si applicano quelle in corso ...
     
  19. Sara7878

    Sara7878 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    E quindi a cosa vado incontro? Non l'ho di certo costruito io, l'ho ereditato per successione legittima.
     
  20. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    A nulla ed a tutto.
    Mi spiego, paghi IMU, tari, iuc o qualsivoglia tributo comunale?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina