1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Diegoman81

    Diegoman81 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buonasera a tutti,
    nel 2003 mio padre sfrutto' il condono 2003 per cambiare destinazione d'uso ad un C/6 in abitazione ed effettuare tramezzature interno con realizzazione del wc.
    L'immobile fu accatastato risultante A/7 e sono state pagate le oblazioni richieste. Insomma furono fatte tutte le pratiche richieste al fine di ottenere la concessione in sanatoria.
    Dopo circa 60 giorni il Comune di Fiumicino (RM) diede diniego per il paesaggistico anche se esternamente non furono apportate variazioni
    Sapete qualcosa circa la possibilità di ottenere la concessione in sanatoria ?
     
  2. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Se non c'erano modifiche esterne il parere paesaggistico non necessitava.
     
  3. Laura Mencarini

    Laura Mencarini Membro Junior

    Altro Professionista
    Sono d'accordo, credo che tu debba andare in comune, all'ufficio condono edilizio a ridiscutere la cosa
     
  4. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Tanta buona fortuna con Fiumicino:rabbia:. Stai pronto che si attaccheranno a ogni singolo centesimo che ti possano chiedere.
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ma tutte le oblazioni che hai pagato te le hanno stornate
     
  6. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    nelle zone soggette a vincolo paesaggistico sarebbero ammessi a sanatoria solo gli abusi minori, rientranti tra gli interventi qualificabili di manutenzione straordinaria o di restauro conservativo.

    Diciamo che la tendenza è quella di sanare solo gli abusi di tipologia minore e da qui capire e discutere su quale sono gli stessi .

    Immagino che insieme alla domanda di condono sia state inoltrate da parte del tecnico il parere sui vincoli che a volte dipendono dalla Regione (in questo caso Regione Lazio) o comunque dal Comune con sub delega.

    ne sei certo?

    Sappi che , cambio d'uso a parte, ogni qualvolta si va a modificare l'aspetto esteriore della costruzione , difficilmente può essere interpretata come abuso minore, mi resta difficile immaginare un locale C/6 rimessa trasformato in abitazione senza prevedere nuove aperture (finestre) oltre la saracinesca (portoncino d'entrata)

    Ti dico che l'aspetto è complesso ma lo puoi andare a discutere in Comune (mandaci un tecnico competente ) parlo per esperienza diretta per un immobile sito in altro Comune sempre a Roma dove i vincoli erano addirittura tre.
     
    A Diegoman81 piace questo elemento.
  7. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Concordo quanto suggerito da ingelman.
     
  8. Diegoman81

    Diegoman81 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Il fatto e' proprio questo. Il comune di Fiumicino non ha tutti i soldi che dovrebbe restituire ai residenti che hanno usufruito del condono e di conseguenza la cosa e' rimasta così nel limbo. Infatti tutti noi non abbiamo ricevuto lo storno dei soldi pagati e il comune non ha quindi potuto agire di conseguenza.[DOUBLEPOST=1391617255,1391617104][/DOUBLEPOST]Ma il condono in oggetto non prevedeva anche questo tipo di intervento ? Perche il comune non rilascia la concessione edilizia in sanatoria ?
     
  9. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Perchè non potrà mai rilasciarla se prima non ottieni il parere favorevole sui vincoli
    (oltre pagare l'eventuale ulteriore onere pecuniario successivo riferito all'impatto ambientale)
     
  10. Valeria Morselli

    Valeria Morselli Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Anche Roma in questo senso non scherza! :triste:
     
    A Sim e ingelman piace questo messaggio.
  11. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Occorre puntualizzare che il d.l 269/03 al comma 27, citava esplicitamente le opere che erano non suscettibili di santoria, poi convertito in l.326/03, i tecnici privati dovevano avvertire i propri clienti di tale divieto.
     
    A ingelman piace questo elemento.
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    e il tacito assenso?
     
  13. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Non si può considerare il tacito assenso su una richiesta che non andava fatta per mancanza di requisiti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina