1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ritamini76

    ritamini76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti, vi scrivo per capire come risolvere un problema.
    Nell'agosto del 2009 ho sottoscritto un contratto preliminare di compravendita per un appartamento da concludere con rogito entro metà luglio 2010.
    A 20 giorni dal rogito sono venuta a sapere, tramite il Notaio, che l'immobile è stato oggetto di donazione nel 2002.
    In pratica il marito ha donato la sua metà alla moglie (in presenza di 3 figli minori). Dopodichè, nel 2005, la donataria ha venduto l'appartamento ad una coppia che adesso dovrebbe vendere a me.
    L'agente immobiliare che ha mediato l'affare ora mi dice che era perfettamente a conoscenza del fatto della donazione e che non ha ritenuto necessario comunicarmelo. Io ora mi trovo in difficoltà per l'ottenimento del mutuo, inoltre non mi sento più sicura nell'acquisto. Se avessi saputo prima della cosa non lo avrei mai comprato e avrei cercato altro.
    Ho già versato una caparra di 8.000€.
    Come posso uscire da questa spiacevole situazione senza "danni" e senza trovarmi costretta a comprare l'appartamento?
    Grazie mille a chi vorrà aiutarmi...
     
  2. ritamini76

    ritamini76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Vi prego, potete aiutarmi? :confuso:
    C'è una qualche possibilità che io possa rifiutare di acquistare l'appartamento senza essere citata per danni (i danni sono stati loro a crearli a me)?
    Come ho già detto, se avessi saputo di questa cosa non avrei mai acquistato quell'appartamento, e ora invece mi vedo praticamente costretta a farlo... :rabbia:
     
  3. allberto

    allberto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Prova a citargli l'articolo 1759 del codice civile:

    "il mediatore deve comunicare alle parti le circostanze a lui note, relative alla valutazione e alla sicurezza dell’affare"
     
  4. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    la donazione e' una delle situazioni piu' complicate da risolvere( il donante e' in vita? ), e nessuna banca ti finanziera' ( purtroppo ).
    Nello specifico,la donazione e' troppo recente e sei in presenza di minori che una volta raggiunta maggior eta' possono impugnarla.
    Sulla proposta la donazione era citata? se no...da parte dell'AI e' una grave negligenza, in quanto i problemi con le nostre normative ,sono insormontabili.
    P.S. Cerca di svincolarti e fatti rendere il danaro per oggettive irregolarita' , non vedo quali danni tu possa aver creato...lo stesso AI dovrebbe adoperarsi per risolvere ( a tuo favore ) la questione.
     
  5. ritamini76

    ritamini76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    L'unica cosa che ha fatto l'AI per risolvere è stato mandarmi dalla sua banca lo scorso mercoledì (che però a tuttoggi non mi ha ancora saputo dire se mi concedono il mutuo oppure no).
    Il donante è ancora in vita e tra l'altro stamattina sono venuta a sapere che probabilmente c'è un 4° figlio avuto dalla prima moglie, da cui il donante è divorziato.
    Io purtroppo mi ritrovo ad aver già firmato il preliminare, dove però non era scritto nulla a riguardo.
    Grazie mille per l'aiuto.
     
  6. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    figurati...il fatto e' che con un 4° figlio ( per di piu' da altro matrimonio )la cosa peggiora assai.
    auguri
     
  7. aatercasa

    aatercasa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    prova a dire all'Agenti Immobiliari che ti ha fatto sottoscrivere un preliminare con un vizio occulto e vedi che succede, comunque parla con un avv. e vedi che la cosa si risolve.................
     
  8. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Non costituisce vizio occulto il fatto che il bene sia di provenienza donativa.

    Smoker
     
  9. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non sara' un vizio occulto,ma prova ad abdare in banca a farti fare un mutuo.... e sopratutto qualsiasi notaio che rogiti senza avvisarti dei rischi che corri;)
     
  10. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    C' è una grossa differenza, soprattutto perchè la provenienza è accertabile, senza difficoltà, prima ancora di firmare qualsivoglia proposta, quindi di occulto non vi è nulla. Di emblematico c' è solo il comportamento dell' Agenti Immobiliari di Ritimina che bisognerebbe verificare se scende sotto la media diligenza professionale che avrebbe dovuto tenere, non avendo informato la cliente della provenienza.

    Smoker
     
  11. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    accertabile? cosa intendi che l'acquirente deve andare a fare verifiche a prescindere? non scherziamo...qui non parliamo di unaa scheda da aggiornare, etc., parliamo di una situazione dove il 99% dei notai ti sconsiglia l'acquisto...o dove trovi una banca su 100 che ti finanzia. Se l'AI lo sapeva e' stato un po' piu' che negligente per i problemi che andra' a creare all'acquirente.
     
  12. ritamini76

    ritamini76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Devo andarmi anche a fare le verifiche dopo che ho pagato l'AI per farlo??
    Lui è stato molto peggio che negligente, e io adesso mi trovo con un grosso problema perchè ho dovuto sottoscrivere la richiesta di mutuo in 3 banche contemporaneamente. E ancora non so se una di queste 3 mi dirà di sì!!
    Ho provato a parlare sia con l'AI che con i venditori, ma mi hanno detto che se non voglio firmare il rogito devo andare per vie legali. Stanno continuando a non comportarsi correttamente, per come la vedo io.
     
  13. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Il bene proveniente da donazione è liberamente vendibile senza presentare vincoli e/o vizi occulti nè tanto meno palesi. La dimostrazione di ciò la fornisce la stessa Ritamini, la quale ha scritto che il suo venditore ha acquistato da persona, la quale, a sua volta, aveva ricevuto per donazione l' appartamento. Quindi l' atto del venditore è valido ed efficace. I rischi sono solo potenziali, cioè possono verificarsi in futuro oppure no. Il problema che di fatto rende meno appetibile e/o commerciabile un immobile proveniente da donazione è altra cosa. Il fatto che le banche, per motivi esclusivamente propri, non rilascino volentieri mutui per l' acquisto di immobili di provenienza donativa è altra cosa.
    L' acquirente dovrebbe procedere a proprie indagini prima di firmare la proposta? Sarebbe opportuno. Il mediatore risponde entro certi limiti, ma non tutti. Nel caso di specie sostieni che c' è negligenza del mediatore. Parola grossa. Quindi pare essere responsabile il mediatore, per responsabile intendo che il mediatore deve risarcire i danni all' acquirente.
    Nel caso non sono tanto sicuro abbia responsabilità il mediatore, ma l' acquirente che incautamente ha proceduto all' acquisto senza le opportune verifiche preliminari.
    Questa è la realtà secondo il mio modo di vedere le cose.

    Smoker
     
  14. ritamini76

    ritamini76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Secondo l'art 1759 "il mediatore ha l’obbligo di comunicare alle parti le circostanze a lui note, relative alla valutazione e alla sicurezza dell’affare, che possono influire sulla conclusione di esso", quindi credo sia corretto dire che c'è stata negligenza.
    Credimi, si è comportato male e sta continuando a farlo.
    Lui sapeva benissimo che dovevo chiedere il mutuo e sapeva benissimo che la banche fanno difficoltà a concedere mutui in questi casi. Sapeva benissimo che avrei avuto delle difficoltà. Non parlarmi di incauto acquisto. Non lo accetto, mi spiace. Anzi, sono anche molto arrabbiata per come sono stata trattata.
    Per di più, la banca che ha dato il mutuo a quelli che ora stanno vendendo a me, ha detto che la cosa della donazione era sfuggita, ma che adesso, sapendolo, non mi darebbero il mutuo per acquistare lo stesso immobile.
     
  15. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Io sono certo della tua buona fede, però ho dei dubbi sull' applicabilità, nel tuo caso specifico, contro il tuo Agenti Immobiliari, dell' articolo del codice da te richiamato. Quindi, se dovesse verificarsi, quello che penso, a pagare sarai tu. Spero di no, però ho grossi dubbi.
    Non è nel mio carattere sfottere su questi argomenti, ma dire le cose come stanno. Ovvio posso sbagliare.
    Saluti

    Smoker
     
  16. ritamini76

    ritamini76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Bè, mi ritroverei in mezzo ad una strada, con una caparra versata di 8.000€, una parcella all'AI,, un mutuo non concesso per cause non imputabili a me...
    Spero di non dover anche pagare altro, oltre a questo!! :occhi_al_cielo:
     
  17. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    smoker mi spiace ma ti sbagli...le donazioni possono essere impugnate nel tempo dagli aventi diritto in linea retta ( e qui sono 4 ), ed e' per questo che le banche trovano mille perche' a non finanziare. Personalmente comprerei solo se il donante facesse un atto di revoca per la donazione fatta.
    Poi fate vobis;)
     
  18. ritamini76

    ritamini76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    E' possibile che il donante faccia questo anche se l'appartamento ha già fatto una passaggio di proprietà?
    Io ho parlato con lui, e si è reso disponibile a farmi una dichiarazione sia da parte sua che della moglie (donataria) con cui si astengono dal fare qualsiasi azione, ma il notaio dice che non serve a nulla.
     
  19. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    il Notaio ha ragione:stretta_di_mano:...l'unica soluzione e' una revoca della donazione
     
  20. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Non è questo il motivo specifico per cui le banche non concedono il mutuo.
    Ho già detto: i rischi dell' acquisto sono potenziali. Solamente alla morte del donante è possibile verificare se c'è stata lesione di legittima. Se alla morte del donante la donazione non lederà la legittima non impugnerai un bel niente.
    Non è facile revocare una donazione i casi solo limitati.
    Comunque Ritamini non compra dal donatario, ma dall' acquirente del donatario. Dopo la donazione c'è già stata un' altra compravendita.

    Smoker

    Aggiunto dopo 1 :

    Concordo non serve a nulla.

    Smoker
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina