1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ninfeaalba79

    ninfeaalba79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Due anni e mezzo fa abbiamo acquistato un appartamento ex-Ater da un privato che a sua volta era stato comprato all'asta dal vecchio acquirente un paio di anni prima. Lui per vendere ha spostato la residenza in altra città e noi abbiamo il vincolo di non vendere la casa per dieci anni con la scappatoia della residenza o dell'aumento del nucleo familiare e l'Ater avrebbe diritto di prelazione. Se avessimo bisogno di venderla prima come potremmo fare? Dovremmo spostare la residenza in altra città o basta pagare il diritto di prelazione e si è svincolati dall'obbligo dei dieci anni? Se vendiamo prima dello scadere dei dieci anni cosa succede?
    Grazie
     
  2. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    @ninfeaalba79
    penso di poterti dare qualche suggerimento ma prima avrei bisogno di un chiarimento da parte tua

    Tu dici che (se ho ben capito) il tuo venditore aveva acquistato all'asta l'immobile ex ater e poi lo ha rivenduto a te ........
    La domanda che nasce spontanea è cosa era stato riportato nella precedente perizia del CTU e soprattutto nell'atto di trasferimento del tribunale a favore del tuo dante causa ..
    Se ben ho capito lui ha rivenduto a te
    nel tuo atto d'acquisto è stato riportato quello che in tutti gli atti di trasferimento fatti dall'Ater come ente alienante ovvero il divieto di alienazione per 10 anni che possono essere ridotti a 5 se sussistono o si verificheranno determinate condizioni.
    (strano comunque questo fatto dell'asta come provenienza precedente)
    comunque sorvolando quest'aspetto

    L'ater almeno qui a Roma pone questi vincoli
    vincolo di divieto di alinazione decennale che può essere ridotto a 5 anni dal disposto art. 48 caomma 8 lettra "a" "b" e "c" della legge Regionale 27/06
    parliamo di Roma ... nulla esclude che da te le cosa possano funzionare in maniera diversa

    leggendo cosa riporta tale legge regionale le condizioni (almeno qui) non sono del tutto quelle da te riportate riferite alla decadenza di tali vincoli
    (Noi dipendiamo Dalla Regione Lazio e non è da escludere che nella Regione da cui dipendi le cose possano essere interpretate in maniera diversa)

    cito:
    8. I termini previsti al comma 20 della l. 560/1993 per l’alienazione degli alloggi acquistati sono ridotti a cinque nei seguenti casi:
    a) invalidità superiore al 66 per cento dell’acquirente o di un componente del nucleo familiare tale da non consentire la fruizione dell’alloggio, documentata con certificazione rilasciata dalla azienda unità sanitaria locale o da altra struttura pubblica competente;
    b) successione mortis causa;
    c) età superiore ad anni 65.


    Questo per quanto riguarda il divieto di alienazione prima del decennio

    Poi resta sempre il diritto di prelazione per il riacquisto da parte dell'Ente che comunque può essere sciolto versando un corrispettivo pari al 10% del valore calcolato sugli estimi catastali ....... almeno qui da noi

    Proprio ieri :triste: abbiamo ricevuto un diniego da parte dell'Ater Roma per la rivendita di un immobile acquistato 6 anni fà circa (prima dei dieci anni)
    Da dire che le motivazioni riportate all'Ente da parte del venditore erano basate su difficoltà economiche e non quello che prevede la nostra legge Regionale sopra riportata.

    ti posto un ritaglio della risposta dell Ater

    Ater catt.JPG

    Detto ciò ti consiglio prima d'intraprendere qualsiasi iniziativa di farti consigliare chiedendo pareri direttamente all'Ente in questione

    (con molta umiltà .... da noi gli alloggi Ater o ex Ater sono sotto la lente d'ingrandimento visto gli scandali emersi, di conseguenza dove prima c'era elasticità da parte dei funzionari, oggi un diniego è più probabile se non sussistono le giuste condizioni)

    Però approfondirei quest'aspetto dell'acquisizione all'asta del precedente dante causa
    (possibile che in un decreto di trasferimento da parte del Tribunale continuino a sussistere questi vincoli?
    e il diritto di prelazione da parte dell'Ente che fine ha fatto in questo caso? :occhi_al_cielo: )

    sicuramente cosa d'approfondire ;)
     
    Ultima modifica: 7 Giugno 2016
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  3. ninfeaalba79

    ninfeaalba79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao la casa era stata acquistata direttamente dall'Ater tramite asta quindi c'era il vincolo per lui e c'e' il vincolo per noi. Chi ci ha venduto casa ha spostato la residenza in sicilia prima di vendere appunto per avere la scappatoia. Nel mio atto notarile ho appunto questo vincolo decennale con la possibilità si scioglierlo prima nella caso di nuova residenza > 50 km oppure di aumento del nucleo familiare. Non ho nessun riferimento ai cinque anni.
     
  4. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    L'ATER funziona come ha detto @ingelman . Lo spostamento di residenza non incide per nulla se non dovuto a motivi di lavoro che prevedano un trasferimento a tempo indeterminato.
    E' molto molto strano il fatto che tu abbia potuto acquistare l'immobile, poichè il precedente proprietario per poterlo cedere avrebbe comunque dovuto cancellare la prelazione oltre a rispettare i parametri previsti per poter rivendere dopo 5 anni dall'acquisto anzichè 10. Messa così ci vedo addirittura la nullità dell'atto.
    All'ATER poi non frega niente, questo è chiaro, basta che prendono i soldi: puoi cancellare la prelazione anche subito, fermo restando i vincoli temporali previsti nelle leggi 513/77 e 560/93 oltre alle relative leggi regionali.
    Chiarisci bene la dinamica del tuo acquisto perchè tu non dovresti avere alcun vincolo con l'ATER
     
  5. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non hai nessun riferimento della possibile riduzione del divieto di alienazione decennale a 5 anni ?
    (questo lascerebbe dedurre che ogni Regione ha una sua impostazione)

    Da noi per le vendite Ater si fà riferimento alla legge Regionale 27/06 e queste cose le trovi scritte in ogni atto traslativo
    Ma è una Legge Regionale

    forse da te le cose funzionano diversamente ...... Ciò che tu hai scritto per farti un esempio a me ricorda quello che è riportato negli atti di trasferimento degli immobili Inpdap (ora INPS o quasi come al solito da noi la confusione regna sovrana :))

    Consiglio ...
    prendi ciò che abbiamo scritto come informazione puramente accademica ma fallo con la consapevolezza che seppur l'Italia è una ogni Regione e Comune ha un cervelletto che funziona in maniera autonoma :confuso:

    Rivolgiti ad un professionista locale conoscitore della materia (possibilmente Notaio o Avvocato esperto di diritto in campo Immobiliare e delle compravendite di immobili in edilizia residenziale pubblica o agevolata )
    ;)

    Sempre accademicamente parlando ... A me l'acquisto avvenuto all'asta dal precedente dante causa e la permanenza del vincolo decennale e soprattutto la prelazione a favore dell'Ente baipassata nell'atto di trasferimento del Tribunale suona male

    Come diceva sempre il mio Prof di matematica dopo la correzione dei compiti in classe
    I conti non tornano :confuso:

    Affidati ad un professionista del posto :ok:
     
    Ultima modifica: 8 Giugno 2016
    A Sim piace questo elemento.
  6. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Hai ragione Massimo: un immobile ATER non può essere ceduto se non a seguito della cancellazione della prelazione, ma l'ATER non sa in tempo reale queste cose e potrebbe non aver mai saputo nulla delle cessioni avvenute con superficialità. Ciò comporta la nullità di tutti gli atti a livello formale. E' vero che l'ATER non sta a guardare chi vuole cancellare il diritto, quindi se oggi i proprietari volessero avviare la relativa pratica l'ente non farebbe altro che rispondere con il conteggio del dovuto in quanto è più interessato ai soldi che altro, ma sempre formalmente? La nullità può esser fatta valere da chiunque non solo dai diretti interessati
     
  7. ninfeaalba79

    ninfeaalba79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per le info.... in pratica basta pagare per togliere il vincolo dei dieci anni...
     
  8. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    No, basta pagare per togliere il diritto di prelazione, i 10 anni rimangono
     
    A ingelman piace questo elemento.
  9. ninfeaalba79

    ninfeaalba79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina