• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

faberfaber

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Ciao a tutti,
ho cercato tra i vari thread ma non ho trovato una risposta precisa alle mie domande.
Ho un piccolo bilocale accatastato A10, per qualche motivo (l'ho ricevuto in donazione) ha un bellissimo bagno e un angolo chiaramente per la cucina.
Ho messo gli annunci (uso studio/ufficio) ma ho ricevuto una cinquantina di richieste per uso abitativo, che ho declinato.
Purtroppo non è possibile il passaggio ad altre categorie, il soffitto è alto 2,30m (piano ammezzato).
C'è un modo per affittarlo in modo legale ed usarlo come abitazione? Ad esempio faccio un contratto uso ufficio e poi il locatario ci mette un letto e la cucina. Quali rischi ci sarebbero da un punto di vista legale?
I costi maggiorati delle utenze non sono un problema, so anche dell'impossibilità a prenderci residenza.
Potrei inoltre metterci io una cucina per farci stare un amico in difficoltà? Anche in questo caso, che rischi ci sono?
E se lo affittassi uso ufficio ad un estraneo con la cucina già montata?
Vi ringrazio anticipatamente
 

marchesini

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Affittare un ufficio come abitazione può capitarti che ADE non ti registri il contratto.
Senti dall'agenzia delle entrate della tua zona un parere.
La cucina la puoi mettere, non è che montando una cucina diventi un A3, se ospiti temporaneamente un amico in difficoltà penso nessuno ti dirà niente anche se hai il soffitto a 230.
 

faberfaber

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Affittare un ufficio come abitazione può capitarti che ADE non ti registri il contratto.
Senti dall'agenzia delle entrate della tua zona un parere.
La cucina la puoi mettere, non è che montando una cucina diventi un A3, se ospiti temporaneamente un amico in difficoltà penso nessuno ti dirà niente anche se hai il soffitto a 230.
Grazie per la risposta. Invece se facessi un contratto uso ufficio e poi nella pratica venisse usato come abitazione?
 

marchesini

Membro Assiduo
Privato Cittadino
A mio parere i soffitti sono troppo bassi per consentire la permanenza di persone H24.
Sarebbe meglio uno che lo usa come ufficio e poi ci abita....
Non so se il comune concede la residenza in un A10.
 

Giuseppe Di Massa

Membro Senior
Agente Immobiliare
Ciao a tutti,
ho cercato tra i vari thread ma non ho trovato una risposta precisa alle mie domande.
Ho un piccolo bilocale accatastato A10, per qualche motivo (l'ho ricevuto in donazione) ha un bellissimo bagno e un angolo chiaramente per la cucina.
Ho messo gli annunci (uso studio/ufficio) ma ho ricevuto una cinquantina di richieste per uso abitativo, che ho declinato.
Purtroppo non è possibile il passaggio ad altre categorie, il soffitto è alto 2,30m (piano ammezzato).
C'è un modo per affittarlo in modo legale ed usarlo come abitazione? Ad esempio faccio un contratto uso ufficio e poi il locatario ci mette un letto e la cucina. Quali rischi ci sarebbero da un punto di vista legale?
I costi maggiorati delle utenze non sono un problema, so anche dell'impossibilità a prenderci residenza.
Potrei inoltre metterci io una cucina per farci stare un amico in difficoltà? Anche in questo caso, che rischi ci sono?
E se lo affittassi uso ufficio ad un estraneo con la cucina già montata?
Vi ringrazio anticipatamente
Nessun modo legale.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

rado ha scritto sul profilo di Avv Luigi Polidoro.
Posso essere obbligato a riaprire un contratto a mio nome. Inoltre, la soluzione proposta non è una truffa all'enel, visto che dovremmo pagare un utenza di servizi con un costo/kwh più alto rispetto a quello come prima casa, invece con questo escamotage pagheremmo con utenze domestiche. grazie
rado ha scritto sul profilo di Avv Luigi Polidoro.
Un condomino mi ha scritto con avvocato intimandomi la riapertura dell'utenza chiusa, per il disservizio di persone anziane oppure di collegare i fili elettrici del contatore "condominiale" al contatore dei singoli condomini secondo una turnazione annuale.
Alto