1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Stefano-61

    Stefano-61 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    sono nuovo del forum e vorrei fare una domanda in merito alla questione prelazione.
    Sono proprietario di una quota pari al 22,22% di un immobile insieme alle mie due sorelle (anch’esse con quota 22,22%) e mia madre 33,33%.
    Nell’appartamento in questione dopo la scomparsa di mio padre, vive e risiede mia madre.
    A causa di gravi problemi di salute di mia madre, una delle mie sorelle vorrebbe trasferire la sua residenza presso la casa di mia madre e effettuare dei lavori di ristrutturazione a sue spese.
    Il problema nasce dal fatto che mia sorella vorrebbe avere la certezza che qualora in futuro, venisse a mancare mia madre, l’immobile verrebbe , dietro liquidazione da parte sua delle nostre quote, assegnato a lei.
    Esiste la possibilità di stipulare un documento tra le parti che le dia questa certezza ?
    La ringrazio anticipatamente.

     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Una soluzione è depositare un testamento da parte di tua madre a favore di tua sorella, ovviamente ne tu e ne l'altra tua sorella all'apertura del testamento impugnate il diritto alla legittima ed eventualmente darete ampia liberatoria, contestualmente potete stipulare un compromesso per la vendita delle attuali vostre quote a favore di vostra sorella.
     
  3. Stefano-61

    Stefano-61 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Mi par di capire che comunque mia sorella non avrebbe oggi , anche in presenza di un testamento da parte di mia madre, la certezza di diventare lei proprietaria dell'immobile in quanto soggetta comunque ad una eventuale richiesta da parte nostra della legittima.
     
  4. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Certamente altrimenti tua madre dovrebbe vendere la sua quota a lei e lo stesso fare voi due.
     
  5. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Qualsiasi accordo stipulato tra i futuri eredi prima del decesso del de cuius non ha alcun valore.
    Una soluzione un po' macchinosa ma efficace potrebbe essere questa:
    Donazione della quota materna a voi tre, dando a vostra sorella la quota libera.
    Vostra madre potrebbe, ma non è obbligatorio, mantenere il diritto di abitazione.
    In tal caso avreste una parte di piena proprietà e una parte di nuda proprietà.
    Di seguito potreste donare le vostre quote alla sorella che si incaricherà della ristrutturazione.
    Il problema potrebbe nascere qualora vostra sorella decidesse di vendere l'appartamento, dato che le banche non sono solite concedere mutui su un immobile donato.
    Non sono in grado di fare una stima delle spese ma credo che un qualsiasi notaio potrebbe darvi i suggerimenti necessari.
     
  6. Stefano-61

    Stefano-61 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ringrazio per la risposta, ma non riesco a capire cosa significa "dando a vostra sorella la quota libera". Se mia madre cede la sua quota a noi tre quale sarebbe la quota libera ?
     
  7. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Nelle successioni il de cuius ha la possibilità di destinare una quota del suo patrimonio a chi vuole. Questo significa che vostra madre può, con testamento, dare a ciascuna di voi il 22,22% del suo patrimonio per un totale del 66,66%.
    La rimanenza e cioè il 33,33% può essere subito destinato ad altri, in questo caso vostra sorella, senza che ci possano essere opposizioni dagli eredi legittimi cioè voi due.
    Questo 33,33% del patrimonio si chiama quota disponibile.
    In pratica vostra madre può donare a voi due il 44,44% dell'appartamento (22,22% ciascuno) e a vostra sorella il 55,55% senza ledere le quote legittime.
    Come già detto un notaio vi spiegherà tutto molto meglio di me.
     
    A d1ego piace questo elemento.
  8. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    @ marcellogall
    mi pare che la domanda di stefano-61 era la modalità da intraprendere per far si che la sorella che si trasferisce nell'immobile attualmente abitato dalla madre per accudirla, accollandosi pure tutte le spese di ristrutturazione, un domani tale immobile rimanga a solo nome suo senza alcuna rivalsa da parte degli altri fratelli.
     
  9. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ho capito la domanda e ho dato la risposta che ritenevo più sicura e logica.
    Anche tu hai dato risposte che potrebbero essere seguite.
    Le uniche strade percorribili sono la vendita o la donazione prima della successione, solo così la sorella che andrà ad abitare con la madre sarà garantita.
    D'altra parte nessuno può dire quali saranno i rapporti tra le sorelle al momento della successione e quindi è necessario fare tutto prima.
    Quale strada sia la migliore, con spese contenute e minori problemi per il
    futuro sarà compito del notaio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina