1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Carmen34

    Carmen34 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti....Vi espongo il mio problema...Per quanto riguarda un immobile senza concessione edilizia...L immobile è stato realizzato negli anni 80,su terreno agricolo tramite una normativa che consentiva la costruzione di fabbricati industriali su terreni agricoli.La concessione c era ma non è mai stata ritirata,per cui dopo un anno è decaduta.I bollettini sono stati tutti pagati,c è il progetto approvato con tutti gli accertamenti effettuati negli anni 80....Ho provato a richiedere una concessione in accertamento di conformità ma le normative attuali non consentirebbero la costruzione su quel terreno agricolo.Quindi,per sistemare l immoobile,c è una soluzione?
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Attendere un condono edilizio.
    Non ritirando la concessione non si è istaurato il diritto alla costruzione del manufatto automaticamente è stato commesso un abuso, sanabile all'epoca non adesso cosìcome detto da te, anche perchè l'art.37 comma 4 del d.p.r. 380/01 prevede che un manufatto in assenza di titolo abilitativo può essere regolarizzato a condizione che soddisfi le norme dell'epoca della sua realizzazione e al momento della richiesta.
     
  3. Carmen34

    Carmen34 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie Salves..se invece cambiassi uso dell immobile? da agricolo ad abitativo ad esempio?
     
  4. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Sono d'accordo con SALVES.
    Per quanto riguarda il cambio d'uso tu dici che le norme attuali non consentono la costruzione sul terreno agricolo, pertanto la tua ipotesi sembra impraticabile.
    Inoltre c'è il problema che se presenti un progetto per una nuova costruzione e ad un vigile urbano o alla forestale viene la voglia di controllare il cantiere ad inizio lavori e trovano il fabbricato ultimato ritengo che ci sia la possibilità di reato per falso a carico tuo e del tecnico che presenta il progetto.
    Aspetta un condono e nel frattempo rivolgiti ad un tecnico che lavora in zona per capire se ci sono possibilità.
     
  5. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Se è così come hai descritto non puoi fare nulla, devi solo attendere un condono edilizio.

    Il cambio d'uso viene rilasciato ad un'immobile regolarmente assentito e/o ad immobili già esistenti e i realizzazzioni datate (vecchi fabbricati rurali) di cui si hanno menzione nei rogiti, ciò che non è l'immobile da te descritto.
     
  6. Carmen34

    Carmen34 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie a tutti per le informazioni...a questo punto,dato che non posso sistemare la situazione tecnicamente se mi rivolgessi ad un avvocato? magari legalmente potrei trovare una via d uscita.io pagati tanto per quella concessione e da 30 anni pago tasse su quell immobile..Non ditemi di aspettare un condono perche sappiamo bene che non ci sarà nei prossimi anni...
     
  7. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Se l'immobile è stato regolarmente dichiarato fiscalmente (al catasto) devi pagarci tutte le tasse che le competono. In tutta la nazione c'è ne sono tanti che pagano le tasse ma gli immobili non sono in regola dal punto di vista urbanistico. Vedi pure il censimento volontario o automatico che lo stato ha proceduto con le scosidette case fantasma.
    Per quanto riguarda un legale penso che abbia le mani legate ma se vuoi tentare fai pure occorre ricordarti che ciò ha un costo.
     
  8. Carmen34

    Carmen34 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Si l immobile è iscritto al catasto....So bene che per risolvere questa situazione ci saranno sicuramente sanzioni e tasse varie da versare al comune...e,arrivata a questo punto,non mi spaventa l idea di dover pagare anche un avvocato...c è qualche articolo che potrebbe tutelarmi? magari un ricorso al tar...
     
  9. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Dalla descrizione che hai dato tecnicamente non ci sono articoli che possono tutelarti, qualora ci fossero stati ti occorrerebe un tecnico per risolvere la questione.

    Dal lato invece legale amministrativo non so se un un avvocato amministrativo può trovare una soluzione.
     
  10. Carmen34

    Carmen34 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    si ma l immobile è registrato al catasto ed è reglarmente iscritto su tutti gli atti notarili dal 90 ad oggi...
     
  11. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Cosa recitano i rogiti nella parte descrittiva dell'immobile ogetto di compravendita?
    Quale categoria catastale e trascrita in tali rogiti?
    per quanto riguarda la regolarità urbanistica cosa recitano?
     
  12. Carmen34

    Carmen34 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    sulla mia dichiarazione di successione c è il numero di catasto,categoria e valore e c è scritto "trattasi di fabbricato in corso di costruzione costituito da solo struttura portante in cemento armato di circa 150mq al piano terra privo di copertura e rifiniture"
     
  13. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Perfetto già in successione c'è una descrizione che indica lo stato incompleto dell'immobile e quindi non adatto all'abitazione, ritorniamo a quanto suggerito nel post precedente che occorre attendere un condono per regolarizzare il tutto.

    Presumo che il rogito precedente reciti la stessa cosa?
     
  14. Carmen34

    Carmen34 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    si ma il condono attualmente non c è e non ci sarà prossimamente...non ho altri atti...il terreno su cui ricade il fabbricato è stato di mio nonno dal 60 al 2010...ora lui è deceduto...ho soltanto una successione...a questo punto questo fabbricato nn ha una data..potrei dichiarare che è stato costruito prima del 67?
     
  15. Laura Mencarini

    Laura Mencarini Membro Junior

    Altro Professionista
    Io starei attenta a dichiarare cose non vere, soprattutto se confutabili con documenti in possesso dell'amministrazione. Purtroppo il catasto e l'urbanistica sono due binari separati, per cui un immobile può esistere catastalmente e quindi fiscalmente, ed essere totalmente abusivo dal punto di vista urbanistico. Io consulterei un tecnico di zona per verificare se è possibile un qualche tipo di accertamento di conformità. Se il terreno è agricolo, si può realizzare un immobile residenziale con piccolissimo indice di fabbricabilità, che dipende dal piano regolatore del comune di appartenenza.
    In bocca al lupo!
     
  16. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Attenta che se il comune verifica con altri dati in suo possesso e verifica la falsità della dischiarazione la tua posizione dal punto di vista penale è compromessa.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina