1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. bollano

    bollano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti,
    supponiamo che Tizio sia proprietario al 20% di un terreno o una casa insieme a Caio proprietario del 60% e Sempronio proprietario dell'altro 20%.
    Se Caio proprietario del 60% vuole vendere o modificare con lavori l'immobile o il terreno può farlo senza il permesso di Tizio e Sempronio proprietari dell'altro 40%?
    In altre parole le decisioni di vendita, affitto, modifica ecc devono essere condivise da tutti o può decidere liberamente chi ha la maggior proprietà in percentuale?
     
  2. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La difficoltà della comunione sta proprio qui, ovvero ogni decisione va presa collettivamente e l'uso individuale della cosa comune va concordato con gli altri, qualsiasi sia la quota di appartenenza alla comunione.
     
  3. bollano

    bollano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta. Se il proprietario che possiede il 51% o più per esempio agisce modificando la casa oppure tagliando delle piante nel terreno comune senza che gli altri proprietari sono consensienti a cosa va in contro?
     
  4. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La facoltà di uso non è proporzionata alla quota mi spiego? La quota non è una parte materiale ma una porzione ideale dell'intero bene. Detto questo per poter modificare la casa e bla bla a suo piacimento deve avere il vostro benestare, diversamente dovete procedere allo scioglimento della comunione e procedere con la divisione materiale, dove sulla sua parte potrà fare quello che vuole. In questo caso, non avendo avuto il vostro benestare non ha titolo di chiedervi il rimborso delle spese che ha sostenuto, non solo, nel caso gli interventi non sono di vostro gradimento (parlo delle opere murarie) dovrà ripristinarle.
     
  5. bollano

    bollano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera, innanzi tutto grazie per la risposta.
    Cosa intende quando parla di scioglimento della comunione procedendo con la divisione materiale?
    Se Tizio proprietario del 20% non vuole procedere allo scioglimento della comunione cosa succede? Caio proprietario all'80% ha dei modi legali per costringere Tizio a cedere il suo 20%?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina