1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Si può fare un contratto di locazione ad uso transitorio se nel comune dove è l'immobile non ci sono gli accordi territoriali che dettano i parametri del canone?
    grazie a tutti !!!
     
  2. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Da qualche parte ricordo di aver letto che in quel caso si possono adottare i criteri stabiliti nel comune limitrofo considerato omogeneo.....

    Cosa e come questo vada attuato non saprei dire: però mi pare che il contratto transitorio sia comunque fattibile, adottando il testo base ministeriale allegato alla legge che lo istituisce.
     
  3. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    grazie volevo una conferma mi ricordavo anch'io così
     
  4. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    De nada. ... poichè volevi una conferma, cominciavo a preoccuparmi di aver dato una risposta affrettata....:confuso:

    Ma vai tranquilla: ho visto che ti stai interessando alle registrazioni on line: e proprio dall'applicazione Contratti di locazione della AdE che ho provato a verificare, trovi la base di un transitorio: le parti grigie sono bloccate, e corrispondono ai termini di legge.
     
  5. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Si lo stavo guardando è fatto malissimo, implica che sia il locatore a dettare la transitorietà ma sono quei punti modificabili ... è molto elastico il testo prendo a modello quelli che ho sempre usato per il mio comune e copio-incollo:) Quello dell'AdE proprio non mi piace !!!
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Ho recentemente chiacchierato con un amico circa i contratti transitori: e mi è venuto il sospetto che in ultima istanza siano proprio legati ad una esigenza del locatore, che altrimenti non avrebbe stipulato il contratto.

    Il conduttore, se ha motivi per non impegnarsi a lungo termine, in pratica chiede la possibilità di disdetta anticipata, con o senza giustificazione. Ma se il motivo della transitorietà del conduttore decade, può sempre richiedere (o trasformare di fatto?) il passaggio ad un normale 4+4.

    A ben leggere sembra quindi che il contratto transitorio sia legato proprio alla volontà/esigenza del locatore: se viene meno o è una scusa, il conduttore può pretendere la trasformazione al 4+4.

    E' un terreno potenzialmente ricco di insidie: il che non toglie che ci siano moltissime situazioni dove l'interesse è reciproco e assolutamente pacifico.
     
    A Sim piace questo elemento.
  7. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Infatti sono molto ambigui, io non li consiglio mai faccio sempre un 4+4 con facoltà del conduttore di recedere prima con preavviso di 3 mesi invece di sei. Ora questa ditta mi chiede il transitorio ....
     
  8. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Se è il conduttore che chiede il transitorio non ci sono problemi: fai un bel 4+4 e gli concedi la disdetta anticipata per qualsiasi motivo (faglielo capire che per lui non cambia nulla).
    Se è il locatore, allora si deve per forza fare il transitorio. In questo caso il locatore dovrà motivare nel contratto l'esigenza di transitorietà.

    Per quanto riguarda il fatto di attenersi alle tabelle del comune limitrofo, è la prima volta che lo sento dire, e a naso non mi torna granchè.
     
    A pensoperme piace questo elemento.
  9. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Credo che non essendoci tabelle non ci siano particolarità nella scelta del canone.
     
  10. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Quindi sarebbe libero?
    Anch'io penserei così.
     
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Forse hai ragione, nel qual caso chiedo scusa: probabilmente è il caso dei canoni concordati. Essendo richiamati dallo stesso articolo , li confondo. Scusate.
     
    A enrikon piace questo elemento.
  12. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
  13. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
  14. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    @bastimento:fiore:
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  15. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Giusto per evitare amare sorprese…

    Secondo il DM 10 marzo 2006, art. 1, comma 2, nei comuni capoluogo di provincia e comuni confinanti con le aree metropolitane di Roma, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Torino, Bari, Palermo e Catania, nei quali non è stato sottoscritto un accordo, né sulla base del DM 5 marzo 1999, né sulla base del DM 30 dicembre 2002, il canone di locazione è vincolato, in quanto si prende come riferimento l’accordo sottoscritto sulla base del DM 30 dicembre 2002 nel comune demograficamente omogeneo di minor distanza, anche se situato in altra regione, applicando un’unica fascia di oscillazione dei canoni costituita dal valore minimo e dal valore massimo riscontrabili per l’insieme delle aree omogenee del comune di riferimento. Le parti possono concordare una variazione del canone fino al 20% per esigenze locali da indicarsi in contratto.

    Attenzione, però: negli altri comuni non compresi nella precedente classificazione, nei quali non sia mai stato sottoscritto alcun accordo territoriale, né sulla base del DM 5 marzo 1999, né sulla base del DM 30 dicembre 2002, il canone di locazione è libero.
     
    A enrikon, Sim e Bastimento piace questo elemento.
  16. LUCA67

    LUCA67 Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Il contratto transitorio ha durata da 1 a 18 mesi (non metterei la possibilita di proroga perche' potrebbe avere finalita' elusive). il canone e' libero se nel comune non ci sono accordi territoriali. le esigenze di transitorieta possono essere del locatore o del conduttore a scelta. entrambe devono essere inserite nel contratto e comprovate (esempio per il conduttore allego contratto di lavoro a tempo determinato nel comune dove ha richiesto l'affitto) quelle del locatore invece devono essere anche confermate tramite raccomandata prima della fine del contratto . esempio esigenza del locatore matrimonio figlio del locatore ed esigenza di andare ad abitare nell'immobile entro tot mesi
     
    A enrikon e catia piace questo messaggio.
  17. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Mi risulta che il transitorio sia a canone libero.
     
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non sembra corretto: vedi L431/98 art. 5 e coma 2 art. 4.
     
  19. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    A me risulta che i transitori, studenti e 3+2 siano tutti concordati
     
    A catia piace questo elemento.
  20. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Si, la legge sembra da intendersi così: che poi nella pratica vengano stilati contratti transitori a proprio uso e consumo, può anche essere, ma rimanderei alla precisazione di pennylove.
     
    A catia piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina