1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ANTONIO770

    ANTONIO770 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve sto per vendere casa e non posseggo la certificazione degli impianti elettrici gas e termico sanitari in quanto il vecchio proprietario non me li aveva lasciati, probabilmente perchè non gli aveva. Sò che la certificazione non è obbligatoria ma in fase di rogito il venditore deve dichiarare che siano a norma oppure no. Mi hanno detto che se non dichiaro che non sono a norma l'acquirente potrebbe fare storie e quindi non sò che fare se prendermi la responsabilità di dichiarare che sono a norma. Avete dei consigli o chiarirmi meglio questo argomento?
    p.s. il mio impianto elettrico cmq è nuovo e dotato di salvavita e per il gas è presente il bocchettone per l'aria in cucina, quindi credo che sia tutto ok
    grazie
     
  2. sereno67

    sereno67 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Dichiarazione di conformità

    Buon giorno

    La dichiarazione di conformità, degli inmiati deve essere fatta secondo quanto previsto dal DM n° 37 del 22/01/2008. Detta dichiarazioine, la qualde deve essere fatta per tutti gli impianti citati nel decreto, deve essere redata e firmata da un professionista o da una impresa installatrice la quale e' inscritta presso l'associazione artigiani o altro. Per redare la dichiarazione di conformità, la ditta deve presentare allegato il certificato di iscrizione alla camera di commercio con identificate le competenze secondo DM 37/2008 (attenzione non e' valida la dichiarazione di conformità se non sono state adeguate le competenze). Chi non possiede detto addeguamento non puo' redare dichiarazione di conformità vigente. Il documento ha valore di atto pubblico, quindi all'atto del rogito va allegato al rogito. Lo stesso documento deve essere consegnato al certificatore energetico per la redazione del certificato energetico. (Il quale e' un altro Atto Pubblico). La correttezza e la regolaritaà di tutti questi certificati sono parte integrante della valutazione dell'immobile. La registrazione dei questi documenti non conformi alla reale costruzione "Decreto 26 giugno 2009" invalida il rogito. Attenzione....
     
  3. ANTONIO770

    ANTONIO770 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta, ma sò per certo che non è più obbligatoria la certificazione degli impianti
    a differenza di quella energetica che invece è obbligatoria. Il notaio mi ha detto che in fase di rogito devo dichiarare io o no che l'impianti sono a norma...
     
  4. osammot

    osammot Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    non è obbligatorio allegare certificazioni all'atto notarile, è obbligatorio rendere dichiarazione sulla conformità degli impianti e sull'A.C.E., che dev'essere consegnato in originale alla parte acquirente.
     
  5. tharapyo

    tharapyo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Se devi andare al rogito e non hai la certificazione degli impianti perché non esistente devi semplicemente dichiarare che non puoi garantire la conformità degli impianti stessi. L'eventuale adeguamento sarà a carico dell'acquirente, che sta acquistando con la formula del "visto e piaciuto", quindi non può proprio fare "storie", avrebbe potuto farlo in sede di trattativa per l'acquisto, facendo magari un'offerta più bassa proprio in considerazione del fatto di dover mettere mano agli impianti.
     
  6. ANTONIO770

    ANTONIO770 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    si anche perchè nel compromesso c'è scritto che devo fornire la dichiarazione energetica(che sto facendo) e non quella degli impianti. Mentre nella proposta d'acquisto c'è scritto che per gli impianti tecnologici per eventuali adeguamenti a norma di legge ne risponde la parte acquirente.Quindi non so perchè il suo notaio mi rompe su questa storia..
     
  7. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Credo siano opportune alcune precisazioni, visto che sono stati usati termini non proprio corretti.

    1) La certificazione energetica deve obbligatoriamente essere fornita al momento del rogito. :ok:
    2) La certificazione degli impianti deve obbligatoriamente essere rilasciata dagli impiantisti a partire da 1990, ma non è obbligatorio allegare all'atto la certificazione di conformità. In quel caso il venditore deve dichiarare di non esserne in possesso.
    3) Il venditore non può dichiarare che gli impianti sono (o non sono) a norma (non è qualificato per legge): può solo dire se mette a disposizione le certificazioni o no.
    4) Gli impianti possono rispettare la norma, ma non essere certificati. (si è persa la certificazione...)
    5) Si può richiedere ad un impiantista qualificato, la Dichiarazione di Conformità (DIRE): è una certificazione a posteriori, che può essere redatta a pagamento a patto che l'impianto risponda "oggi" alla normativa corrente.

    In fondo di solito il rispetto delle normative impiantistiche non comporta significativi rifacimenti: se l'artigiano è onesto ottenere la DiRe non comporta grossi interventi e costi. Quindi valuta se ti costa meno far certificare o concedere un piccolo sconto al compratore.
     
    A massimoca e gcaval piace questo messaggio.
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    direi più un certfiicato di rispondenza, per il resto quoto in toto assolutamente
     
  9. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Si, hai ragione: mi è scappata la svista. Ho messo la sigla e pensato alla rispondenza, ma non mi sono accorto che ho scritto conformità. Sarà l'età?..... ;)
    Il bello è che l'intenzione era di correggere i termini altrui .... (tipo confusione fra essere a norma ed essere certificati...).

    Chi di spada ferisce di spada perisce....
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  10. ANTONIO770

    ANTONIO770 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Si può mettere come dichiarazione che gli impianti sono a norma ma che non si possiede la certificazione?
    ho parlato con l'acquirente e mi ha detto che non importa se non c'è la certificazione...
     
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Ripeto: solo i tecnici abilitati possono dichiarare se è a norma o no.
    Tu puoi solo dire che non sei in possesso della certificazione, e che il compratore è informato.
     
  12. ANTONIO770

    ANTONIO770 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ok però sul mio compromesso di acquisto fatto davanti il notaio il venditore ha dichiarato che
    garantisce il buon funzionamento degli impianti e del loro uso ma che non possiede alcuna certificazione
     
  13. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare

    Dichiarazione , secondo me , errata ed autolesionista... faccio un esempio banale : così dicendo, per assurdo, se quando entri in casa trovi un rubinetto rotto, potresti richiedergli i danni per dichiarazione mendace perchè l'impianto non è funzionante . La semplice dichiarazione che gli impianti sono privi di certificazione credo sia più che sufficiiente, a volte nel cercare di risolvere ci si contorce inutilmente fino a farsi male. Quoto in toto Bastimento Fabrizio
     
    A studio gottardi piace questo elemento.
  14. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Dato che tu sei il venditore, credo hai capito adesso che sul rogito dovrai eliminare quella dichiarazione, che in buona fede potevi dire a voce, ma non può essere un impegno formale.

    Farai nuovamente presente verbalmente all'acquirente che non disponi della certificazione, ma per quel che ti risulta gli impianti sono stati tenuti "in ordine" : se gli va bene così bene, se no se vuoi stare tranquillo farai fare la dichiarazione di rispondenza. E ne terrai conto sul prezzo di vendita che vuoi realizzare.
     
  15. ANTONIO770

    ANTONIO770 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ok grazie, ma chi devo chiamare per la dichiarazione di rispondenza? idraulico ed elettricista?
     
  16. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Idraulico per gli impianti idrotermici e elettricista per elettrico, un tecnico abilitato per l'A.C.E. ( certificazione energetica )
     
  17. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
  18. abellocorporation

    abellocorporation Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Fabrizio, quanto spende mediamente il proprietario dalle tue parti per farsi rilasciare i suddetti certificati obbligatori cioè idraulico, elettrico e ace prima di vendere o durante la vendita?
     
  19. Quindicidodici

    Quindicidodici Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Una domanda: nel mio caso sulla proposta è stato dichiarato dal venditore (tramite l'agente) che gli impianti erano a norma al momento del collaudo, ma sull'atto non viene dichiarato nulla in proposito: nè che siano a norma, nè che non lo siano, nè che il venditore non sa dirmi nulla in proposito. Il mio elettricista ha verificato dopo l'atto che l'impianto elettrico non era norma, adesso vorrei chiedere al mio venditore di venirci incontro per compensare almeno una parte delle spese d adeguamento che avrei altrimenti scalato dall'importo di acquisto...
     
  20. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Tramite l'agente non significa una cippa :D

    Anche nei rogiti le parti dichiarano e il "tramite" del notaio non ha alcuna responsabilità su ciò che loro, sotto loro responsabilità, dichiarano. (e ci mancherebbe)

    L'agente ha responsabilità se afferma LUI che tutto è in regola. (se lo fa senza averne certezza, è un pirla)

    Sull'atto di norma i notai specificano certe cose, e lo stato impianti, se l'agente ha agito bene, ve lo ha fatto "accettare" come stato di fatto conosciuto ed accettato con una frase tipo "valutato anche lo stato dell'immobile e degli impianti e tenutone conto nella formulazione dell'offerta...".

    Se non lo ha fatto è stato pirla.
    La prossima volta lo fa e così a nessuno viene in mente di cambiare le carte in tavola.
    :)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina