1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. maxmilano

    maxmilano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao, finalmente abbiamo fissato la data per il rogito. Per il saldo quale metodo di pagamento è preferibile, va bene un assegno bancario non trasferibile?
    Ho saputo del limite massimo di 50000 euro per le norme antiriciclaggio. Chi mi conferma questa cosa?
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve il metodo più tranquillo è l'assegno circolare non trasferibile intestato al venditore, per il limite massimo non penso tu ti debba preoccupare in quanto stai vendendo un immobile e stai ricevendo il controvalore in denaro dichiarato in atto. Vendi l'immobile a 200.000 € ricevi assegni per € 200.000, tutto in regola. Per altri discorsi la Tua preoccupazione è giusta ma non condivisibile in questa sede. Auguri
     
    A Roby piace questo elemento.
  3. gennaro63

    gennaro63 Membro Attivo

    Mediatore Creditizio
    non solo confermo quanto riportato studiopci ma in sede di atto un notaio serio...con gli assegni bancari...rimanda l'atto......solo circolari...
     
    A Limpida piace questo elemento.
  4. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Tassativamente circolari.
     
  5. maxmilano

    maxmilano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Studiopci io sono l'acquirente e la caparra l'ho pagata con un assegno non trasferibile e pagabile a vista, non sapevo che al rogito bisogna pagare con assegno circolare
     
  6. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    NOn è che bisogna per forza, anche l'assegno bancario son soldi, siccome all'atto c'è il trasferimento della proprietà, esperienza insegna che il ciroclare è fonte di garanzia per il pagamento essendo stato emesso dalla banca che lo emette solo se ci sono i fondi necessari.
    Differentemente il bancario non da sicuerezzza di fondi e come ha detto gennaro63, un notaio dicasi notaio visto che è garante del pagamento ESIGE il circolare anche per una sua tutela personale.
     
    A acquirente e Sim piace questo messaggio.
  7. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    :ok:
     
  8. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Volevo correggere " ma non condivisibile in questa sede " con " non condivisibile da questo forum " altrimenti un lettore attento potrebbe pensare che in altre sedi saremmo disposti a condividere. Grazie e scusate

    Aggiunto dopo 4 minuti :

    premesso che quoto in toto la validità degli assegni bancari che son sempre soldi, Alla sottoscrizione del contratto preliminare puoi anche pagare con assegno bancario perchè , prima di tutto si appone la clausola S.B.
    F. ( salvo buon fine ) e poi trattandosi di un contratto che regola inmaniera preliminare patti e condizioni di acquisto ma non il trasferimento del bene, se l'assegno non è coperto niente di grave, avrai un pò di carta in più a casa nel bagno. Pensa invece se l'assegno risultasse scoperto una volta sottoscritto il rogito ???
     
    A acquirente e Sim piace questo messaggio.
  9. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    mentre se usi il bancario al rogito la clausola e' F.B.L...fa' bala' l'och;)...:risata::risata:
     
    A studiopci piace questo elemento.
  10. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ah ah ah ( sono sull' IPhone e le icone non so come si mettono ) semplicemente fenomenale
     
  11. maxmilano

    maxmilano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ho il conto corrente alla Posta, mi hanno detto che il vaglia postale circolare è l'equivalente dell'assegno circolare bancario, quindi pagherò con quello.
     
  12. Mimi

    Mimi Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Anchio sono correntista di Banco Posta sin dal primo giorno che il servizio è stato reso disponibile ed è' vero che il vaglia postale è l'equivalente dell'assegno circolare però..... c'è un però la firma in calce è dell'impiegato postale non la tua, non per niente anche la posta emette assegni circolari.

    Mi spiego meglio, sia l'assegno circolare che il vaglia sono soldi garantiti dall'emittente (cioe la banca oppure la posta), in pratica stà a dire che i soldi ci sono veramente, però mentre per l'assegno circolare devi firmarlo tu al momento della consegna, e quindi è immediatamente chiaro ed inequivocabile chi ha emesso l'assegno garantito dall'emittente, con il vaglia postale la firma di chi da l'assegno non c'è in pratica con il vaglia non risulta immediatamete che sei tu che stai dando l'assegno, ed in caso di eventuali problematiche devi farti rilasciare dalle poste la dichiarazione che l'emmissione di quel vaglia è stato richiesto da te.
     
    A Limpida piace questo elemento.
  13. maxmilano

    maxmilano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Capito perfettamente, quindi non mi consigli tanto il vaglia. Mi sembra di aver letto che la Posta non rilascia assegni circolari, ma so anche che esiste l'assegno postale vidimato, cioè garantito. Giusto?
     
  14. Mimi

    Mimi Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Si esiste anche l'assegno vidimato, tutti i tre sistemi sono garantiti dall'emettitore ma anche l'asegno vidimato ha la firma in calce dell'impiegato postale.

    In pratica questa è la differenza sostanziale tra i vari sistemi di pagamento:

    - Assegno bancario, viene emesso dalla banca ma lo firmi tu, quindi sono tuoi soldi che stai dando ad un terzo tramite la tua banca. Ma se al momento dell'incasso tu non hai quei soldi sul conto l'assegno non viene pagato, in altre parole hai comprato casa senza soldi, e vero che ci sono modi e scritturre da mettere in atto per tutelarsi ma sostanzialmente questo è il concetto;

    - L'assegno circolare viene emesso dalla banca, lo firmi tu ed è la stessa banca che garantisce che alla presentazione quell'assegno sarà pagato;

    - L'assegno circolare delle Poste e come quello delle Banche, lo firmi sempre tu e le Poste Italiane ne garantiscono il pagamento.

    - Il vaglia postale oppure l'assegno vidimato viene emesso dalle poste, viene garantito dalle poste ma tu non firmi niente.

    Quando si fanno pagamenti di una certa importanza, anche comprare una automobile, e buona norma firmare l'assegno circolare al momento che viene consegnato e farsi fare la fotocopia dell'assegno che yu hai firmato.

    Per qualsiasi motivo ed immediatamente si può dimostrare come è stato fatto il pagamento e chi ha pagato.
    Con un vaglia postale oppure un assegno vidimato non puoi dimostrare che sei stato tu a pagre se non dopo esserti recato alla posta, fare richiesta e dopo alcuni giorni ti rilasciano la prova provata che quell'assegno vidimato o il vaglia lo hai richiesto tu.
    Con il pericolo che se vai dopo 30/40 giorni non si trova traccia di quella tua disposizione (Scherzo) ma questa è la differenza sostanziale.
     
  15. barsotti armando

    barsotti armando Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ho saputo del limite massimo di 50000 euro per le norme antiriciclaggio. Chi mi conferma questa cosa?[/QUOTE]

    Ai fini antiriciclaggio il limite di maneggiamento denaro contante e/o titoli al portatore è pari a Euro 5.000,00 mentre euro 50.000,00 è un valore non contemplato ai fini antiriciclaggio come soglia e/o limite forse ci sono alcune banche che non emettono assegni circolari superiori a euro 50.000,00 per motivazioni correlata a poteri di firma dei funzionari
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  16. Mimi

    Mimi Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Le cose sono un pò cambiate, "il controllo dei pagamenti" inizia già da 2.500€ per contanti e 5.000€ per assegni.
    In pratica se chiedi alla tua banca contanti supriore a 2.400 scatta il meccanismo di controllo, per evitare questo basta richiedere 1.000/1.500€ ogni 2/3 giorni.
    L'antiriciclaggio è tutt'altra cosa, e la traccia continua di quell'assegno dall'emissione al pagamento e scatta appena viene richiesto l'assegno, l'impiegato della banca deve compilare e farti firmare dei fogli.
    Non c'è nessun limite come cifra, altrimenti come si farebbe a pagare una casa da 300.000€?
    Questo abbassamento a 2.400€ per contanti e 5.000€ per gli assegni è stata fatta appunto per rendere molto più complesso un pagamento "riciclato".
    Ci pensi a pagare 300.000€ con 75 assegni da 4.000€ ciascuno?

    Non esiste nessun limite massimo per l'emissione dell'assegno.

    Il fatto è che il responsabile della banca deve mettere in atto una serie di disposizioni affinchè quell'assegno venga emesso e se sbaglia sono cavoli suoi.

    Per evitare queste rogne ti fa difficoltà.
     
  17. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    :domanda::domanda::domanda::domanda::domanda::domanda::domanda:
     
  18. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
  19. Mimi

    Mimi Membro Attivo

    Privato Cittadino
    :) come sono nello specifico le disposizioni legislative esattamente non le so, di certo posso dire che:

    Non esiste il fatto che il responsabile della banca non abbia la posibilità di emettere un assegno circolare superiore a 50.000€. Qualunque banca piccola o grande che sia su mia richiesta deve emettere un circolare di qualsiasi somma, il fatto è che l'impiegato della banca deve osservare le disposizioni di legge che oggi sono ancora più severe, e se dovesse sbagliare ne paga lui le conseguenze, caso contrario, altrimenti come si farebbe a rogitare dovendo pagare una casa del valore di 300.000€?

    I meccanismi sono cambiati, il responsabile della banca "l'impiegato" per 50.000€ ed oltre deve mettere in essere una procedura, tutto quello che doveva fare prima per somme superiori a 12.500€ adesso lo deve fare per somme superiore a 5.000€

    Per la questione di richiedere denaro contante superiore a 2400 oppure 2500€ non ricordo esattamente il tetto, non sono riuscito, nonostante le mie conoscenze a farmi spiegare il motivo.

    Una cosa è certamente sicura, e si può mettere in atto a verificare quello che sto dicendo:

    Chi ha un conto in una Banca qualsiasi oppure il Banco Posta, provasse a richiedere allo sportello una liquidità di 3.000€ da prelevare sul conto la riposta più ad hoc è la seguente: Per il momento siamo senza liquidità, dovrebbe prenotarla per domani o dopo domani.

    Una banca che non ha 3.000€ ?

    Però in quello stesso momento, si presentano uno dietro l'altro 10 persone a richiedere 1.500€ per un totale di 15.000€ tutte e 10 le persone vanno via con i loro soldi.

    Ma come 1 minuto prima avevano detto che erano senza liquidità?

    Io stesso ho avuto la necesità di avere una disponibilità liquida di 7.000€, e l'impiegato mi ha consigliato questo stratagemma:

    Ho contattato 3 miei amici con il conto in quella banca, ognuno ha preso una somma che mi è stata consegnata, io ho dato loro un mio assegno che hanno depositato sul loro conto nei giorni successivi.
     
  20. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Mimi non c'è nessuno controllo, la banca sopra certe cifre è obbligata a segnalare la movimentazione del conto corrente che potrà essere a disposizione della guardia di finanza in caso di controlli al correntista.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina