1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. nemo55

    nemo55 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Nel marzo del 2010 ho ereditato 3/4 di una casa, nel mese di settembre 2010 ho acquistato l'altra quota di 1/4 per 25.000 euro. Adesso la sto vendendo tutta per 100.000 euro. L'agenzia mi dice che dovrò pagare delle tasse poiche non è passato il termine d 5 anni. La domanda è: le cose stanno veramente cosi?, quanto dovrei pagare eventualmente?, non è l'abitazione principale poichè abito in altra città e al momento non sono proprietario di altra casa.
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Ciao nemo55
    Sei sicuro che non hai acquistato la quota con agevolazioe prima casa?
    oppure hai usufruito di tale agevolazione al momento dell'acquisizione dei 3/4?
    Cio dovrebbe essere scritto rispettivamente nel rogito o nei documenti di sucessione.
    Ciao salves
     
  3. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Se hai comprato i 3/4 e successivamente l'ultimo quarto con i benefici prima casa (3%) allora sei obbligato a ricomprare una prima casa entro 12 mesi altrimenti dovrai pagare la differenza tra il (3% ed il 10%).
    in caso di seconda casa allora dovrai pagare le tasse sull'eventuale plusvalenza tra acquisto e vendita.
     
  4. nemo55

    nemo55 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie per le risposte,
    voglio precisare: 3/4 della casa li ho avuti in eredità, il rimanente 1/4 l'ho acquistato da mia sorella.
    ho controllato, ma sia nella successione che nell'atto di compravendita non compare nessuna voce che fa riferimento ad agevolazioni prima casa. Tuttavia ripasserò al setaccio i documenti che ho.
    Per essere precisi: ho pagato al notaio 2.500 euro per l'atto di compravendita e 3.300 euro per l'atto di successione compresi 1.000 euro per la publicazione del testamento.
     
  5. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    La vendita di un immobile ereditato non produce plusvalenza: questo è sicuro. Penso, ma non ne sono sicuro e quindi sarà meglio chiedere al notaio, che dovrai pagare la plusvalenza sul 25% acquistato successivamente.
     
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ti viene tassata al 20% la plusvalenza sul 1/4 che hai acquistato successivamente
     
    A Sereno piace questo elemento.
  7. nemo55

    nemo55 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Se le cose stanno così non dovrei pagare nulla poichè sul 75% ereditato non c'è plusvalenza, sul rimanente 25%, se dovessi vendere a più 100.00 in totale pagherei solo sulla differenza. Poichè sto vendendo a 100.000, da quello che ho capito non dovrei pagare per nessuna plusvalenza.
    Spero di essere stato chiaro.
     
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    si. se la differenza è zero o addirittura negativa ovviamente non ti viene tassato niente
     
  9. nemo55

    nemo55 Membro Junior

    Privato Cittadino

    Chiarissimo, grazie a tutti per la vostra disponibilità.
     
  10. nemo55

    nemo55 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Scoperto il mistero, il notaio vuole l'accettazione tacita dell'eredità, in pratica mi spillerà ancora qualche centinaio di euro. Come cantava Venditti, in questo mondo di ladr....., ormai nulla mi meraviglia.
     
  11. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Si, è la sorpresa che ti coglie all'atto della vendita... Io e mio fratello abbiamo pagato 430 euro.
     
  12. nemo55

    nemo55 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Questo ho trovato:
    "
    L’eredità si acquista solo con l’accettazione da parte dell’erede designato (articolo 459 del codice civile, "Acquisto dell`eredità"). Tale accettazione può essere espressa, ovvero tacita (articolo 474 del codice civile, "Modi di accettazione").
    L’accettazione è espressa quando è contenuta in un atto formale, cioè in un atto pubblico o in una scrittura privata (articolo 475 del codice civile, "Accettazione espressa") ; è tacita quando la persona chiamata all’eredità pone in essere un atto che presuppone necessariamente la volontà di accettare, e che non potrebbe compiere se non nella qualità di erede (articolo 476 del codice civile, "Accettazione tacita"). Il compimento di un atto di disposizione dei beni ereditari, come la donazione, la vendita o la cessione, rientra tra le ipotesi di accettazione tacita dell’eredità (articolo 477 del codice civile, "Donazione, vendita e cessione dei diritti di successione"). Pertanto, in questi casi, non è necessaria, da parte degli eredi, la sottoscrizione di alcuna dichiarazione di accettazione dell’eredità. "


    A quanto sopra, visto che ho intenzione di vendere, l'accettazione tacita è palese.

    Al solito, i notai, le provano tutte pur di spillare quattrini.
     
  13. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Se un notaio ha fatto la pubblicazione del testamento e il successivo atto di successione non capisco l'ulteriore richiesta dell'accettazione di eredità.
     
    A nemo55 piace questo elemento.
  14. nemo55

    nemo55 Membro Junior

    Privato Cittadino
    La settimana prossima andrò al rogito, adesso so cosa rispondere al notaio, vediamo cos'altro si inventerà per spillare, se eventualmente insiste, gli dico che cambio notaio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina