• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

silvana2859

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
#1
Anni fa nel 1978mia madre ricevette in donazione un immobile, da parte di mia nonna. Questo immobile entro' in comunione dei beni con mio padre che decedette un anno dopo. Per l'ignoranza di mia madre che credeva che fosse solo suo l'immobile, non fece nessuna successione. Volendolo vendere ha scoperto che anche i figli che siamo 4 entriamo im successione. Senza avvisare tutti i figli ma solo i suo preferito, e neanche chiedere se fossimo daccordo gli altri ha proceduto alla successione e alla vendita pretendendo la firma dal notaio di tutti gli eredi a cose gia' fatte,
e tenendo per se l' intero ricavato, o meglio dara'qualvosa a chi gli lecca meglio i piedi. Tenendo conto che tra me e mia madre non corre buon sangue per vicissitudini passate, posso fare qualche azione legale per poter avere la quota che mi spetta? Mi sento truffata, grazie attendo risposta
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
#2
La forma è pessima e non è molto chiaro, ma se non ho capito male perché dal notaio hai firmato anche tu se non vai d'accordo con tua madre?
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
#3
Questo immobile entro' in comunione dei beni con mio padre che decedette un anno dopo.
Sei sicura ?
I beni acquisiti da un coniuge per donazione sono personali, quando nell’atto di liberalità non è specificato che essi sono attribuiti alla comunione.
Ovvero, se non è specificato che la donazione rientra nella comunione dei beni, bisogna ritenerla personale.
Per l'ignoranza di mia madre che credeva che fosse solo suo l'immobile, non fece nessuna successione.
A che titolo si ritiene che fosse anche di tuo padre ?
ha proceduto alla successione e alla vendita pretendendo la firma dal notaio di tutti gli eredi a cose gia' fatte,
Se era solo suo non doveva chiedere niente a nessuno, potendo fare dei suoi beni quello che vuole.
Se invece era realmente in comunione con tuo padre, non si capisce perché avete firmato per la vendita , tanto più senza vedere un soldo.
posso fare qualche azione legale per poter avere la quota che mi spetta?
Devi far leggere tutti i documenti della donazione e della vendita successiva a un avvocato. Manca qualche informazione per dire di più.
Solo facendo esaminare seriamente la situazione si potrà capire se davvero ti spetta qualcosa, e se è possibile agire e come.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

costarelli ha scritto sul profilo di cristian casabella.
Ho un immobile artigianale-commerciale in un piccolo centro commerciale a bastia umbra (tra assisi e perugia) questo composto da 9 studi medici, una palestra,2 bagni e 2 spogliatoi oltre le zone comuni per un totale di 240 mq più 160 mq di terrazzo. E' affittato ad euro 1850+IVA mensili ad una società che svolge poliambulatorio medico con un contratto di 6 anni coperto da fideiussione. Prezzo 340000 rendita 6,5% anno
Alto