1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Ma, insomma, “Lor Signori” vorrebbero, persino, concedere un albo ai buttafuori ma, agli Amministratori Condominiali, quando glielo daranno?
    Alle Calende greche?
    Sono decenni, dico decenni, che la legge, che istituisce un albo per gli amministratori condominiali, viene sprofondata, in ogni legislatura, nelle sabbie mobili di qualche Commissione Parlamentare e lì rimane, senza nessuna speranza che venga fatta riaffiorare.
    Ormai, nel 2011, gli Amministratori di condominio sono veri e propri manager immobiliari con enormi responsabilità, che debbono districarsi tra mille leggi e regolamenti, tra decine di disposizioni ed obblighi, dovendo sfoggiare una preparazione versatile e quasi enciclopedica.

    Ma quando si decideranno, una buona volta, i fortunati appartenenti alla Casta, a concedere, a questa categoria specifica di amministratori, un riconoscimento che è quasi dovuto e necessario, implicando, ormai, un autentico interesse pubblico?
    Infatti…
    Il Ministro della Giustizia sta provando mille e una gherminella per decongestionare i nostri Tribunali dalle milioni di cause civili ( ennesima Riforma della procedura, ricorso preventivo obbligatorio, a pena di improcedibilità, alla Mediazione tra le parti, valorizzazione degli Istituti alternativi della Conciliazione…ecc.ecc…) e non pensa che molto potrebbe essere conseguito dalla semplice istituzione di un Albo per Amministratori di condominio.
    Infatti, basti considerare che il sessanta per cento, diconsi il 60% delle cause che ingolfano i tribunali civili, sono cause che riguarda la materia del condominio.

    Una drastica revisione delle leggi condominiali che risalgono agli anni quaranta, ma, soprattutto, la concessione di maggiori poteri agli Amministratori attraverso la concessione di un Albo e la revisione delle maggioranze necessarie per deliberare, potrebbero certamente semplificare la vita condominiale ma, soprattutto, snellire, in modo determinante, il funzionamento dell’apparato giudiziario.
    Già, il solito uovo di Colombo. Troppo facile, non c’è gusto, non c’è soddisfazione.
    La politica in Italia non serve per complicare le cose semplici?
    E poi, cosa farebbero i 230.000 avvocati italiani? Come farebbero a portarsi a casa la michetta?

    Aiaiai! Qui c’è un rischio!
    Il rischio di chiamare l’Albo degli Amministratori condominiali, Araba Fenice!
    Che ci sia ognun lo dice, dove sia nessun lo sa!
     
  2. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Corretto.
     
  3. Luciano Passuti

    Luciano Passuti Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Valutazioni condivisibile, anche se io non faccio l'amministratore di Comdomini :ok:
     
  4. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    La scorsa settimana hanno licenziato al Senato l'agognata Riforma del
    Condominio.
    Ma pare sia un a mezza riforma che non asssegna nuovi poteri all'amministratore ma, forse, più incombenze.
    Una riformicchia.
    Occorre studiarla per bene.
    Ma gli amministratori condominiali non ne saranno contenti, credo.
    :triste:

    Adesso la parola alla Camera.
    Speriamo si possa migliorarla.:)
     
  5. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    se la migliorano ritorna al senato, ...

    ho ascoltato tramite internet le votazioni per gli emendamenti
    uno ha proposto l'obbligo per l'amministratore di avere il diploma di scuola superiore (ora c'è l'obbligo della scuola dell'obbligo solo perchè è obbligatorio per tutti i cittadini, non per fare gli amministratori) ma non è passata perchè poteva essere l'inizio della richiesta un albo

    un altro ha fatto l'emendamento per obbligare l'amministratore a registrare in contabilità i movimenti del c/c condominio entro 8 gg, un altro entro 10 gg, ha vinto quello degli 8 gg
    ho avuto l'impiegata ammalata per 10gg, un incendio, mio padre fuori per 2gg causa un funerale etc... sinceramente ho fatto cose più importanti dell'aggiornare le registrazioni della contabilità, quindi a parte i versamenti avvenuti in ufficio, le mie contabilità sono rimaste ferme al giorno prima della malattia dell'impiegata
    per la riforma a giorni alla camera, io per questo , non sarei in regola

    faccio notare che 8gg in pratica mi dicono che nella settimana di ferragosto e quella di natale, non si và in ferie
    e non ci si può prendere l'influenza

    non sanno di cosa parlano
    sono dei totali incompetenti
     
  6. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Ecco, le solite frittate all' italiana...
    Tante incombenze ed obblighi in più ma senza L'AUTORITA' di un albo, per gli amministratori.
    Se la legge passa così sarà una clamorosa occasione persa per il sistema condominiale italiano che muove miliardi di euro in spese di gestione. Il 60% degli italiani vive in un condominio. Una fetta enorme e maggioritaria della nostra popolazione. Ma sembra che non interessi a nessuno, meno che meno ai nostri legislatori...
    E bisognerà aspettare altri 70 anni per sperare in un deciso cambiamento in meglio.
    Ditemi come si può costringere cento condomini a rispettare le norme del condominio se l'amministatrore continua ad essere, dal punto di visto civilistico, quasi un signor nessuno, senza una cultura giuridica specifica, senza strumenti coattivi di intervento e, magari, con la quinta elementare perchè, quando ha cominciato ad amministrare, era sufficiente tale diploma per assolvere gli obblighi scolastici...
    :rabbia:

    E già dimenticavo: occorre tenere viva la fonte del maggior numero di cause civili italiane: il condominio.
    Evitare di dare troppo poteri all'amministratore che, magari, con la sua abilità di mediazione, potrebbe comporre conflitti e liti in modo efficace e con la soddisfazione delle parti.
    Altrimenti i 230.000 Avvocati italiani come potrebbero sbarcare decentemente il lunario?
    :fico:
     
  7. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    la riforma prevede un sacco di cose
    così tanti paletti, ostacoli etc... per cui, o sei una grossa struttura o schiatti

    e non sei una grossa struttura con la 5° elementare

    nel 2006 la cassazione ha detto che una soc di capitali può essere amministratore di condomino

    nella riforma prevedono l'amministratore in carica per 3 o 2 anni, non ricordo

    l'obbligo di sapere se gli impianti anche privati sono a norma e il diritto/dovere di metterli a norma

    il d.i. entro mi pare 4 mesi dalla scadenza della rata

    la fideussione sui capitali amministrati

    ...

    sono tutte cose che parlano di società di amministrazione, sul genere di quelle francesi perchè in francia i principali amministratori sono socità parte di gruppi dove ci sono soc di facility, soc elettriche/gas, soc assicurative, bancarie etc...
    e questo nonostate prevedano obbligo di praticantato, esame, iscrizione alla prefettura, rinnovo ogni tot anni del permesso d amministrare

    fra gli associati anaci c'è un gruppo francese SEGECE che amministra in Italia centri commerciali, perchè sono iscritti anaci?
    il gruppo Siram che ha acquistato il patrimonio immobiliare della Fiat, al cui interno ci sono manutentori di caldaie Caroli etc... stà acquistando studi di amministrazione di condominio

    a questa gente l'amministrazione serve per vendere i servizi

    l'albo non serve a nulla, quì ci vuole l'unione e la collaborazione !!!!

    a Praga per fare gli amministratori ci vuole un patentino, per anni i principali amministratori e fornitori di servizi sono stati degli svizzeri, poi sono arrivati degli italiani e qualche problema lo hanno dato, ma poi sono arrivati i francesi, e i francesi lavorano solo con francesi, ....

    in spagna c'è l'obbligo della laurea per fare gli amministratori e l'iscrizione ad una specie di albo (questo da quando è caduto franco), questo non ha impedito a un gruppo portoghese LDC di fare una bella concorrenza, pensa che se il cliente sceglie il servizio plus gli portano il pane a casa 3 volte a settimana, ma c'è anche una banca in spagna che fà amministrazioni di condominio etc....

    l'albo non serve a un c...o!!!
     
    A pensoperme piace questo elemento.
  8. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Allora, amministrare uno stabile, non sarà più una delicata professione intellettuale ma una semplice "fornitura" di servizi commerciali....
    Senza albo un aministratore diventerà un semplice fornitore di servizi immobiliari standard...
    Una specie di commerciante un pò più tecnico....
    Un socio di una impresa, non più un professionista indipendente....
    Boh a me non piace...da titolare di un appartamento in condominio meglio parlare con una persona fisica che con una società anonima....dove non si sa chi prende le decisioni...
    E' una tendenza alla massificazione e all'economizzazione che non mi convince.
    Gli amministratori di condominio, anche quelli più capaci, saranno stritolati dai colossi finanziari.....
    Dove andrà a finire la loro indipendenza?
    Non è meglio lottare per essa, avendo un albo come arma?
     
  9. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    la cassazione lo ha detto nel 2006 che non è una professione intellettuale ma una semplice fornitura di servizi
    ha anche detto che è auspicabile l'organizzazione in forma societaria
    ...

    gli albi sono un residuato delle corporazioni medioevali
    non li vogliono più in europa
    e non sono mai esistiti in vari paesi

    essere iscritti all'albo dei geometri non fà di un geom un buon geometra
    etc...

    la battaglia per gli albi è antistorica
    siamo nel 2011 !
     
    A pensoperme piace questo elemento.
  10. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Ma gli amministratori singoli che fine faranno?

    Cioè, uno non potrà più scegliere di fare l'amministratore come persona fisica e dovrà per forza accodarsi in una società? Se non in modo formale, con un obbligo palese, certamente in modo sostanziale, perchè da solo non ce la farebbe più ad operare. :confuso:

    Se avesse un albo, un amministratore sarebbe ben sicuro della sua identità e avrebbe uno spazio di indipendenza intangibile e non violabile dall' esterno.
    Ma dentro una società?
    Sarà carne da macello, forse.

    Io non cambierei mai un albo con una società.
    Troppe differenze.
    Ma, se lo spirito del tempo spinge verso la società di servizi, come potersi opporre con le proprie fragili forze?
    Se la Cassazione afferma che l'amministratore è un semplice fornitore di servizi e che il suo lavoro non ha niente di intellettuale...alzo le mani.
    Ma non sono affatto d'accordo per l'andazzo e la tendenza in atto. Il lavoro sta perdendo la sua impronta di atto personalissimo. E non solo il lavoro svolto in fabbrica.
    Il lavoro ha bisogno di una sua poesia. Il lavoratore deve essere soddisfatto di esso.
    Lo deve sentire suo.
    Tempi cattivi corrono...Il Medioevo era molto meglio con le sue coorporazioni...:)
    Al centro c'era la difesa del lavoro e di chi lo produceva.
    C'era tutela e prestigio sociale.
    Era esaltato il lavoro produttivo piuttosto che la finanziarizzazione dello stesso.
    Magari tornasse lo spirito umanistico del Medioevo....
     
  11. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    Non hai un briciolo di fantasia
    prova ad immaginare 4/5 amministratori, ognuno con i suoi fabbricati, ma con servizi in comune
    inpiegate dedicate alla contabilità, tecnico in comune, ...
    prova ad immaginare una banalità come un programma su internet dove ti segni la richiesta del condomino, mandi la commessa al fornitore, avvisi il condomini che hai incaricato quel fornitore di cui trova i dati/documenti/foto su www.... e mandi la denuncia all'assicurazione a cui dici documenti/foto/info sul sinistro li trovate su www.... e il fornitore che non lavora solo per te, ma per diversi amministratori con te, lavora in modo rispettoso con il cliente e con te, entra con le scarpe pulite a casa della signora (perchè ne tiene un paio di ricambio nel camion), prende l'appuntamento e lo rispetta, ti manda le segnalazioni per eventuali ritardi causa attesa di pezzi di ricambio e le foto, inserendo tutto questo nel programma, ti dice quando a terminato, e un servizio qualità del gruppo chiama successivamente la condomina per chiedergli come è andata
    il fornitore non lo fà? 5 amministratori della stessa zona, lo chiamano e gli dicono, o cambi modo di operare o cambiamo fornitore, scordati i 30/40/50/100 mila euro di fatturato dei nostri studi

    prova ad immaginare 300/500 amministratori in Italia che vanno dalla kone/otis ... chiedendogli quando vogliono per ogni contratto di manutenzione completa dell'ascensore
    prova ad immaginare gli sconti che si possono contrattare per il gas e l'elettricità e per le assicurazioni ...
    ....
    il mondo cambia e chi non è disposto a cambiare ...



    Anche i leaders di mercato, sempre piu' spesso, devono preoccuparsi di fronteggiare il cambiamento.
    Lo ha dovuto fare anche "Il Sole 24 Ore", prima testata economica del paese dal 1965, oggi alle prese con 70 esuberi e un impegnativo deficit di bilancio: Il Sole 24ore, sciopero immediato, no Cdr a richiesta 70 esuberi | Notizie | Società Italiane | Reuters
    Oggi solo pochi sono disposti a pagare per ottenere informazioni stampate la notte precedente quando su un telefono , gratuitamente, le ottengono in tempo reale.
    Testate gratuite come Leggo , City ed altri, hanno fatto il resto.....
    In tutti i settori stanno avendo luogo cambiamenti analoghi, nessuno escluso.
    Eppure nel nostro mercato nessuno ( o quasi ) si muove ..........nessuno sceglie di farlo.
    Potrebbe presto accadere che nuovi soggetti , grandi , credibili e molto noti ( grazie alla pubblicita') propongano l'amministrazione gratuita, o molto economica, ed un risparmio sui costi di gestione con maggiore efficenza nei servizi.
    Impossibile ?!? ... staremo a vedere.....

    E' di evidenze del cambiamento, non percepite dai piu', che parleremo in occasione degli eventi che terremo nei prossimi giorni: Sinteg - Servizi Immobiliari Integrati per la gestione del condominio . 11 febbraio a Portici, 16 febbraio a roma, 18 febbraio a Genova ...
    Inoltre, il 26 febbraio interverremo in un importante convegno a Taranto e l'11 marzo organizzeremo in una conferenza internazionale a Prato.
     
  12. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Questo lo può fare benessimo anche l'amministratore SINGOLO, AUTONOMO, INDIPENDENTE che amministra 20-30 condomini.
    Non solo le società...

    Lo so benissimo che il mondo cambia, conosco i mutamenti fondamentali apportati, nell'organizzazione del lavoro, da Internet, non vivo sul pero, ho fatto studi di marketing presso l'Istituto Superiore d' Organizzazione di Torino, capisco le esigenze del mercato, so dove andranno a parare i trend e i magatrend, ma ho tutto il diritto di dire che, la direzione intrapresa dal sistema dell'amministrazione immobiliare (società, collegamenti, acquisizioni, fusioni, conglomerati finanziari), porterà, alla lunga, ad una spersonalizzazione del lavoro dell'amministratore....
    Ad una sua infelicità interiore....Non uomo o donna padrone delle sue decisioni ma rotella di un ingranaggio.
    Non ci potrò fare niente per bloccare questo processo inesorabile ed implacabile ma, almeno, potrò lamentarmi...:fico:
    Magra consolazione!

    E poi, come cliente di servizi condominiali, mi piace parlare con l'amministratore inteso come persona fisica non con un addetto, un rappresentante che, poi, deve riferire ai soci, al consiglio d'amministrazione....
    Non tutti i cambiamenti devono, per forza, essere positivi.
    Ci sono pure quelli negativi.
    Io non soffro di cronolatria.:)
     
  13. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    il singolo da solo, non lo può fare, perchè non ha potere contrattuale
    i clienti ci giudicano parzialmente per noi, ma soprattutto per come sono i ns fornitori - siamo colpevoli anche quando usiamo fornitori indicati da loro
    e i ns fornitori considerano poco il condominio, è solo una rottura di palle, sono fatture e non lavoro in nero, sono lamentele di una pluralità di teste, rogne ...

    diverso se siamo in tanti, uniti in zona, ma anche a livello nazionale

    e così facendo, possiamo mantenere in parte il rapporto singolo con i clienti, con i vantaggi dell'unione (sia per noi, sia per i ns. clienti)
    ed essere una valida alternativa alle grandi società, in modo particolare quelle francesi

    in ogni caso gli amministratori in Italia sono un numero spropositato rispetto agli altri paesi d'europa
    vedi questa vecchia indagine pubblicata sul sole 24 ore http://www.sinteg.org/data/stampa/images/42_stampa1482.jpg
    più amministratori uniti, diminuiscono i costi e aumentano l'efficenza, allora si che possono avere più clienti, incrementando ulteriormente il potere d'acquisto per i servizi ai clienti
    solo così possiamo praticamente mantenere gli attuali compensi da fame, percepiti comunque sempre come alti dai ns clienti e cominciare finalmente a guadagnare e non a discapito della qualità del ns lavoro, ma anzi incrementandola
     
  14. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Ho capito. :ok:
     
  15. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Beh, con il Governo Monti non ci sarà il "pericolo" dell'emanazione di un albo per amministratori di condominio. Esso, infatti, propugna le liberalizzazioni in campo lavorativo e professionale...
    Io credo che non esista professione più "liberalizzata" dell'amministratore di condominio.
    E' quasi un modello da seguire per le liberalizzazioni di altre professioni...:ok:
     
  16. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    modello proprio no!
     
  17. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    La Procicchiani mi piace, diretta, competente, senza fronzoli. Altro che titolati vuoti, questa è la gente che serve in italia, sperate che non faccia come ho fatto io ed emigri in lidi più civili, come le vostre imprese. ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina