1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. illina

    illina Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Gli eredi sono 3.
    Uno dei tre possiede il 50% dell'immobile (che è la parte data in usufrutto)
    Il restante 50% viene diviso tra i 3 eredi.
    Alla morte dell'usufruttuario, cosa succede?

    Se ci sono spese condominiali arretrate (in particolare, il pagamento dell'avvocato x una causa iniziata 8 anni fa) chi le deve pagare?

    PS: Scusate il liguaggio poco appropriato ma non ci capisco niente di eredità, successioni etc....
     
  2. vavy

    vavy Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Scusa, non sono sicura di aver capito bene. Dalle quote che riferisci immagino che A sia genitore di B e C, e che l'immobile di cui parli fosse in comproprietà tra A ed il coniuge defunto, per cui A era già proprietario "di suo" del 50% ed è proprietario x successione di 1/3 della quota del coniuge, per cui le quote sono (arrotondo x comodità) A 66% (50+16%) e B 17% e C 17%.

    Non capisco però se sia la parte di A data in usufrutto e nel caso a chi (un altro soggetto che chiameremo U?). Cmq in teoria se l'usufrutto sulla parte di A è dato al soggetto U, alla morte di U si verificherà ciò che si chiama "consolidamento" della proprietà per cui A, B, C torneranno ad essere comproprietari dell'immobile secondo le proprie quote (A 66,6%, B 16,6% e C 16,6%).
    Diverso il discorso se invece il proprietario del 66% A, fosse titolare dell'usufrutto sulla quota dei (figli?) B e C per cui alla morte di A che è anche usufruttuario, B e C ridiventano pieni proprietari ciascuno della propria quota mentre andrà in successione il suo 66%, eventualmente in favore di B e C se questi fossero effettivamente suoi figli.
    X le spese arretrate, in via teorica ti direi che soluzione dipende molto dalla natura delle stesse, se fossero ordinarie spetterebbero all'usufruttuario (e quindi direi ai suoi eredi...), se fossero straordinarie spetterebbero invece ai proprietari.

    Magari con qualche dettaglio in più sui rapporti intercorrenti tra i comproprietari e sulla natura delle spese potrei essere più precisa..
     
  3. illina

    illina Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    A, B, C sono fratelli
    U, genitore dei tre, era l'usufruttuario che è morto
    A aveva già il 50%, che però aveva dato in usufrutto a U.

    Le spese sono x una causa condominiale, iniziata molti anni fa, ma tuttora in corso (non so se straordinarie o meno...da cosa dipende?)

    In base a queste nuove informazioni quindi pagano A, B o C? In che percentuali?

    Grazie mille x adesso!!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina