1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. CATAHOME

    CATAHOME Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti,

    sono uno dei quali si ritrova in una situazione di m... per i bei amministratori che ci portiamo avanti da quasi 50 anni.
    L'argomento non è nuovo, penso che in giro si senta spesso gente nella mia stessa situazione, come penso siano presenti anche in questo Forum.

    Sono un consulente libero professionista in possesso di partita IVA. Preciso dicendo che non sono un evasore fiscale, ma che per gravi motivi familiari mi sono ritrovato in una situazione economica da non poter pagare tasse, aggiungiamoci anche l'enorme strozzinaggio che ci impone lo stato Italico, qualche multa non pagata e posizioni INPS arretrate. L'Equimafia come si può evincere sì è già fatta sentire chiamandomi all'ordine, pretendendo sanzioni che ammontano a circa il triplo di quanto

    dovuto. Ora stò cercando di mettere tutto in ordine, ma ci vorrà del tempo prima che riesca a saldare tutto e tornare in riga.
    Vorrei riuscire a comprare un piccola ed economica casetta se la trovo, ma vorrei anche evitare che me la pignorassero o ipotecassero appena presa.
    Sò che come prima casa prendendo residenza e stando sotto le classi di lusso A/1, A/8 e A/9, la casa non è pignorabile, ma solo ipotecabile. Ciò mi permetterebbe di viverci fino alla fine dei miei giorni, ma con casa ipotecata magari già venduta a gente speranzosa di una mia morte remota, non sarebbe una gran bella vita, consideriamo anche il fatto che ai miei figli vorrei lasciare almeno un buco dove appoggiarsi in caso di bisogno.
    Ho letto che adottando soluzioni fatte male come nucleo familiare (post cartella esattoriale), intestare a figli ecc, potrebbe scattare la revocatoria da parte del Giudice, pignorandomi tutto.
    Escluderei anche soluzioni costosissime come Società Offshore ecc. per via delle altissime spese che comporterebbe. Purtroppo non ho parenti o amici fidati a cui intestarla come prestanome.
    Per non farmi mancare nulla, ho alle spalle una situazione familiare degna della mia condizione attuale, la mia ex, mamma dei bimbi mi ha denunciato per mancato pagamento mantenimento bimbi, non siamo mai stati sposati, neanche conviventi e in ogni modo il mantenimento lo davo, ma non quanto pretendeva lei "quasi uno stipendio". Intestandola alla mia ex coniuge la venderebbe il giorno dopo il rogito. Sempre intestandola a lei e trascrivere sul contratto usufrutto, in modo che non possa vendere prima della mia morte, mi dicevano che è come se fosse intestata a me e quindi ipotecabile. Una scrittura privata a fini legali, penso sia solo carta straccia.
    Ho letto che la cointestazione sarebbe una buona soluzione, solo che la mia parte sarebbe subito ipotecata se la casa non è divisibile e se divisibile pignorata al 50% e la metà di mia proprietà venduta subito. Mio figlio non è nel mio nucleo familiare ed ha solo 4 anni, valutando di intestare tutto a lui, la mia ex dovrebbe fare da tutore legale quindi non può venderla, ma potrebbe mandarmi via da casa e affittarla.
    Un Notaio mi ha già risposto dicendomi che non c'è soluzione tranne che intestare la casa a una persona fidata questa è l'unica soluzione, sottoscrivendo un prestito da parte mia che corrisponda al costo dell'acquisto, in modo da essere tutelato in caso voglia vendere l'immobile e anche giustificare la provenienza del danaro.
    Come ho scritto in precedenza non ho una persona fidata ne un prestanome oltre al fatto che se ne avessi uno non mi fiderei ugualmente, come dicono in tanti; Nella vita non mi fido neanche di me stesso.
    Concludendo, essendoci in mezzo già da diversi anni, conosco oramai quasi tutte le risposte ai miei quesiti, ma posto ugualmente in questo Forum non si sà mai qualcuno avesse una buona soluzione mai considerata prima.

    Grazie dell'eventuali risposte
    Saluti
     
    A Alba65 piace questo elemento.
  2. miciogatto

    miciogatto Membro Supporter

    Privato Cittadino
    Faccio un po' a fatica a seguirti ma posso confermarti che:

    - Agenzia Entrate Riscossione (ex-Equitalia) non può pignorare la prima casa se è anche unica casa. Può iscrivere ipoteca per debiti oltre i 20.000 euro

    - Chiunque altro puo' invece pignorare, anche la prima casa, anche per un debito di soli 1000 euro. In quel caso, a meno che non stai già pagando, AER potrebbe tranquillamente partecipare al pignoramento, iniziato da altri. Anche se prima casa.

    - Anche se sei proprietario al 50% di un immobile, può tranquillamente andare all'asta il 100% (restituiscono il 50% del ricavato della vendita al non debitore)

    Detto questo, a naso, al tuo posto finirei di sistemare le cose prima di fare acquisti.
     
    A CheCasa!, eldic, Tobia e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  3. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    E' anche il mio consiglio.
     
  4. francesca63

    francesca63 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Dato che nella tua situazione non sei certo mutabile,si deduce che tu possieda i fondi necessari all'acquisto.
    L'unico consiglio che mi sembra serio è di usare quei soldi per pagare i tuoi debiti,invece di usarli per comprare una casa,cercando un modo per "aggirare" la legge .
    Niente di personale,ma la penso così.
     
    A brina82 piace questo elemento.
  5. CATAHOME

    CATAHOME Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Cari signori, purtroppo il debito è ingente, non si parla di qualche multa presa, ma di cifre che anche rateizzando superano di gran lunga le mie entrate.
    Anche io consiglierei con molta leggerezza semplicità alle persone indebitate in Italia di pagare e mettersi apposto con i debiti, in modo che tutto si risolvesse in modo pacifico, ma poi vorrei anche la pace nel mondo, che tutti facessero i buoni, che sparisse la fame nel mondo ecc. A parte gli estremismi intellettuali, purtroppo essendoci dentro da molto tempo ho provato svariate volte a consultare Equimafia, ma la rateizzazione può arrivare al massimo a 60 rate, 120 non le concedono quasi a nessuno, ma anche se così fosse le rate arriverebbero a 1500€ mensili. Ora sono contento per la situazione economica di chi mi consiglia con molta semplicità di conciliare, sicuramente chi dice questo si trova in una situazione economica più risoluta della mia, ma per me quelle cifre mensili sono il mio mantenimento e la soglia fra la vita e la morte.
    Mi piacerebbe leggere consigli su soluzioni immobiliari e non cadere sempre in discorsi socio economici altrimenti avrei scritto sul Forum Antiequitalia.
    Grazie comunque dei consigli.
     
    A Alba65 piace questo elemento.
  6. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Ti sono già state date le "soluzioni immobiliari". Se non vuoi pagare i debiti devi risultare nullatenente e nella tua situazione acquistare un immobile sarebbe del tutto controproducente per te.
     
    A Alba65, Bagudi e Rosa1968 piace questo elemento.
  7. n3m3six78

    n3m3six78 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    premesso che i debiti si pagano , se non ti va bene l'imposizione fiscale italiana puoi sempre estradare in corea del nord.
     
  8. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    @n3m3six78, la tua mi sembra una risposta molto poco comprensiva e sommaria.
    Evidentemente non ti sei mai scontrato con problematiche economiche di rilievo in cui si sono trovate tante persone con lavoro autonomo.

    I debiti si devono pagare, ma se si può.
    Se non si può, non si può fare altro che accumularli, purtroppo.

    E l'imposizione fiscale italiana fa schifo, oltre ad essere ingorda e ingiusta.

    Ciò detto, al posto di @CATAHOME non cercherei di acquistare una casa e cercherei di essere meno aggredibile possibile.
     
    A dormiente, Alba65, Tobia e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  9. Alba65

    Alba65 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Non sono agente immobiliare né sono ferrata dell'argomento, ma i miei genitori hanno avuto grossi problemi finanziari simili ai tuoi. L'unica soluzione che hanno trovato per avere una casa, è stata intestare alle figlie maggiorenni e purtroppo non è il tuo caso. Magari dico una sciocchezza per te, ma ho conosciuto persone, con simili problemi, che hanno comprato chalet o case mobili, in campeggio e ci si sono trasferiti a vivere dignitosamente. Sono contratti tra privati, non registrati da nessuna parte poiché trattasi di "case mobili" , non ci si può prendere residenza, ma ci si può vivere tutto l'anno con riscaldamento e condizionatore, bagno con doccia e scarichi e tutto ciò che serve per viverci, con un affitto annuo della piazzola/giardino, di solito non esagerato. Spero tu possa trovare soluzione, comprendo la tua situazione.
     
    A CATAHOME piace questo elemento.
  10. CATAHOME

    CATAHOME Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao Alba Interessante, un'alternativa da non sottovalutare per niente..
    Finalmente una persona utile in questo forum
    Grazie del consiglio
    Saluti
     
    A Alba65 piace questo elemento.
  11. CATAHOME

    CATAHOME Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Girando in internet ho letto in un forum, di alcune persone che hanno acquistato con compromesso subito e accordato con il venditore per un rogito a 3/5 anni.
    Mi chiedevo se magari questa soluzione potesse fare al caso mio.
    Mi spiego meglio dovessi eventualmente trovare un venditore disposto a incassare subito quasi l'intera cifra con il compromesso e rateizzare il rogito a 10/20 anni potrebbe essere fattibile? In questo modo avrei il tempo di regolarizzare il tutto e mettermi in regola. Quali sono i termini di scadenza che passa fra il compromesso e il rogito? Ma con un compromesso la casa sarebbe subito intestata a me quindi legalmente aggredibile o legalmente risulterebbe ancora del venditore? Il motivo che mi fà venire questo dubbio è il fatto che in queste discussioni parlavano del fatto che per non far risultare un entrata al venditore per tutti quegli anni, per via che risulterebbe come entrate soggette a pagamento IRPEF e imponibili vari, l'immobile deve risultare venduto e non solo caparrato. Mi scuso per le imprecisioni, purtroppo non sono del mestiere.
    Grazie dell'eventuali risposte.

    Saluti
     
    A Alba65 piace questo elemento.
  12. Alba65

    Alba65 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie, sei molto gentile. Mi è venuta in mente questa soluzione, perché ho conosciuto anni fa, un signore esasperato come te per pressione fiscale italiana su piccoli imprenditori, che, dopo avere perso tutto per pignoramenti vari, ha scelto di vivere in graziosa baita di legno ben coimbentata in campeggio in appennino, senza avere residenza da alcuna parte, ma iscrivendosi in comune nel registro dei "senza fissa dimora", cosa che per la legge è fattibile. Ci sono info in internet. Io stessa conosco una signora di Bologna che vive tutto l'anno in un tranquillo campeggio a Pian del Voglio su appennino bolognese, ed ha affittato la casa in città dove non voleva più vivere da sola essendo anziana. Nel campeggio ha compagnia tutto l'anno, paga 2300euro in 3 rate per affitto piazzola, acqua compresa, ha riscaldamento, bagno, cucina, sala e cameretta e giardino ed è soddisfatta della sua scelta. Tanti cari auguri a te.
     
  13. Alba65

    Alba65 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Mi sembra da quel che spieghi, che si tratti di una forma di "compraffitto". Se cerchi in internet ti escono vari siti sull'argomento e anche il sito del creatore e maggior esperto in Italia di compraffitto, che è presente anche su questo forum ma in questo momento non trovo il suo nome.
     
  14. Alba65

    Alba65 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Dimenticavo, da quel che mi hanno spiegato, il compromesso non trasferisce la proprietà al compratore, ma l'immobile resta di proprietà del venditore. Ma essendoci rischio di pignoramento, meglio sentire anche un notaio.
     
  15. Slartibartfast

    Slartibartfast Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    D'accordo sul fisco vampiro e idiota che abbiamo, qui però stiamo parlando con uno che ha i contanti per comprarsi casa e non vuole pagare inps tasse e alimenti dei figli. Non mi sembra una povera vittima questo.
    Tieni anche conto che le tasse che non paga lui le pagheremo noi, la pensione che comunque lo stato gli darà una volta raggiunta l'età glie la pagheremo noi, se prende qualche agevolazione o sussidio perchè povero e indebitato, glie lo pagheremo noi e lo toglierà a qualcuno che ne ha veramente bisogno.
     
  16. Alba65

    Alba65 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Io comprendo il tuo punto di vista che trovo legalmente giusto. Ma penso anche che con una marea di debiti che aumentano spaventosamente causa interessi su interessi, se l'utente ha una piccola disponibilità per comprare un posto dove vivere senza l'assillo di trovarsi in strada, sia altrettanto comprensibile. Senza un posto dove stare non ci si può riorganizzare vita e lavoro. Gli affitti sono di solito alti, e se non si riesce a pagare, vi è lo spettro dello sfratto. Ho visto diverse situazioni simili e di solito non sono persone che vogliono "fregare" il fisco, ma gente travolta da tasse, contributi ecc. che, causa crisi di lavoro, non si è riusciti a saldare. Se poi dà una parte di soldi per i figli, come spiega, e magari vorrebbe restare vicino ai figli, capisco che cerchi un posto sicuro dive vivere. Senza polemiche ma realisticamente, perché a Bologna è già capitato, se fosse un immigrato e occupasse una casa di un inquilino di casa popolare andato in ferie 2 settimane, o di altro andato in ospedale, niente da dire e neppure lo si può sfrattare. Per questo resto sulla comprensione della situazione, anche se comprendo bene la tua posizione.
     
    A jos611 e dormiente piace questo messaggio.
  17. Slartibartfast

    Slartibartfast Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Nella mia esperienza personale la maggior parte di tali personaggi si trova in quella situazione perché si è speso i soldi che non poteva spendersi per vivere sopra le proprie possibilità, oppure non ha capito che doveva chiudere per tempo un'attività in perdita.
    Se dice che Equitalia rateizza a 1.500/mese x 60 mesi fa €90.000,00. Se ha i soldi per comprare casa ha una cifra del genere. Fosse anche meno, potrebbe iniziare a dare un congruo acconto, rateizzare la differenza con rate più basse e mettersi in regola.
    Poi a comprare casa ci pensa.
     
  18. dormiente

    dormiente Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Mi sembrava che Catahome facesse delle ipotesi!
    Poi uno che rateizza non é detto che abbia già i soldi ma spera che allungando i tempi, possa mettersi in pari con il suo lavoro.
     
    A Alba65, Bagudi e CheCasa! piace questo elemento.
  19. CheCasa!

    CheCasa! Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il diritto d'uso (e non l'usufrutto) è un diritto non ipotecabile nè pignorabile.
    Puoi intestare alla tua ex la casa riservando per te il diritto d'uso che ti permetterà di "usare" l'immobile (ma non di affittarlo) vita natural durante.
    Naturalmente dovrai fare in modo che le somme necessarie vengano versate dalla tua ex, altrimenti la compravendita potrebbe essere impugnata.
     
    A Alba65 e CATAHOME piace questo messaggio.
  20. CATAHOME

    CATAHOME Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Startibal fatti meno seghe mentali perchè poi potresti vedere la vita reale in maniera distorta. Ho 45 anni e ho visto tanti personaggetti come te che se gli togli il posto da ufficio, vanno in crisi e muoiono di fame, quindi ti consiglierei di accendere il cervello prima di scrivere certe p...at.. Non voglio portarti sfiga, ma pensa anche che in una situazione del genere potresti tranquillamente capitare anche tu. Non voglio indagare sulla tua situazione economica lavorativa di partenza, ma sentendoti scrivere certe ****ate sono sicuro che ha provenienza più ereditaria, che frutto del tuo sacco. Pensione? Sgravi fiscali? Di che ****o parli? Sei sicuro di stare bene? Mai preso un centesimo dallo stato, 20 anni fà feci domanda per la disoccupazione, dopo 2 settimane aprii una partita IVA, disoccupazione interrotta il giorno dopo, peccato che iniziai a fatturare dopo 3 mesi, andai a sentire all' INPS la loro risposta? Per noi non è più disoccupato. Da quel giorno mai più chiesto un centesimo allo stato.

    Alba, penso che tu sia una persona concreta, non aggiungo altro..

    Pensavo di essere in un Forum di esperti immobiliari, ma leggendo alcuni commenti sembra più un gruppo di moralisti incattiviti e frustrati dalla vita, quindi mi tocca entrare nello specifico per quelli che si fanno i fotoromanzi mentali:
    1) Stò pagando i debiti, proprio oggi sono stato all' INPS.
    2) Pago regolarmente tutte le tasse e ho anche dipendenti, Commercialista, IVA, IRPEF, INPS, INAIL e i morti loro..
    3)Da quando ho 16 anni, non ho mai vissuto un giorno sulle spalle di altri, se mai è stato sempre il contrario
    4) Il mantenimento dei miei figli è inviato tramite bonifico regolarmente ogni mese di circa 350€ l'importo quantificato dal Giudice in base alle rendite, ma alla ex extracomunitaria non bastavano. La causa mi è costata spese di avvocati e processuali.
    5) I debiti non risalgono a spese pazze o vizi lussuosi, ma risalgono al 1997 quando un mio fornitore, mi ha fatto il grande regalo di bidonarmi delle fatture da 40 milioni di Lire andando in fallimento in solo due mesi, quindi ritrovandomi a pagare anche per ii miei dipendenti e di conseguenza andando in rosso. Le mie attività sono sempre andate alla grande per tutto il periodo in attività, ma quel debito mi è rimasto sul groppone per degli anni e con l'andar del tempo si è tramutato in 70 mila euro. Alcune multe in sospeso è roba irrisoria.
    6) Ho una normalissima autovettura da poche migliaia di euro e non ho mai speso soldi alla ****o, vivo in affitto da anni con una locazione con contratto da 350€ mensili.
    7) Per il contante acquisto casa si parla di poche migliaia di euro, risale alla vendita della casa di mia mamma defunta da poco e in possesso di mia sorella dove la sua volontà sarebbe stata sicuramente avere un tetto sopra la testa mia e dei miei figli e non sicuramente versata nelle casse dell'ufficio entrate o dell'erario.
    8) La casa in valutazione di acquisto è una casetta da ristrutturare da €45K
    9) Come diceva saggiamente Alba, l'acquisto è puntato al problema di uscire dal debito a catena che non permetterebbe la sanatoria del debiti, è l'unico modo per uscirne.
    10) Ho la soluzione per rientrare dal debito, ma mi servono 2/3 anni.

    Ora spero che i più disagiati, prima di fantasticare con delle areofagie mentali, ragionino e sentano prima una versione più realistica.

    Grazie!
     
    A Damiameda, Alba65 e CheCasa! piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina