1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Premetto che sto gestendo una doppia compravendita, ossia la vendita del mio appartamento di cui ho già firmato compromesso e acquisto nuova abitazione, di quest'ultima abbiamo già' firmato compromesso.
    Nella vendita della mia attuale abitazione ho ottenuto con molta fatica, di potere liberare l'appartamento dopo una settimana dal rogito, fatto scrivere sul preliminare, e fino qui tutto bene, dall'altra parte il venditore della mia nuova abitazione mi comunica verbalmente che avrebbe bisogno di almeno quindici giorni per liberare l'immobile dalla data del rogito.
    Nel preliminare firmato sull'acquisto della nuova casa fatto dal notaio, non è stata fatta menzione di questa sua richiesta infatti,vi è scritto: " La proprietà' dei beni oggetto passera' nella parte promissaria acquirente, in virtu' della conclusione del contratto definitivo di compravendita"

    Io in prima battuta avevo detto di si ma ora ci sto ripensando, per una serie di ragioni, e tra queste anche il fatto di pagare un doppio trasloco, perche' devo portare la mia roba in un magazzino e poi fare il trasloco nella nuova proprietà, e un costo in piu' di circa 2000 euro, in più lascerei in casa mia persone che non sono più proprietarie.
    Aggiungo pure che la parte venditrice si dimostra arrogante, io avevo concesso una settimana ma loro vogliono 15 giorni.
    Che cosa potrei fare?
    Non voglio litigare per questa cosa, dopo tutto sino in questa fase i rapporti si sono dimostrati cordiali, ma questa cosa mi fa andare in bestia, perché' devo pagare io un doppio trasloco e non loro a questo punto???
     
  2. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Prova a trattare bonariamente ma se su compromessi/preliminari ti sei già impegnato in un certo modo....la vedo dura...
     
  3. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Mi sono impegnato verbalmente, ma sul preliminare non è scritto..
     
  4. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A mio avviso comprando una casa occupata, sia pure dal precedente proprietario, ti esponi ad un grandissimo rischio: pensa infatti se il giorno prima del rogito, quando la casa è legalmente ancora loro, facessero trasferire nella casa la residenza di una persona socialmente debole (disabile, anziano ecc)! :confuso:
    Probabilmente non succederà, ma di solito nelle compravendite immobiliari si vuole avere la sicurezza del 100% .. il mio consiglio in questi casi è di spostare il rogito di 15 giorni, ma do stipulare quando la casa è "totalmente libera da persone e cose". Vista la situazione ti suggerirei di andare la mattina prima del rogito a controllare che non ci sia nessuno. :fico:
    Tutto ciò, ovviamente, nell'ipotesi che tu voglia aiutarli (e che loro se lo meritino); come giustamente dici tu non hanno alcuno diritto di pretendere, ma possono solo chiedere (per spezzare una lancia a loro favore considera però che a volte quella che sembra arroganza è solo preoccupazione!) :ok:
     
  5. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Spiega che proprio non puoi proprio perché avendo avuto la concessione di una settimana per la vendita della tua anche volendo non ti é possibile a meno che non si sobbarchino il doppio trasloco. Io non sono dell'idea di concedere il possesso dopo il rogito quei 15 giorni potrebbero diventare 20 ... Che problemi hanno?
     
  6. andrea b

    andrea b Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Gli proponi di spostare il rogito di 15 20 giorni e pagarti trasloco. O meglio gli fai scontare dal prezzo pattuito una cifra forfettaria che ti copra tutte le spese.
     
  7. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    La data del rogito si avvicina e i problemi anche.
    I venditori nonostante il mio diniego più volte manifestato insistono nel volere liberare la casa dopo qualche giorno (è il qualche che mi spaventa)
    Sulla proposta vi è scritto chiaramente,tra l'altro scritto anche di pugno da parte del venditore stesso che l'immobile sarà consegnato alla data del rogito libero da cose e persone .
    Per mia ulteriore tutela ho fatto fare pure un preliminare trascritto e registrato dal notaio e sullo stesso vi è scritto "la parte promittente venditrice garantisce per il momento del contratto definitivo la proprietà' dei beni in contratto e la libertà degli stessi da locazioni ed affittanze ed OGNI ONERE", vincoli diritti di prelazione a favore di terzi,, la proprietà' dei beni in oggetto passera' nella parte promissaria acquirente in virtù' della conclusione del contratto definitivo di compravendita.
    Credo di non arrogarmi nessun diritto nel dire che se la casa non sarà liberata il giorno del rogito a questo punto possono essere considerati inadempienti con tutti gli annessi e connessi del caso?
     
  8. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Assolutamente! :ok:
    Ti consiglierei di fargli scrivere dal Notaio (su carta intestata) per la convocazione al rogito. Nell'occasione gli ricorderà che la casa deve essere venduta libera da persone e cose, altrimenti scatta l'inadempienza, con tutto quel che ne segue! :confuso:
     
    A Swingo piace questo elemento.
  9. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie mille Maurizio
     
  10. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ringraziando di cuore a tutti quelli che vorranno aiutarmi, premetto che la situazione sta diventando esplosiva, come ha suggerito giustamente Maurizio
    I venditori dietro mia ulteriore richiesta di lasciare la casa libera al rogito, a data del rogito gia pianificata e da loro accettata, (verbalmente e comunicata al Notaio), comunicatami a mia volta per iscritto, dal Notaio stesso e a loro per conoscenza, oggi comunicano al Notaio che non intendono dare corso a quella data, ma vogliano ritardare il tutto di circa 5 giorni (cosa fatta deliberatamente per mettermi in seria difficoltà, sapendo il mio obbligo di liberare la mia attuale dimora prima di quella data).
    Ritengo che sia stata fatta una doppia scorrettezza, da parte del venditore che prima accetta e poi cambia e dal Notaio che ha acconsentito che cio' avvenisse, sapendo la mia attuale situazione.
    Cosa posso fare?
    Qualsiasi consiglio è veramente bene accetto.
     
  11. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Accedi ad un mutuo?
     
  12. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Si Rosa e ho chiesto l'erogazione contestuale alla stipula, quasi quasi domani chiedo agli organi deliberativi, di cambiarla in differita cosi i venditori per almeno 13 giorni ( non prima del consolidamento dell'ipoteca) non potranno avere la somma immediatamente disponibile, ma solo un ordine irrevocabile di pagamento.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  13. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Dai colpa alla banca che non può cambiare la data quindi confermi quanto stabilito nel preliminare. Gli mandi un bel telegramma.
     
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    E di al notaio che non è lui che paga la casa di rispettare il contratto. Ogni comunicazione la devono dare a te non al notaio.
     
  15. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Se guerra vogliono guerra sia, mi sposti la data del rogito, benissimo, allora i soldi li vedi tra 13 giorni, ho previsto che ci potevano essere delle criticità in questa trattativa, per questo ho fatto fare un preliminare trascritto e registrato con la clausola che l'erogazione potrebbe non essere contestuale alla stipula (accettata dai venditori).
    Non vorrei arrivare a tanto però la situazione sta diventando incandescente, che si fa in questi casi, mai capitato a voi???
     
  16. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Capita capita eccome. Si cerca di risolverli con il buonsenso.
     
  17. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ma se io ti do un assegno circolare, cribbio, avrò' il diritto di entrare a casa mia oppure no?
    Che cosa succede allora se a me non sta bene la loro data e non si raggiunge un accordo?
    E poi chi paga il Notaio? Io oppure loro?
    Di chi e' prerogativa scegliere la data mia che pago profumatamente il Notaio,ppure loro?
    5 giorni di spostamento a me comportano dei problemi inimmaginabili, non posso più chiedere ferie, la Banca ha già preparato la semi bozza dell'atto, devo pagarmi un doppio trasloco, e poi ho dentro casa delle persone (che se mi hanno fatto questo potrebbero farmi ben altro) del tipo trasferiscono la residenza di un loro lontano parente un giorno prima del rogito, anziano e disabile e poi chi li manda più fuori questi, ma poi io pago e voglio quello che compro.
    Il buono senso ce da parte mia ma qui si va ben oltre....
     
    Ultima modifica: 1 Ottobre 2015
  18. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ascolta c'è una data da rispettare non si può andare oltre chiaro? Era stata fissata la data dal notaio? Non puoi chiamare e spostarla a piacimento. C'È un contratto da rispettare.
     
  19. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Sul contratto ce' scritto che il Rogito doveva essere fatto entro il 10 di dicembre e a me stava benissimo, però la parte venditrice dietro ripetutissime pressioni, ha voluto anticipare di quasi un mese il tutto, allora io a mia volta ho fatto pressioni alla parte acquirente del mio appartamento affinché egli anticipasse il tutto di un mese, (io pero' devo liberare la casa ad una settimana da rogito della vendita del mio), la parte acquirente alla fine ha accettato di anticipare il tutto e mi ha comunicato una data, che alla fine ho comunicato alla parte venditrice (in prima battuta stava bene), pero' quando ho ribadito la mia intenzione di entrare nell'appartamento a conclusione della stipula allora sono nate le ripicche e lo spostamento repentino della data, con la consapevolezza e la male fede, perché' di questo si tratta, di mettermi in serissima difficoltà sapendo che in questo caso si va oltre alla settimana concessami.
    Questa è tutta la storia che per me sta diventando un incubo.
    Nei prossimi giorni vado a parlare con il Notaio, per chiedere consiglio, ma cosa potrebbe fare lui???
     
  20. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Lui mom può fare nulla. Il tuo venditore deve capire che é lui che ha creato il problema. Gli altri hanno fatto i salti mortali per adeguarsi a lui e ora deve accettare.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina