• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Rosa Spina

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno, ho stipulato con il compratore un compromesso (presso il geometra che mi segue nei lavori) per la vendita della mia casa accettando una caparra confirmatoria di 10.000€. Ora ho ricevuto un'offerta più alta di acquisto da un potenziale secondo acquirente, come mi devo comportare? Non so se il primo l'acquirente ha fatto registrare il compromesso, in tal caso sono obbligata a portare a termine la vendita con lui?
 

Umberto Granducato

Fondatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Non so se il primo l'acquirente ha fatto registrare il compromesso, in tal caso sono obbligata a portare a termine la vendita con lui?
la registrazione del compromesso è soltanto un adempimento fiscale, il contratto è validissimo anche se non registrato.
Se vuoi svincolarti dal primo acquirente devi trovare un accordo col primo acquirente che potrebbe essere la restituzione della caparra doppia ossia 20.000euro
 

Rosa Spina

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Nel caso in cui invece il primo acquirente non voglia accettare il doppio della caparra? Posso eventualmente aspettare la scadenza del compromesso?
 

Rosa Spina

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Nel compromesso è stata definita una data entro cui si sarebbe arrivati al rogito, 31 ottobre 2019. Se io mi rifiutassi di vendere potrei rendere esclusivamente i 20.000€ che sono il doppio della caparra e ritenermi libera da altri vincoli con il primo acquirente? Oppure se lui venisse a conoscenza del mio nuovo contratto con un altro acquirente potrebbe vantare delle pretese in quanto aveva firmato per primo il compromesso sulla casa?
 

sgaravagli

Membro Attivo
Agente Immobiliare
il tuo acquirente potrebbe anche richiedere al giudice l'adempimento della prestazione....

potrebbe ache non accontentarsi dei 20k e chiederti eventuali danni che gli hai cagionato....

tuttavia, di solito, se restituisci il doppio e scrivete di essere entrambi soddisfatti cosi.... potrai vendere a chi ti offre di più
 

Rosa Spina

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
in pratica vorrei sapere se ho l'obbligo comunque di vendere se l'acquirente non accetta la risoluzione del compromesso (cioè se gli rendo il doppio della caparra versata).
 

Rosa Spina

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
il tua acquirente potrebbe anche richiedere al giudice l'adempimento della prestazione....

potrebbe ache non accontentarsi dei 20k e chiederti eventuali danni che gli hai cagionato....

tuttavia, di solito, se restituisci il doppio e scrivete di essere entrambi soddisfatti cosi.... potrai vendere a chi ti offre di più

Ok, grazie
 

Rosa Spina

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Di quanto è più alta la nuova offerta ricevuta?
Di circa 30000€, ma nel caso in cui l'acquirente non accetti non so se mi conviene avviare qualsiasi pratica. alla fine mi rimarrebbero 10.000€ o meno di differenza nel caso mi chiedesse anche dei danni o si rivolgesse ad un avvocato o al notaio.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
È rischioso firmare un eventuale nuovo contratto, senza aver risolto prima quello esistente.
Ma è rischioso accordarsi per risolvere il contratto esistente (dando il doppio della caparra), senza nulla di scritto con il secondo acquirente.
Rischi di risolvere un contratto, e poi di non avere più un acquirente (se il secondo non formalizza).
Io starei ferma dove sei, vendendo al primo senza troppi ripensamenti.
 

Rosa Spina

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
È rischioso firmare un eventuale nuovo contratto, senza aver risolto prima quello esistente.
Ma è rischioso accordarsi per risolvere il contratto esistente (dando il doppio della caparra), senza nulla di scritto con il secondo acquirente.
Rischi di risolvere un contratto, e poi di non avere più un acquirente (se il secondo non formalizza).
Io starei ferma dove sei, vendendo al primo senza troppi ripensamenti.
Grazie mille del consiglio
 

Umberto Granducato

Fondatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
in pratica vorrei sapere se ho l'obbligo comunque di vendere se l'acquirente non accetta la risoluzione del compromesso (cioè se gli rendo il doppio della caparra versata).
si hai l'obbligo. non puoi risolvere unilateralmente il contratto con la semplice restituzione della caparra doppia. La funzione della caparra confirmatoria non è solo quella della eventuale restituzione del doppio come spiega il collega @sgaravagli al post #6
 

possessore

Membro Assiduo
Privato Cittadino
È rischioso firmare un eventuale nuovo contratto, senza aver risolto prima quello esistente.
Ma è rischioso accordarsi per risolvere il contratto esistente (dando il doppio della caparra), senza nulla di scritto con il secondo acquirente.
Rischi di risolvere un contratto, e poi di non avere più un acquirente (se il secondo non formalizza).
Io starei ferma dove sei, vendendo al primo senza troppi ripensamenti.
Ha ragione Francesca. Infatti io l'anno scorso, per vendere un posto auto, avevo trovato due potenziali acquirenti. Il primo, a prezzo stracciato. Il secondo lo avrebbe pagato 2.400 Euro in più. Avendo già preso accordi (trattativa avanzata) col primo, non ho dato retta al secondo, che infatti non si è fatto più vivo: ha chiesto documentazione condominiale, planimetria, visura catastale, e poi - come nei migliori film - è sparito senza neanche dire 'ciaone'.
 

Giuseppe Di Massa

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Buongiorno, ho stipulato con il compratore un compromesso (presso il geometra che mi segue nei lavori) per la vendita della mia casa accettando una caparra confirmatoria di 10.000€. Ora ho ricevuto un'offerta più alta di acquisto da un potenziale secondo acquirente, come mi devo comportare? Non so se il primo l'acquirente ha fatto registrare il compromesso, in tal caso sono obbligata a portare a termine la vendita con lui?
Devi dargli 20mila oppure i danni, in base a ciò che ti chiederà. In realtà l'acquirente potrebbe anche ottenere una sentenza con la quale diventa proprietario anche se non sei d'accordo, ovviamente saldando il dovuto, decurtato delle spese del procedimento civile. In pratica anche se tu facessi un altro preliminare potrebbe essere inutile, perchè il tuo attuale acquirente potrebbe procedere contro di te e tu devi informare il secondo acquirente di questa eventualità. Ma la correttezza non sarebbe meglio di qualche euro in più? hai già venduto...
 

studiopci

Membro Storico
Agente Immobiliare
Tu hai sottoscritto un contratto di compravendita, come tutti i contratti c'è la possibilità di recedere, anche, unilateralmente dall'accordo logicamente pagando le penali generiche o le specifiche previste nel contratto. In tal caso devo sottoscrivere con il compratore la rescissione del contratto con la relativa penale altrimenti sei inadempiente ed il compratore potrebbe costringerti alla vendita... Mi chiedo solo una cosa: conviene infilarsi in una querelle giuridica e perdere la faccia ( dovresti giustificare la non vendita dicendo una bugia che se scoperta però potrebbe costati una causa) per 10.000 euro di guadagno in più con il rischio che il maggiore offerente si possa tirare indietro?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto