1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Fabioinnet

    Fabioinnet Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera,
    sono nuovo del forum (che peraltro sembra un servizio veramente utile..) e sono qui a porvi il mio quesito:
    Io e mia moglia siamo cointestatari al 50% di un immobile acquistato nel 2005 con le agevolazioni prima casa (IVA al 4%) e sul quale è ancora presente un mutuo cointestato per un valore capitale residuo di 120.000 eur; siamo inoltre in regime di separazione dei beni.

    Adesso vorremmo acquistare un nuovo immobile nelle vicinanza in cui trasferire anche la nostra residenza (è in un comune diverso da quello dell'attuale immobile) cercando di usufruire delle agevolazioni prima casa.

    E' possibile? se si cosa dovrei fare esattamente per regolarizzare la situazione del nostro attuale immobile? venderlo o donarlo a mia moglie? in caso di vendita deve essere fatta ad un valore di mercato? oppure possiamo liberamente definirlo noi?

    Vi ringrazio fin d'ora per le risposte
    Fabio
     
  2. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    E' possibile? se si cosa dovrei fare esattamente per regolarizzare la situazione del nostro attuale immobile? venderlo o donarlo a mia moglie?
    Certo che è possibile, ma escluderei la donazione dato che comporta grossi problemi in caso di rivendita.
    Potete vendervelo fra di voi ma cosiderate anche che chi vende rimane comunque garante per il mutuo a meno di non estinguere anche quello.

    in caso di vendita deve essere fatta ad un valore di mercato? oppure possiamo liberamente definirlo noi?
    Questo dipende dal tipo di alloggio che avete acquistato, se si tratta di un alloggio PEEP e la convenzione parla di prezzo imposto dal Comune dovreste venderlo a quel prezzo, a è un alloggio libero ma acquistato con agevolazioni prima casa potete venderlo ad un prezzo libero.
     
    A Fabioinnet piace questo elemento.
  3. sylvestro

    sylvestro Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Potresti spiegarmi meglio questo concetto, cioe' in quali casi e' valido?

    Grazie.
     
  4. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Penso che il mutuo sia cointestato, quindi se tu vendi la casa a tua moglie ma non estingui il mutuo resti comunque garante in caso di mancato pagamento delle rate.
     
  5. leonard

    leonard Membro Senior

    Altro Professionista
    ...e se fà un nuovo mutuo estingendo quello vecchio???........e poi il marito scappa con la vicina pagano tutti e 2 i cognugi????..................:shock::shock::shock:
     
  6. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Leonard, se leggi il commento io ho scritto se vendi la casa ma NON estingui il mutuo resti garante.
    E' ovvio che se stipuli un nuovo mutuo lo stipulerà solamente la moglie (sempre che abbia necessaria capacità reddituale)

    Si se il marito scappa con la vicina e la moglie non paga la banca lo va a cercare in quanto garante.
     
  7. Fabioinnet

    Fabioinnet Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie mille per le risposte. Ancora 3 domande:
    1) Relativamente alla vendita a mia moglie, dovrei quindi stipulare un atto davanti al notaio con tanto di versamento assegni a me intestati e accredito su c/c separati?
    2) Se poi decideremo di rivendere l'appartamento (e formalmente rivenderà mia moglie..) il computo del tempo di permanenza nell'immobile per definire se dovremo o meno pagare le tasse sulla plusvlaenza si effettuerà dal giorno in cui le sarà proprietaria al 100% oppure sarà retroattivo da quando abbiamo insieme stabilito lì la ns residenza?
    3) quale sarà più o meno l'onorario del notaio per l'atto?

    grazie
     
  8. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non è detto che debbano essere versati su conti separati, potete anche versarli sul conto cointestato.

    Penso da quando avete stabilito la residenza, inoltre se vende una prima casa e riacquista prima casa la plusvalenza non esiste a condizione che abbia stabilito la residenza per il 50% + 1 giorno del periodo che intercorre fra l'acquisto e la rivendita.

    Questo chiedilo al notaio io potrei farti un preventivo per le imposte, in base alla rendita catastale, ma l'onorario lo stabilisce lui
     
    A Fabioinnet piace questo elemento.
  9. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Se tua moglie ha sempre avuto la residenza NON c'è plusvalenza in ogni caso...
    Se vendi e non ricompri entro 1 anno ti arrivano le sanzioni, ma è un altro discorso...
     
  10. Fabioinnet

    Fabioinnet Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie mille ragazzi, allora non dovrebbe esserci problema perchè io ricomprerei subito. Il tema è che volgiamo comprare una casa che ci piace e che rischiamo di perdere se non ci sbrighiamo ma vorrei evitare di pagarci il 10% di IVA... quindi per avere più tempo per vendere il ns appartamento (o meglio per non svenderlo..) avevamo pensato a questa operazione.

    ultima domanda.. spero...
    nel ricomprare il nuovo immobile io dovrei dichiarare a quel punto che è prima casa (per me) e quindi semplicemente pagare l'IVA al 4%.. non si deve applicare il discorso del recupero del credito di imposta, vero?
     
  11. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Si che si applica, l'IVA e l'imposta di registro sono complementari quindi dovresti aver diritto al recupero.
    Chiedi al notaio per sicurezza.
     
  12. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    si si applica il credito d'imposta...
     
  13. Fabioinnet

    Fabioinnet Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Potreste spiegarmi meglio come funziona questo meccanismo del credito di imposta sull'IVA prima casa? Ipotizziamo che l'acquisto sia stato fatto per un valore di 100.000 eur + IVA per 4.000 eur e immobile cointestato al 50%. Se vendo il mio 50% a mia moglie e riacquisto un nuovo immobile per 200.000 eur + IVA 4% (8.000 eur) in cosa consisterebbe il credito di imposta?
    grazie
     
  14. paolino75

    paolino75 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    sono nella tua stessa situazione (ma senza mutuo sulla prima casa): io e mia moglie, in separazione dei beni, vorremmo acquistare una seconda casa, in un altro comune. Per non pagare un'esagerazione di tasse sulla seconda casa, mia moglie potrebbe vendermi il 50% (o viceversa) ed acquistare quella nuova (su questa dovremmo accendere un mutuo), come se fosse prima casa. Il tutto mi sembra dannatamente complicato, e costoso! Qualcuno sa dirmi se questa procedura conviene, oppure no?
    grazie, paolo
     
  15. leone448

    leone448 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buon giorno a tutti, sono un nuovo iscritto e non ho capito bene il discorso delle plusvalenze.
    Mi spiego meglio
    Nel Dicembre del 2006 ho aquistato un'immobile stipulando un contratto di mutuo con l'attuale moglie con cui sono sposato dal 03 Ottobre 2010 in separazione dei beni cointestando mutuo ed abitazione.
    Ora vorremmo, per motivi pratici, spostarci nell'ambito della stessa Provincia ma in un Comune diverso e non riuscendo a vendere, abbiamo pensato di affittare la nostra prima casa di cui sopra, e prendere in affitto un'altro appartamento dove trasferirci.
    Ora, quali passi occorrerebbe fare per perdere il meno possibile senza dover aspettare che siano trascorsi i 5 anni da che vi abbiamo preso la residenza?
    E nello specifico: cosa vado a "perdere" se do in affitto casa oggi prendendone in affitto un'altra dove trasferirei la mia residenza come abitazione principale? E se non conviene, cosa mi consigliate di fare? Grazie di cuore a tutti per i suggerimenti eventuali.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina