1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lbjchemistry

    lbjchemistry Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    salve a tutti. La mia nuova domanda è questa:
    Dopo aver stipulato una promessa di acquisto con un venditore per bloccare un immobile, (In tale promessa veniva mensionata la caparra data e la tempistica del successivo pagamento ) ho scoperto che lo stesso immobile (un grezzo) non era stato costruito come da concessione edilizia ottenuta e successiva proroga, ma con alcune varienti non dichiarate. a questo punto il venditore (dato che la sua concessione è scaduta) vorrebbe farmi acquistare il tutto per poi essere io ad assumermi le spese per ina eventuale sanatoria delle variazioni fatte. premesso che spero sia l'unica "magagna" che c'è sotto, potrei decidere di ritirare la mia promessa di acquisto e richiedere la caparra?
    Inoltre una eventuale concessione in sanatoria mi darebbe la certezza che l'immobile sia a norma sotto tutti gli aspetti ?
     
  2. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sarebbe necessario conoscere esattamente cosa c'è scritto nel documento che hai firmato. Se (come mi auguro per te) si tratta di una proposta d'acquisto poi accettata dal venditore ci sarà sicuramente scritto che il venditore stesso dichiara che il bene è conforme a tutta la normativa urbanistica ecc. ecc., e quindi in tal caso sarebbe evidente la sua inadempienza e non dovresti avere problemi a ritirarti. :D
    Se quella notazione non ci fosse .... la cosa si complicherebbe e ti suggerirei senz'altro di consultarti con un legale. :fico:

    Nel comune di Roma oltre alla concessione in sanatoria è necessario richiedere il certificato di agibilità ma, essendo l'Italia il paese dei 1000 campanili, non mi azzardo a credere che questo valga per tutto il territorio nazionale. :?
    Sono sicuro che il tuo competentissimo ( :ok: ) conterraneo Manlio saprà darti tutte le delucidazioni in merito!

    ;)
     
    A Paolo8 piace questo elemento.
  3. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Io credo che oltre a ritirarti, tu possa chiedere il doppio della caparra che hai versato (sempre ovviamente che la proposta sia già stata accettata). A meno che tu non voglia, con tutte le cautele del caso, portare comunque a termine la compravendita. Per quanto riguarda la sanatoria io credo che tu possa stare tranquillo una volta ottenuta, ma i problemi sono principalmente due: 1.si può sanare tutto regolarmente? 2.a spese di chi?
    In bocca al lupo e un saluto a tutti. :stretta_di_mano:
     
    A Paolo8 piace questo elemento.
  4. lbjchemistry

    lbjchemistry Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    grazie per i consigli. chiari ed esaurienti :applauso:
     
  5. CalaTarida

    CalaTarida Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ciao a tutti!
    visto l'argomento, mi inrtufolo :sorrisone: nella discussione per chiedervi un chiarimento su un dubbio che è da un po' che mi frulla in testa: nel caso il promissario acquirente abbia avanzato una proposta d'acquisto - accettata dal promittente venditore - in cui viene sia stato indicato un termine tassativo entro cui stipulare il compromesso, ma questo termine non venga rispettato dal venditore, cosa succede? ha diritto a revocare la proposta e ad ottenere la restituzione della caparra versata? :domanda:
     
  6. caviapp

    caviapp Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    forse bisognerebbe porsi prima una domanda: cosè un compromesso? :?
    Perchè, a meno che tu abbia usato formule o indicazioni particolari, a regola a proposta accettata ( e accettazione portata a conoscenza del proponente) sorge il "vincolo contrattuale":Quindi quello è il "vulgo" compromesso. Poi puoi stabilire che prima del rogito vi siano altre attività come ulteriori versamenti o stesura di atti che, riproducendo il contenuto della proposta accettata, aggiungano aspetti non disciplinati dalla stessa, ecc.
    Ma il "compromesso" è già stato fatto!
     
  7. CalaTarida

    CalaTarida Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Appunto perché c’è un vincolo contrattuale, le parti non sono obbligate al rispetto degli accordi presi?
    e poi scusa l’ignoranza, ma non capisco perché affermi che il compromesso sia già stato fatto; da quanto ne sapevo io, la si tratta di due cose distinte e la proposta precede il compromesso vero e proprio…

    so che la proposta “irrevocabile” d’acquisto vincola il promissario acquirente, che non può più tirarsi indietro, mentre il promittente venditore – volendo – potrebbe anche poi decidere di vendere la casa ad altro acquirente…ma quello che io voglio sapere è: se viene meno a una delle clausole inserite nella proposta e DA LUI ACCETTATE – come appunto un termine massimo entro cui firmare il compromesso – il promissario acquirente può recedere dalla proposta, ottenendo in restituzione la caparra versata…o ci smena la caparra?
     
  8. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Alcune proposte di acquisto si trasformano automaticamente in compromesso nel momento in cui la loro accettazione viene notificata al proponente :shock: .
    Certo che se il venditore è inadempiente su un termine come quello della stipula il promissario acquirente può recedere chiedendo la restituzione della caparra però............ c'è un però, infatti per dimostrare l'inadempienza del venditore l'acquirente deve mandare una raccomandata A/R mediante cui fissa la data ed il luogo del preliminare (non prima di 20 giorni dopo la scadenza pattuita) e precisa che in caso di mancata presenza del venditore il contratto nato dalla proposta accettata è da ritenersi risolto per sua inadempienza e chiede la restituzione di quanto versato. Auguri
     
    A angeloberti piace questo elemento.
  9. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    D'accordissimo. :stretta_di_mano:
     
  10. CalaTarida

    CalaTarida Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie roberto!!
    ora sì che è tutto chiaro! :D
     
  11. caviapp

    caviapp Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ineccepibile Roberto.
    Ps. ieri eravamo nell'isola a sud della Tua a chiudere una vendita.

    x calatarida
    Le proposte di acquisto sono regolate dagli art. 1326 e seguenti del c.c. . Il 1326 ti dice anche che con la conoscenza da parte del proponente dell'accettazione avvenuta il "contratto è concluso" :stretta_di_mano:

    La parola "compromesso" non ha fondamenti giuridici ma è un modo di definire un atto che appunto è la conclusione del contratto (sorgere del vincolo contrattuale)

    E' vero che alcune associazioni hanno editato formulari che riducono la proposta a preliminare del preliminare ma non le abbiamo mai usate ne ne vediamo l'utilità. :?
     
  12. Sandro 7942

    Sandro 7942 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Invece il bello della proposta d'acquisto è proprio quello... E' un accordo, e quando viene accettato dalla proprietà e l'accettazione giunge a conoscenza del proponente diventa un CONTRATTO... E i contratti VINCOLANO le parti... Ed evitano tante DISCUSSIONI e PERDITE DI TEMPO che altrimenti sorgerebbero se le parti si sentissero ancora libere di cambiare le carte in tavola... Ne ho avuto la riprova sabato, quando abbiamo finalmente stipulato il preliminare tra un privato e un'impresa che acquista con cambio camera...

    Il privato non ha voluto saperne di accettare la proposta volendo firmare direttamente il preliminare... e per trovare la quadra di tutte le clausole (pretestuose) che ha voluto abbiamo faticato parecchio... Sono convinto che se avesse firmato la proposta sarebbe stato più malleabile...
     
  13. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ... io sapevo che la parola "compromesso" è usata impropriamente in campo immobliare in luogo di "preliminare", perchè è un' operazione/atto/procedura :? utilizzato negli arbitraggi!

    ;)
     
  14. marklys

    marklys Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve,
    un'informazione.
    L'altro giorno ho fatto una proposta d'acquisto con versamenti di assegno di 10000€. Ieri l'agenzia mi ha chiamato per comunicarmi che la proposta è stata accettata dal venditore.
    Ho scoperto poi che sotto casa (sita al primo piano) c'e' un locale con musica fino a tarda notte e vorrei ritirarmi dalla proposta. E' una cosa fattibile?
    A me non è ancora arrivata alcuna raccomandatata.
    Vi ringrazio,
    Marco
     
  15. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Fino alla scadenza la proposta è irrevocabile (15 o 20gg da quando l'hai fatta). Se entro il giorno di scadenza della proposta d'acquisto non arriva da parte dell'agenzia una formale accettazione (raccomandata A/R, telegramma, fax) ti puoi svincolare, viceversa se ti ritiri perdi la caparra.
    :stretta_di_mano:
     
  16. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Quoto al 100% Granducato! :applauso: :applauso:

    ;)
     
  17. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Non avendo ancora ricevuto regolare accettazione della proposta potresi anticipare i tempi inviando una raccomandata informando le parti che ti sei accorto dopo del locale, sicuramente il giorno dopo ti troveresti una raccomandata per accettazione della proposta.

    Potresti dire che ti era stato omessa l'esistenza del locale e che crea disturbo fino a tarda sera, ma penso ( questo non lo so) chce una insegna del locale l'avrai vista.
     
  18. angeloberti

    angeloberti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Per Marclys:
    Al di là che tutti i consigli sono corretti, anzi correttissimi: ma quando sei andato a visionare l'immobile, non avevi visto il locale sotto? Non lo conoscevi? NOn ti eri informato? Non sei stato un pò troppo frettoloso nello scrivere? :disappunto:
     
  19. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Roby non credo che comunque servirebbe a svincolarsi. Forse è meglio attendere la (non) accettazione della proposta. A livello contrattuale non c'è niente da fare, a livello pratico si puo parlare con agente e venditore spiegando che c'è 1 locale rumoroso sotto e che (forse un pizzico) si è cambiato idea... Certo è che comunque non sarà un passaggio economicamente indolore.
     
  20. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Infatti granducato concordo, chiudo la frase dicendo che l'insegna del locale o quant'altro che lo indicava il ocale l' avrà vista, il mio era anche un discorso piu generalizzato che magari faremo in altro post appena ce ne sarà l'occasione, non voglio andare off topic.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina