1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. kryptonite

    kryptonite Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve, sto acquistando un appartamento tramite agenzia, proposta d'acquisto accettata, preliminare con sostanziosa caparra da versare a breve. Il problema è che per il resto della cifra necessaria all'acquisto ho fatto richiesta di mutuo, a livello di parametri personali ho l'ok al mutuo non ci sono problemi, il perito della banca ha visionato l'immobile ma ha richiesto il certificato di cambio destinazione d'uso all'agenzia prima di fare la relazione, sembra che non ci dovrebbero essere problemi (ma meglio non fidarsi di niente), dato che l'agenzia ha detto che li invia a breve alla banca. Ora il problema è: dobbiamo fare il compromesso, ho clausola sospensiva accettazione mutuo e sospensiva per regolarita urbanistiche e catastali, se alla data non ho l'ok della banca causa il ritardo dovuto alla disponibilità di questo documento come dovrei comportarmi? In sede di proposta d'acquisto ho dato già un assegno, al compromesso devo dare una cifra cospicua, se firmiamo ma non si risolve il problema del documento posso rifiutare l'acquisto e non andare al rogito in base alla clausola sospensiva per regolarità urbanistiche e catastali e richiedere la cifra data con eventuali penali? E se poi il venditore si incassa gli assegni e non mi restituisce la cifra visto che gli servono un altro investimento?
    grazie
     
  2. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    La clausola sospensiva...sospende la validità dell'accordo sottoscritto sino al verificarsi della condizione prospettata con la suddetta clausola...quindi, se il documento non esiste e l'immobile non è regolarizzabile relativamente al cambio di destinazione d'uso, la proposta non si tramuta in preliminare, ergo...non crea gli effetti obbligatori tra le parti e ti devono restituire i soldi versati...senza penali però...
     
    A Alessandrofer, marcellogall e Rosa1968 piace questo elemento.
  3. kryptonite

    kryptonite Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta.
    Ma nel caso in cui il proprietario, fatto il compromesso incassa gli assegni e non si arriva al rogito e non può restituirmeli, che succede?
     
  4. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Avvocato, causa...decreto ingiuntivo...pignoramento...minacce fisiche...no, le ultime meglio di no, altrimenti passi dalla parte del torto...
     
    A Alessandrofer piace questo elemento.
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non hai versato ancora soldi, spero.

    La clausola sospensiva richiede che non venga incassato nessun corrispettivo.
     
  6. Alessandrofer

    Alessandrofer Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Giusto, con proposta vincolata al mutuo fino all'ok della banca non riscuotono neanche quelli della proposta, quindi nn hai problemi!!!!!
     
  7. kryptonite

    kryptonite Membro Junior

    Privato Cittadino
    Oltre all'assegno in sede di proposta il cui incasso è condizionato alle clausole sospensive non ho dato altro. Il problema è che in seguito al ritardo causato dalla richiesta del documento di cambio destinazione d'uso (che, mi devo fidare, è nelle disponibilità dell'AI) da parte del perito della banca, non so se arrivo alla data limite fissata per il compromesso e termine per la sospensiva mutuo con l'ok della banca all'erogazione del mutuo. A quel punto devo fare compromesso dare sostanziosa caparra senza la certezza del mutuo causa ritardi nel produrre i documenti necessari da parte dell'agenzia.
     
  8. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Assolutamente no !

    Allora a che servirebbe la clausola sospensiva ? Il cambio di destinazione d'uso è ben più importante di qualunque difformità urbanistica.... quindi tu manderai una comunicazione scritta nella quale avvertirai che sei pronto in qualunque momento a stipulare il compromesso, purchè si avverino le due condizioni sospensive :
    - avere il documento che attesta la conformità urbanistica (non puoi impegnarti in un compromesso ad acquistare un immobile che non sia ad uso residenziale)
    - essere certo di avere il mutuo, la cui condizione essenziale è quella di dare al perito il documento in oggetto.

    Da qui non si esce.
     
  9. kryptonite

    kryptonite Membro Junior

    Privato Cittadino
    L'appartamento è uso residenziale, dalla visura catastale è classificato A/2. Al perito manca il documento che attesta il cambio destinazione d'uso. Glielo forniranno sicuramente ma questo farà slittare di alcuni giorni la delibera positiva del mutuo ....ed io sono vicino al termine della sospensiva.
     
  10. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Bene, se vuole vendere chiederà una proroga...tu puoi liberarti se non arriva il documento entro i termini.
     
  11. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Guarda che sono loro, in quanto proprietari, a doversi porre il problema, non tu.
     
    A kryptonite piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina