1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cripe

    cripe Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti,
    sono nuova del forum e vorrei porvi questo quesito:
    vorrei acquistare un immobile che il venditore ha a sua volta acquistato con atto nel quale si dice che la casa ha 3 vani più accessori (la casa è stata dichiarata costruita ante 1967), tuttavia ad oggi la casa ha 5 vani più accessori e ciò è stato anche dichiarato al catasto pochi giorni fa, in quanto l'attuale proprietario in passato ha effettuato delle divisioni interne. Ma non dovrebbero essere fatte delle comunicazione anche al comune relativamente a tali modifiche interne? Ad oggi al comune, essendo l'immobile costruito ante 67, non risulta nessuna planimetria della casa. Cosa rischio nel caso in cui andrò ad acquistare l'immobile?
    Grazie in anticipo.
    Giusy
     
  2. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    hai l'accatastamento sotto mano? secondo me il problema è che sicuramente il vecchio accatastamento poichè sancisce univocamente che ci sono state delle modifiche senza titolo abilitativo. cmq essendo ante '67 e visto che non risultano planimetrie in comune, potresti cavartela con la redazione di una planimetria asseverata da un tecnico da consegnare al comune. Però varia da caso per caso, ci sono tante cose da controllare, e per primo c'è da controllare l'accatastamento.

    saluti
     
  3. coach146

    coach146 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Nel Comune dove opero, come dice il Geom. Giovannelli, farebbe fede il catasto precedente che attesta che sono state eseguite opere senza titolo abilitativo, se le opere sono conformi alle prescrizioni urbanistiche ed igienico sanitarie, bisogna presentare un Permesso di Costruire in Sanatoria per modifiche interne con il versamento di 516 euro, ovviamente da un tecnico da te incaricato.
    Ciao
     
  4. realessandro

    realessandro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il catasto a parere di chi scrive è un mero ufficio fiscale- inventariale senza valore giuridico. Pertanto le modifiche catastali non possono essere utilizzate per "legalizzare" la situazione dell'unità e i suoi ampliamenti o varianti ; tale potere compete al Comune che è l'ente preposto a rilasciare la licenza edilizia originaria (cui è allegata la planimetria originariamente assentita) e le successive modifiche, ed è l'ente cui si dovrebbe rivolgere per richiedere copia presentando istanza ex legge 241.90- Le differenze o addizzioni della sagoma dell'unità immobiliare rispetto alla planimetra allegata alla licenza originaria devono essere giustificata da varianti successive autorizzate dal Comune o alternativamente da Condono edilizio. La licenza edilizia è obbligatoria dagli anni '30/'40 (dipende se l'unità era in centro abitato o fuori centro abitato), anche se il Notaio deve esigerne gli estremi da dichiarare in atto solo se detta licenza edilizia è stata rilasciata dopo il 67. Se rilasciata prima del 67 "carica" la responsabilità sul venditore facendogli dichiarare in atto che l'immobile è in regola e non sono stati eseguiti abusi . Ritengo che sia convenienza di " cripe" girare il problema al venditore essendo suo onere provvedere a sanare l'abuso se non già fatto o comunque risolvere il problema tramite tenico di fiducia. cordialità
     
  5. cripe

    cripe Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie a tutti per le celeri risposte,
    volevo aggiungere che in effetti l'immobile si trova fuori dal centro abitato ed il venditore dichiarerà che l'immobile è stato costrito in data anteriore al 1967, che è in regola e che non ci sono abusi edilizi. Ma io ritengo che sia necessario che lui , comunque, sistemi questa situazione comunicando al comune, ora per allora, le divisioni interne che sono state fatte.
    Mi sbaglio? E' possibile farlo ora per il passato?
    Grazie mille
     
  6. coach146

    coach146 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Farlo ora per il passato, mi ripeto, dove opero si può fare presentando una Sanatoria per modifiche interne, spetta all'attuale proprietario regolarizzarle dato che le opere le ha eseguite lui, come dice realessandro, va risolto tramite un tecnico.
    Ciao
     
  7. cripe

    cripe Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Vi ringrazio nuovamente!!
    Credo che comunicherò al venditore che acquisterò solo a condizione che
    tramite un tecnico provvederà a comunicare tali modifiche interne, altrimenti io mi
    terrò i miei soldini e lui si terrà il suo immobile!!!
    Ciao ciao
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina