1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. MELISSA75

    MELISSA75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Riprendo una vecchia discussione:

    la legge 431/98, art. 2, comma 3 prevede un contratto di locazione uso abitativo della durata di 3 + 2 anni. In caso di mancata disdetta la prima proroga dopo i 3 anni sono dunque 2 anni. E dopo? Sono sempre 3 + 2 anni come sembrerebbe di capire dal testo di legge e come viene interpretato dall'agenzia delle entrate di bolzano? Invece un mio amico legale sostiene che la durata è da interpretare come segue: dopo i primi 3 anni sono sempre + 2 + 2 + 2 anni ecc. di proroga.

    Voi che ne dite?

    Avete novita?

    grazie buon lavoro a tutti
     
    A Limpida piace questo elemento.
  2. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    La questione è controversa. Secondo un orientamento giurisprudenziale, "il rinnovo successivo alla scadenza del periodo di proroga, ha durata triennale, prorogabile di ulteriori due anni, in mancanza di disdetta motivata del locatore" (Tribunale Bologna, 07/09/2009, n°3151). Secondo un altro orientamento giurisprudenziale invece "dopo cinque anni [...] si avrà un ulteriore rinnovo per la durata di tre anni. Poiché, infatti, il rinnovo deve attuarsi "alle medesime condizioni" non può prescindersi, anche, in considerazione del carattere eccezionale dell'istituto della proroga legale, della durata convenuta dai contraenti e, cioè, quelle triennale" (Tribunale Genova. 04/12/2009). A giudizio di chi scrive, è maggiormente aderente alla ratio dell'art. 2, comma 2, legge 431/1998, la tesi secondo cui il contratto agevolato ha una durata di 3 anni + 2, al termine dei quali - ove non intervenga disdetta - si rinnova di 3 anni in 3 anni, nel senso che l'ulteriore proroga di 2 anni vale solo per la prima durata contrattuale (primo triennio).
     
  3. frarinaldo

    frarinaldo Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Anche l'Agenzia delle Entrate di Sanremo considera il rinnovo sempre di 3+2.
    Dal punto di vista fiscale mi sembra che non vi siano molti dubbi al contrario di quello giuridico.
    Frarinaldo.
     
  4. donatella 75

    donatella 75 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
  5. MELISSA75

    MELISSA75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Riporto la risposta mail dell'Agenzia delle Entrate(contactcenter):risata::
    Testo risposta:gentile contribuente, in merito al suo quesito la informiamo che in base alla legge 431/98 art.2 comma 5 ultimo capoverso il rinnovo tacito successivo al primo deve avvenire alle stesse condizioni e nei medesimi termini di scadenza dell'originaria proroga ovvero per altri 2 anni. cordiali saluti
    (sono loro che urlano..non io!)
    Buon lavoro a tutti
     
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    quindi 3+2+2+2+2+2......
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina