1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. marzia82

    marzia82 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ciao a tutti avrei bisogno di un consiglio!
    Io e mio marito abbiamo stipulato un contratto di locazione di un appartamento ad uso abitativo circa un anno fà. In seguito il proprietario ci ha informati di voler apportare delle modifiche al contratto. Ci ha presentato una scrittura privata con queste modifiche:
    - in deroga a quanto disposto dagli artt. 1578 e 1581 cod.civ. i Conduttori esonerano i Locatori da qualsivoglia garanzia e responsabilità per eventuali vizi o carenze dell'immobile
    - le Parti si danno reciprocamente atto che ciascuna delle clausole del contratto e della scrittura privata è stata tra loro singolarmente negoziata e che, conseguentemente, non si applicheranno le disposizioni di cui agli artt. 1341 e 1342 cod. civ.
    Sulla prima modifica nn credo ci sia da contestare ma ho qualche dubbio sulla seconda modifica. :confuso: Che ne pensate??? :)
     
  2. Kurt

    Kurt Membro Attivo

    Altro Professionista
    Ma perché dici che non ci sia da contestare la prima modifica? Con le deroghe che vorresti concedere (art. 1.578) accettate di non rivalervi in ipotesi sia di vizi della cosa locata e (art. 1.581) sia di vizi sopravvenuti.
    In altre parole, se l'appartamento non è a norma o se si rompe qualcosa che spetterebbe al proprietario, per effetto delle nuove pattuizioni lui non risponde e dovrete pagare comunque il canone oltre che fare riparare il danno a vostre spese.

    Proprio perché rinunciate a garanzie stabilite per legge dovete controfirmare, ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342. Con questa firma dichiarate che siete consapevoli della limitazione che state concedendo alle responsabilità del locatore.

    Lasciate perdere e mantenetevi le garanzie di Legge
     
  3. jac0

    jac0 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Il proprietario non può modificare il contratto senza l'assenso dell'inquilino. Oltretutto quelle modifiche non sono legali.
     
  4. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Altro Professionista
    Concordo pienamente con quanto scritto da kurt.
    Il primo punto toglierebbe ogni responsabilità al locatore per qualsiasi vizio riguardante l'immobile locato, indipendentemente se sia stato presente al momento della consegna o sia avvenuto in seguito.
    Il secondo punto renderebbe legale il primo.

    Lascia perdere e lascia tutto come stà.
     
  5. marzia82

    marzia82 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    :shock: !!!! si si avete ragione per il primo punto pensavo si riferisse a vizi provocati da noi nell'immobile!!! ho letto gli articoli e nn accetto assolutamente alcuna modifica!!! quindi se nn accetto vale il contratto iniziale per quattro anni e lui nn mi può imporre niente giusto?grazie per l'aiuto:)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina