• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Markverik

Nuovo Iscritto
Professionista
#1
Salve, mi accingo ad acquistare un immobile sul quale, da visura ipotecaria, risulta gravare un'ipoteca accesa circa trenta anni fa. Il proprietario ricevette tale immobile per eredità, e tale ipoteca fu accesa dall'agenzia delle entrate, per delle tasse di successione con pagamento dilazionato. Il proprietario estinse l'ipoteca 5 anni dopo pagando il tutto, come da documentazione originale visionata, ed espletò la pratica di cancellazione della stessa presso l'agenzia delle entrate, la quale poi avrebbe dovuto comunicare al conservatore del registro immobiliare di eseguire la cancellazione. Ad oggi però formalmente l'ipoteca risulta ancora in essere. Con i documenti originali siamo andati all'ufficio del registro immobiliare e a loro non risulta mai pervenuta la pratica di cancellazione e quindi ci hanno mandato all'agenzia delle entrate, la quale non ci ha potuto aiutare essendo passati troppi anni e non avendo più materialmente la pratica. Inoltre ci hanno detto di insistere presso l'ufficio del registro con i documenti originali. Volevo qualche indicazione in merito perchè non sappiamo davvero come procedere. Grazie mille a tutti.
 

Markverik

Nuovo Iscritto
Professionista
#3
Salve, si il notaio ci ha detto che l'ipoteca risulta estinta ma non cancellata e ha detto al proprietario dell'immobile che doveva andare a farla cancellare all'ufficio del registro immobiliare.
 

Markverik

Nuovo Iscritto
Professionista
#5
Il notaio spinge per fare l'atto di compravendita poichè è un'ipoteca formale e non pregiudizievole, quindi dice che non ha alcun valore. E mi ha fatto capire che poi in secondo luogo il proprietario può incaricare il proprio notaio di fiducia per effettuare la cancellazione. Invece io terrei a farlo adesso in modo tale da pressare il venditore a completare la procedura. Essendo tutto già pagato e con documenti originali speravamo potessimo risolverla in maniera semplice.
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
#7
Appunto, è un”incombenza che spetta al venditore.
Probabilmente non vuole pagare il notaio per tale atto, ma se vuole va dal suo notaio di fiducia , prima del vostro acquisto, e fa cancellare.
Non ti consiglio di acquistare con ipoteca ancora presente, anche se il debito è estinto.
 

Markverik

Nuovo Iscritto
Professionista
#8
Si infatti questa è la mia intenzione, ma sia il venditore che il notaio di mia fiducia, ritengono che si può tranquillamente fare l'atto poichè è un'ipoteca solo formale, senza alcun valore e quindi il venditore sta provando a risolvere senza troppe spese poichè lui dice di averle già sostenute all'epoca e con i documenti originale non ritiene giusto poi ripagare il notaio (si considera circa 600€) per una pratica già svolta. Io volevo venirgli in contro ma non è semplice come procedura.
 

n3m3six78

Membro Assiduo
Privato Cittadino
#9
Si infatti questa è la mia intenzione, ma sia il venditore che il notaio di mia fiducia, ritengono che si può tranquillamente fare l'atto poichè è un'ipoteca solo formale, senza alcun valore e quindi il venditore sta provando a risolvere senza troppe spese poichè lui dice di averle già sostenute all'epoca e con i documenti originale non ritiene giusto poi ripagare il notaio (si considera circa 600€) per una pratica già svolta. Io volevo venirgli in contro ma non è semplice come procedura.
dipende se chiedi un mutuo alla banca oppure no. la banca potrebbe volere l'estinzione dell'ipoteca . e a quel punto sei obbligato a farla estinguere a cura e spese del venditore
 

Markverik

Nuovo Iscritto
Professionista
#10
dipende se chiedi un mutuo alla banca oppure no. la banca potrebbe volere l'estinzione dell'ipoteca . e a quel punto sei obbligato a farla estinguere a cura e spese del venditore
No, senza mutuo, è una piccola proprietà. In ogni caso l'ipoteca è stata estinta, ovvero il debito è stato pagato per intero, solo che non è stata poi cancellata nel registro immobiliare.
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
#11
Anche se il rischio è minimo (praticamente nullo se c'è la certezza che il debito è estinto) è tuo diritto acquistare senza ipoteche.
Il problema è del venditore , sarà sua cura risolverlo.
Comprendo il suo fastidio per aver gia fatto la pratica, ma se non è andata a buon fine certo non è colpa tua.
Giusto che provi a risolvere con minor spesa possibile, ma comunque entro il rogito.
 

Bruno2301

Membro Attivo
Agente Immobiliare
#12
Guarda Markverik, Dai ascolto al tuo notaio, in quanto avrà gia effettuato le visure ipotecarie e siccome dopo 20 anni si estingue l'effetto dell'ipoteca avrà verificato che passato quel termine non è stata rinnovata e quindi non più efficace. Pertanto puoi tranquillamente fare l'atto, l'unico piccolissimo problema che potresti avere è dover spiegare la situazione come viene oggi spiegata a te ad un possibile futuro compratore ma ad oggi in effetti non hai gravami sull'immobile ed è per questo che il notaio ti fa fare l'atto.
Buona fortuna!
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
#14

ab.qualcosa

Membro Storico
Agente Immobiliare
#17
Per quello sono curioso, per come ricordavo io (anche se non mi è mai capitato), passati i 20 anni ciao ciao...
A meno che non sia stata rinnovata e solo successivamente sia stato estinto il debito.

L'ipoteca è stata accesa circa trent'anni fa, se non è stata rinnovata non vale più niente, anche se il debito ci fosse ancora.
Sicuro?
Se il debito fosse attivo l'avente titolo potrebbe rinnovare.
Certo non gli sarebbe garantito il grado originario dell'ipoteca.
 

Slartibartfast

Membro Attivo
Agente Immobiliare
#18
Per quello sono curioso, per come ricordavo io (anche se non mi è mai capitato), passati i 20 anni ciao ciao...
A meno che non sia stata rinnovata e solo successivamente sia stato estinto il debito.



Sicuro?
Se il debito fosse attivo l'avente titolo potrebbe rinnovare.
Certo non gli sarebbe garantito il grado originario dell'ipoteca.
potrebbe rinnovare se non fossero passati i 20 anni, credo. A quanto ne so dopo 20 anni l'ipoteca non ha nessun valore.

ho trovato questo:
Quanto dura l’ipoteca?

L’ipoteca si costituisce tramite iscrizione nei pubblici registri immobiliari e la sua efficacia dura 20 anni dalla data di iscrizione. Dopo questo tempo, l’ipoteca “spira” e il bene torna libero.

È tuttavia facoltà, per il creditore, rinnovare l’iscrizione dell’ipoteca.

a) Se la rinnovazione avviene prima della scadenza del termine, la stessa ipoteca continuerà a produrre effetti, senza interruzione, per altri vent’anni.

b) Se, invece, la rinnovazione avviene dopo la scadenza dei primi vent’anni, la precedente ipoteca si estingue e se ne costituisce una nuova che produce effetti a far data dalla seconda iscrizione.

Tuttavia, se prima della nuova iscrizione l’immobile è stato acquistato da terzi e questi hanno già trascritto il titolo di acquisto (per es. l’atto di compravendita, la donazione, ecc.), la nuova ipoteca non ha effetto nei loro confronti.
fonte: Quanto dura l’ipoteca? Scade o dura in eterno?
 

Markverik

Nuovo Iscritto
Professionista
#19
Grazie a tutti per l'interesse e le risposte. L'ipoteca è stata estinta nell'arco di pochi anni, poichè è stato tutto pagato dopo 5 anni dall'entrata in vigore. Purtroppo però è successo un qualche intoppo burocratico che non ha reso effettiva la cancellazione dai registri immobiliari e dopo i primi 20 anni è stata rinnovata per ulteriori altri 20. Ripeto è stata estinta, quindi il tutto è stato pagato, ma non cancellata nel registro immobiliare. Ovvero risulta un'ipoteca solo formale.

L’ipoteca si costituisce tramite iscrizione nei pubblici registri immobiliari e la sua efficacia dura 20 anni dalla data di iscrizione. Dopo questo tempo, l’ipoteca “spira” e il bene torna libero.

È tuttavia facoltà, per il creditore, rinnovare l’iscrizione dell’ipoteca.
Leggendo le vostre risposte mi sorge un dubbio. Ero convinto che il problema fosse all'ufficio del registro immobiliare, non avendo, per qualche motivo a me sconosciuto, eseguito la cancellazione.
Da questa utile risposta leggo però che dopo 20 anni l'ipoteca, estinta o meno, cessa di esistere. A meno che il creditore, in questo caso l'Agenzia Delle Entrate, non la rinnovi. E questo mi sembra assurdo nel caso in esame, poichè il creditore è stato saldato entro 5 anni e che fa? Trascorsi i 20 anni si prodiga per farla rinnovare? In questo caso o vi è stato un errore all'Agenzia delle Entrate, oppure è subentrato un qualche meccanismo burocratico che automaticamente ha rinnovato l'ipoteca senza richiesta del creditore. Sempre che per l'ipoteca in questione sia prevista la decadenza dopo i 20 anni. Da qualche parto ho letto che in alcuni casi si rinnova in automatico, ma non saprei perchè non mi intendo di questo. Grazie mille ancora a tutti.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

truffato12 ha scritto sul profilo di il Custode.
Scusa custode ti devo parlare in privato posso?
A quali conseguenze legali va in contro l'agenzia immobiliare che modifica il prezzo di vendita di in immobile senza consultare entrambi I proprietari
Alto