• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

FURBACARD

Membro Junior
Professionista
Volevo chiedere se qualcuno ha terminato l'iter per entrare in piattaforma e vedere il contratto proposto dalla banca..... Mi risulta che i documenti siano copia doc del titolare che firma visura ipocatastale sei o sette foto. Perizia non asseverata in italiano e in inglese. Curriculum del perito.... Visita camerale qualora la proprietà sia intestata alla società.
 

FURBACARD

Membro Junior
Professionista
Buongiorno giuliogubitosi, rifletti un attimo su questo punto: tu metti a disposizione qualsiasi asset (non importa se immobiliare, cash, titoli, opere d'arte o preziosi) in modo che il trader "A" possa lavorare il tuo asset per un programma di rendimento, aggiungi il fatto che il contratto con il trader è fatto di un unica copia che rimane nell'ufficio del trader e non nella tua scrivania, aggiungi il fatto che questi programmi sono veramente su invito e non per tutta la massa di investitori configurando veramente uno scenario di un ambiente molto chiuso e riservato......

Quanto potremmo andare avanti ad elencare procedure che "garantiscono riservatezza/nascondono questo tipo di operazioni", alla luce di tutto questo ti sembra che sia possibile che un operatore del settore o il trader "B", "C", "T" o"Z" del momento possa veramente controllare e vedere i tuoi asset??? Alla faccia della privacy e della riservatezza dei contratti di cui si è parlato fino ad ora.

Ci può essere eventualmente un controllo od un monitoraggio solo a determinati livelli con trader che hanno determinate licenze, ma questa è una questione unicamente riservata tra l'ente/istituto che effettua il controllo ed il singolo trader monitorizzato, sicuramente questo report non viene per nessuna ragione al mondo divulgato a terzi.

Questo è quello che so unito ad un semplice ragionamento logico e dall'esperienza finora accumulata, sono in ogni caso un essere umano e quindi non avendo la verità assoluta in mio possesso, come tutti i mortali posso anche sbagliare.
in due parole quale potrebbe essere il sunto del contenuto della scrittura privata con il cliente proprietario dell'immobile.
 

Wolverine

Membro Attivo
Professionista
Nel 2012 la realtà aziendale per cui lavoravo (Svizzera) ha partecipato ad un trading cartolarizzando 100M di immobili.
Ottenne liquidità per 30M ed il contratto di trading lo firmo l'AD, non rese noto il contenuto del contratto. I 30M produssero circa altri 20M che vennero utilizzati in progetti di economia reale. Circa due mesi dopo la chiusura del trading cambiai società e lavoro, non saprei dire se facessero programmi in modo seriale ma credo di no, impiegammo quasi sei mesi per cartolarizzare gli immobili ed altri tre per configurare l'operazione con la banca. Il trader (della banca) in pochi giorni fornì il contratto ed avviò l'operatività di trading.
 

Marcolo

Membro Ordinario
Professionista
Buongiorno a tutti. Vi scrivo una mia esperienza con i PPP che potrà aiutarvi a capire cosa c'è dietro questi "prodotti" pseudo-finanziari.
Tre anni fa mi sono avvicinato ai PPP arrivando alla firma di questi fantomatici contratti di Joint-venture. Il tutto svolto da un sedicente "consulente" in un ufficio in una località vicino a Bucarest. A pelle si percepiva che la professionalità alla quale io personalmente sono abituato e che pretendo dalle persone con cui mi relaziono era a livelli bassissimi, ma il "malloppo" in palio era talmnte importante che ne valeva la pena sopportare quella situazione. Premetto che il "consulente" era italiano.
Fatta la perizia su immobili e giurata da un mio tecnico in Italia.
Firmati i contratti. Aperti i C/C in Romania per motivi non meglio specificati, dopo un mese dovevano cominciare ad arrivare i "rendimenti". Scusate se uso in modo smodato le virgolette ma è indispensabile. All'atto di aprire i C/C mi si chiede una cifra pari ad Euro 10.000,00 che versiamo...ripeto il Jakpot era importante...ne valeva la pena, in più un mio consulente amico stava già partecipando ad un PPP con buoni risultati...sempre organizzato su questa piattaforma.
In sintesi: i rendimenti non sono mai arrivati, vi risparmio le decine di telefonate senza risposta che si sono susseguite nei mesi succesivi. Uno dei miei accompagnatori è in galera per altre truffe nel campo finanziario...il tizio della Romania...ricercato.
Presi anche informazioni su una piazza finanziaria seria, chiedendo di questi PPP e mi si rispose: Fai molta attenzione!

Sinceramente ne ho lette tante su questo forum e su internet in merito ai PPP. Penso che la base di tutto ci sia un meccanismo tra il ****aro ed il losco. Di serietà manco l'ombra. Almeno nella mia esperienza e in quello che ho letto in giro. Penso che qualcosa esista, che qualcosa di vero ci sia...tutto è trovare, se c'è, il referente giusto.
Il sistema funziona più o meno così. Ci sono una serie di "galoppini-adescatori" che possono essere commercialisti avvocati o comunque pseudo figure professionali magari amiche o conoscenti del tuo commercialista o del tuo avvocato (giusto per creare una linea di fiducia). Questi galoppini raccimolano una serie di clienti con immobili da periziare da portare ad uno step gerarchico superiore, che, accumulati una serie di clienti (contratti di joint-venture) passano al livello ancora più in alto, fino ad arrivare ad una banca che racchiude tutto il pacchetto e fa partire la "piattaforma". Nel ns. caso la banca doveva essere prima la Deutsche, poi la Barclays a Londra...tante, tantissime chiacchiere e bugie.
Di cartolarizzazione non se ne è mai parlato. Solo di perizie su immobili che definivano un valore "x" scontato di una %ale sul quale si sarebbero calcolati i rendimenti. Il tutto molto ben fatto con tanto di documenti firmati con gli importi da percepire. Addirittura i rendimenti variavano a seconda della destinazione d'uso degli immobili.

Il tutto è stato denunciato in Procura della Repubblica.

Spero di esservi stato utile o, comunque, di aver dato un contributo
 

FURBACARD

Membro Junior
Professionista
Ti ringrazio del tuo contributo, presteremo la massima attenzione, d'altronde il segreto è attenersi alla logica di base se non ci si vede chiaro non accettare nessun tipo di compromessi, anche perché un broker serio non fa firmare contratti capestri, non fa versare denaro su conti esteri, non chiede fideiussioni, non fa firmare compromessi con opzioni fraudolente ecc. ecc. questa gentaglia è in maggioranza e fa si che vengano screditati coloro che ben operano su questa tipologia, d'altronde esistono al mondo 6/7 operatori qualificati che possano gestire seriamente certi progetti. Sta nell'onestà di ognuno di noi di non accettare mai situazioni ambigue ed informare le autorità appena veniamo a conoscenza delle potenziali truffe. Cosa ne pensi Wolverine
 

Wolverine

Membro Attivo
Professionista
Come hanno scritto molti altri in questo forum, questi programmi si fanno con il Cash.
Questo vuol dire che anche l'immobile deve essere tramutato in denaro.
Tramutare l'immobile in denaro vuol dire prendere l'immobile e conferirlo ad un soggetto terzo che vi rilascia un titolo del valore dell'immobile.
Ottenuto il titolo, lo si mette in una banca a garanzia fronte del quale la banca vi rilascia una linea di credito, da questa linea si può avviare il trading.
Questi sono gli step da percorrere. Dove fare questo con nomi e cognomi non mi compete in un forum (e non è detto che oggi siano in grado di realizzare ancora il programma che ho visto). In ogni caso non è assolutamente facile realizzare questo tipo di servizio poiché trader/banche da qualche anno non vedono di buon occhio i titoli il cui sottostante sia formato da immobili.
 

Ettore Arru

Membro Attivo
Professionista
...
chedetevi perchè un'operazione così interessante da un punto di vista economico, dovrebbe essere così misteriosa; pochi trader nel mondo, clausola di riservatezza nei contratti, BG emesse da primari gruppi bancari, ecc...
Chiedetevi perché personaggi come "Warren Buffett", econimista di fama mondiale, guru della finanza, terzo uomo più ricco del mondo...si occupi di investimenti azionari tramite il proprio fondo di investimento (quindi a tutti gli effetti denaro affidatogli), anziché in quattro e quattr'otto realizzare performance del 100% in < di 12 mesi tramite i famigerati PPI.
Vi pare che un'operazione così fantasmagorica, se fosse reale, non sarebbe proposta alla luce del sole da primari istituti di investimento, che invece stentano a farti avere un 5% annuo con investimenti bilanciati?
Che senso avrebbe tenere nascosto un qualcosa di "legale" e di così altamente remunerativo?
 

giuliogubitosi

Membro Ordinario
Professionista
buongiorno Marcolo, sono anche io una delle tantissime persone finite nel tranello che tu hai raccontato, una domanda: poiché dici che la cosa è stata segnalata alla Procura che ne hanno detto i magistrati? dal momento che l'elemento che ben conosciamo ha sempre affermato che era inattaccabile.
 
M

Mers

Ospite
Buonasera a tutti,
come è andata l'avventura ? Qualcuno ha chiuso qualche operazione?
 

Manuelle

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
joshuaslocum dice a me? Mi avete già contattato settimana scorsa, ho parlato al telefono con un suo collega/responsabile. Avete i miei ref (vi ho anche già girato una mail con procedure allegate).
Egregi voi tutti, dopo aver letto diversi post non ho resistito dallo scrivere queste due righe. E' incredibile come in un forum di "finanza" vi siano tante persone che ignorino totalmente l'argomento e che si permettano di scrivere la NON esistenza di certi investimenti che invece ESISTONO eccome. Es. invito il sig.re Marel (che tanto sembra conoscere l'argomento PPP o presunti tali) a prendersi la responsabilità di quanto afferma perché screditare le persone gratuitamente è troppo facile oltre che vigliacco.

Quindi noi siamo disponibili a depositare € 100.000 (nella vita comandano 2 cose: i soldi e la figa) da un Notaio a valore di "scommessa" (stessa cosa deve fare il sig. Marel e tutti quelli come lui) dopo di che se saremo in grado di dimostrare la reale fattibilità del nostro lavoro (cartolarizzare proprietà immobiliari per entrare in investimenti ad alto rendimento) ci prenderemo indietro i nostri € 100.000 più quelli del sig. Marel viceversa sarà il sig. Marel a guadagnarci.

Così vediamo se con i soldi VERI di mezzo le persone dimostrano ciò che dicono o pensano di valere oppure, come sempre accade, fuggono da vigliacchi. Siamo stufi di leggere ignoranti che per invidia o altro screditano professionisti seri che da anni lavorano con perseveranza e concretezza.

Solo per chi ha realmente asset ed è più che serio operiamo in tal senso tramite fondi lussemburghesi e banche londinesi.

Saluti.
Buonasera Sig. Milko,
Sarei interessato a parlare con lei per approfondire il discorso...
( Sono nuovo sul blog )
Mi può contattare in forma privata?
La ringrazio anticipatamente.

Buongiorno a tutti,

ritorno a scrivere in questo forum per dare qualche consiglio in merito a queste procedure.
Ho lasciato il forum per un anno e mezzo ma chi avesse bisogno di delucidazioni su questo intricato argomento può riprendere a scrivermi in privato poichè darò i consigli richiesti.

Che cosa deve fare un normale cittadino italiano che ha proprietà immobiliari NON IPOTECATE e vorrebbe usare i suoi immobili ad uso investimento? Può partecipare ad un PPP?
La risposta è si, l'iter è complesso e costoso. Non vi parlerò di fondazioni e trader FED ma solo degli step da percorrere.

Innanzi tutto chiariamo una cosa sacrosanta che altri colleghi in questo forum hanno evidenziato: in programma ci si va solo con il denaro, non con la cucina, il bagno o il salotto del vostro immobile, fino a qui tutto chiaro?!?!?!
Se non avete il denaro necessario lo potreste eventualmente ottenere dal vostro immobile in questi due modi:
1) mutuo liquidità concesso dalla vostra banca (questo prodotto oramai è un mero miraggio e gli interventi sono circa il 50% del valore dell'immobile per un importo massimo di 150/200 mila euro; se nell'ultimo anno avete visto operazioni più grandi per mutui ipotecari con scopo liquidità considerate di aver visto una delle cose più rare al mondo).
2) Cartolarizzazione dell'immobile: lo potete fare con banche e con fondi...vuol dire ottenere un titolo; banalmente della carta sulla quale c'è scritto il valore espresso in euro del vostro immobile.
A differenza del mutuo bancario ipotecario, il titolo contiene il valore intero del vostro immobile e verrà scontato tra l'80% ed il 100% del proprio valore da un istituto bancario.
Nel cartolarizzare l'immobile, di sicuro dovrete conferite l'immobile al soggetto che emette il titolo...quindi verificate ed approfondite il concetto di conferimento di un immobile alla banca o ad un fondo e vedete bene cosa comporta questo passaggio.

Qualora abbiate passato il punto precedente non avete in mano altro che un titolo con il valore del vostro immobile: ora dovete trovare un istituto bancario che sconti il vostro titolo, cioè trasformi in denaro la cifra indicata sul titolo in vostro possesso.
Per sgombrare i dubbi anche ai più duri di voi che non masticano finanza vi segnalo che per legge una banca non può emettere un titolo e scontarlo, una lo emette ed un'altra lo sconta
Pensate di aver finito? Siete solo all'inizio poichè ora vi hanno concesso la linea di credito ma essendo tale questa linea vi costerà degli interessi mensili, interessi che l'istituto vi potrà chiedere mensilmente o trimestralmente ma ve li chiede in ogni caso.

Arrivati a questo punto dovete trovare un istituto che faccia i programmi menzionati fino ad ora. Qui avete la possibilità di usare anche l'istituto che vi ha scontato il titolo, non ce ne sono moltissimi, di fatto è più facile trovare un terzo istituto bancario che prende la vostra liquidità e la manda in programma.

Quello che riuscite a fare in Italia si limita alla cartolarizzazione ed allo sconto del titolo (mi spiego meglio, non è che uscendo di casa trovate società di cartolarizzazione e banche pronte a scontare il titolo al volo pronte ad aspettarvi, bisogna sapere dove andare, spesso tutta l'operazione viene creata fuori dall'Italia), tutto il resto va fatto fuori dall'Italia semplicemente perchè non esistono strutture e non esisteranno mai, ciò è unicamente dovuto al fatto che qualsiasi soggetto che opera in Italia verrebbe massacrato da tasse ed imposte varie, di conseguenza non ci sarebbero tutte quelle rendite che invece si percepiscono con operazione all'estero.

Tutto questo inoltre ha un costo per ogni step, non pensate di fare i brillanti e pagare tutto a programma finito quindi:
Pagamento oneri e consulenza per la cartolarizzazione dell'immobile
Costi di istruttoria per ottenere lo sconto del titolo più interessi passivi della linea di credito.
Il programma non vi costa ma è un apparenza, le piattaforme performano moltissimo e viene lasciato al cliente solo una minima parte.

Ovviamente questo argomento non si esaurisce con la lista della spesa di ciò che bisogna fare o con ciò che bisogna pagare, c'è da tenere presente altri piccoli dettagli.
Altra cosa che ho visto stando a contatto con questo tipo di operazioni è che non ci sono cifre ufficiali di ingresso, ci sono livelli di ingresso che chiedono il classico milione di euro, ci sono programmi da 25/50 milioni ma ho visto e collaborato (a tutt'oggi) con realtà (tipo i fondi di investimento) che coprono già loro la richiesta della piattaforma, quindi agli investitori bastano poche decine di euro per entrare in programma e raddoppiare l'investimento in un anno.
Come potete vedere anche quanto rende un programma è un'altro aspetto da tenere presente.

Spero di avervi chiarito un filo le idee in merito, a coloro che hanno scritto nel mio profilo durante la mia assenza comunico che nel giro di un paio di giorni avrete le risposte e gli approfondimenti che mi avete richiesto.

Un saluto a tutti

Wolverine
Salve Wolverine,
Le ho scritto anche nella sezione della messaggistica...
Sono nuovo sul forum e banalmente devo capirne il funzionamento...
Mi scuso per l'insistenza...
Attendo un suo gentile contatto.
Grazie.

Signori buonasera, mi occupo personalmente di questi prodotti, e c'è ne sono un bel pò, intanto non si parla di ppp, in italia ed Europa sono vietati, ma si parla piuttosto di Buy & Sell.
Di programmi di questo tipo c'è ne sono tanti, diffidate da chi vi garantisce laudi rendimenti. i veri rischi annessi a quest'operazioni sono unicamente collocabili al Lender, ovvero a qui anticipa i soldi che verrebbero scaturiti dalla leva finanziaria, la Bce e la Fed, si esprimono chiaramente in merito, bisogna avere chiaro in mente questo.
Considerate però, che con operazioni immobiliari, posso finanziarvi clienti protestati e cattivi pagatori, per un acquisto (quindi surrugato di mutuo).
Che dire c'è un mondo intero dietro a queste operazioni, e modus operandi molto selettivi, e rigidi, ma per citare alcune parole del testo della Bce : é un vero privilegio accostarsi a queste operazioni....)
Queste operazioni si fanno, ma quelle serie, non sono accessibili a tutti, basti pensare che esistono da 50 anni in Italia, e sono state sempre volutamente tenute segregate.
Se volete info, o vi interessano dettagli inerenti le Nostre operazioni in essere, beh contattatemi, tenete presente, che le caratteristiche che caratterizzano queste tipi di operazione sono: Riservatezza, correttezza, serietà, altrimenti? Blacklist....
Buonasera,
Le chiedo gentilmente se posso essere contattato in forma privata in modo da approfondire il discorso...
Attendo un suo gentile riscontro.
Grazie mille.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Zorros

Membro Attivo
Professionista
Come hanno scritto molti altri in questo forum, questi programmi si fanno con il Cash.
Questo vuol dire che anche l'immobile deve essere tramutato in denaro.
Tramutare l'immobile in denaro vuol dire prendere l'immobile e conferirlo ad un soggetto terzo che vi rilascia un titolo del valore dell'immobile.
Ottenuto il titolo, lo si mette in una banca a garanzia fronte del quale la banca vi rilascia una linea di credito, da questa linea si può avviare il trading.
Questi sono gli step da percorrere. Dove fare questo con nomi e cognomi non mi compete in un forum (e non è detto che oggi siano in grado di realizzare ancora il programma che ho visto). In ogni caso non è assolutamente facile realizzare questo tipo di servizio poiché trader/banche da qualche anno non vedono di buon occhio i titoli il cui sottostante sia formato da immobili.
Io ho partecipato a ben due operazioni, di cui una è una cartolarizzazione, e in entrambi con immobili ipotecati. Nell'operazione di cartolarizzazione qualcuno ha partecipato persino con progetti immobiliari, senza cioè possedere alcun immobile. Qualcuno di voi sa dirmi qualcosa in merito? Avete possibilità di far partecipare con immobili ipotecati dalla banda finanziatrice? Grazie.
 

Zorros

Membro Attivo
Professionista
Comprendo bene il vostro umor, e devo ammettere che in questo momento e' molto facile imbattersi in truffatori o anche soltanto millantatori, completamente privi di serietà professionale. Però devo anche dire che, "in teoria" la CARTOLARIZZAZIONE SINTETICA permette anche questo genere di operazioni altamente speculative.
Alla fine, però, resta il fatto che nessuno ha mai concluso un'operazione e non conosce nessuno che lo abbia fatto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

L'amministratore mi ha risposto che i bambini vanno guardati così come i cani e mi ha consigliato di parlare con i proprietari dei cani. Ma in caso di risposta negativa che posso fare???
Ciao, mi sono trasferito da poco e ci sono due condomini che lasciano i cani liberi di girare nel cortile condominiale anche se sono sempre presenti i padroni. Ora io ho 3 bambini piccoli che hanno paura dei cani e non sono libero di farli stare in cortile perché impauriti.
Alto