1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ika1975

    ika1975 Membro Junior

    Privato Cittadino
    ciao spero mi possiate aiutare perchè ho poco tempo per decidere.
    il mese prossimo ci sarà all'asta la nuda proprietà della casa dei miei sogni ma come è logico ci sono degli inconvenienti.
    sulla casa grava un usufrutto di una signora di 84 anni (che abita da un'altra parte) e nella casa ci abita il figlio con la famiglia il quale ha dichiarato di abitarci a titolo gratuito.
    Ho sentito due avvocati ed il notaio che mi hanno detto che praticamente finchè non muore l’usufruttuaria io non posso fare niente e oltretutto i familiari possono stare dentro fino a 5 anni dopo la morte se hanno regolare contratto di affitto.
    Ma allora dico… ok che non posso fare niente fino alla morte dell’usufruttuario , ma dopo la morte di questo non ho diritto io proprietario di andare ad abitarci???
    In quale caso il proprietario può occupare subito la casa??? quali sono i diritti del proprietario???

    Se la Legge è dalla parte dell’esecutato in questo caso, io rischio di comprare aria fritta.

    Che mi consigliate?
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Il primo diritto che compete all’usufruttuario è sicuramente quello del possesso della cosa, acquisendo una relazione immediata con la cosa stessa per servirsene, amministrarla e farne propri i frutti, senza che sia necessaria la collaborazione del nudo proprietario o di altri soggetti . All’usufruttuario spettano, inoltre, tutti i frutti, tanto naturali quanto civili, che la res produrrà fino all’estinzione dell’usufrutto.
    Tra le facoltà concesse all’usufruttuario, peraltro, meritano di essere menzionate quella di locare il bene, di concedere ipoteca su di esso (ma non anche di costituire servitù a carico del fondo), nonché di cedere il proprio diritto per un tempo determinato o perfino sine die (sempre fermo restando il limite della vita dell’originario usufruttuario, essendo vietata la disposizione dell’usufrutto “mortis causa”). Fabrizio
     
  3. ika1975

    ika1975 Membro Junior

    Privato Cittadino
    ma se l'usufruttuario ha tutti questi diritti... io proprietario che diritti ho sull'immobile???
     
  4. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    se nell'atto di creazione dell'usufrutto non è prevista la prelazione, entrambi possono disporre liberamente del proprio diritto, quindi cederlo, darlo in garanzia, sottoscrivere locazioni/comodati (solo l'usufruttuario), eccecc.

    Aggiunto dopo 7 minuti...

    - beh.....intanto la nuda proprietà è senza rendita, quindi le tasse le paga l'usufruttuario.....
    - su eventuali spese straordinarie che vai a sostenere hai diritto a chiedere gli interessi su base annua;
    - hai diritto di vendere la nuda proprietà e comunque hai un'immobile acquistato ad una cifra ridotta rispetto al normale valore di mercato...
    non è poco.........;)
     
  5. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    No non acquisti aria fritta, stai acquistando la nuda proprietà dell'immobile e basta, in quanto nuda proprietaria , dovrai stare lì ed attendere l'estinzione del diritto di usufrutto che avverrà solo " mortis causa " dell'usufruttuario, fino a quel momento non potrai vantare altri diritti in quanto la disponibilità materiale dell'immobile ed i suoi frutti sono in capo all'usufruttuario. Faccio un esempio, se si dovesse liberare l'immobile questo non sarebbe nella tua disponibilità e per poterlo accupare dovresti sottoscrivere un contratto con l'usufruttuario il quale potrebbe tranquillamente farti un contratto di fitto che avrebbe validità fino all'estinzone del diritto di usufrutto.
    No ... per le motivazioni su esposte non potrai fare niente.
    Certo all'estinzione del diritto di usufrutto, tu entri in pieno diritto di proprietà, resta da vedere però chi era dentro a che titolo ci stava, se aveva un regolare contratto di fitto , questo seguirà il suo corso normale .
    non è un discorso di legge che è dalla parte dell'esecutato, è un discorso di diritto di usufrutto , le figure sono due
    Il nudo proprietario , nudo perchè non ha nessun diritto di godimento sull'immobile
    L'usufruttuario che invece ha tutto il diritto di godimento dei frutti dell'immobile, può quindi decidere come ricavarne i frutti o meno, quindi fittarlo e riscuotere il pigione. Logicamente l'usufruttuario gode dei frutti derivanti dall'immobile ma si assume anche l'onere delle spese. Fabrizio
     
    A Limpida piace questo elemento.
  6. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    IKA1975 hai aperto due discussioni per lo stesso problema , in futuro per evitare che le risposte siano frammentarie o inesatte apri una sola discussione spiegando il problema altrimenti non metterai nella condizione chi interviene di essere esaustivo.
     
    A progettoenergia piace questo elemento.
  7. ika1975

    ika1975 Membro Junior

    Privato Cittadino
    scusate... non mi ero accorta di averne aperte due... I'm sorry :triste:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina