1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sylvestro

    sylvestro Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Le abitazioni usate invece calano dello 0,5%

    Istat, III trimestre 2014: prezzi delle case nuove a sorpresa in aumento
    M.C.
    08/01/2015
    [​IMG]

    Nel terzo trimestre 2014, sulla base delle stime preliminari, l'indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie è diminuito dello 0,5% rispetto al trimestre precedente e del 3,9% nei confronti dello stesso periodo del 2013.

    Il calo congiunturale dipende esclusivamente dalla diminuzione dei prezzi delle abitazioni esistenti (-0,7%); per le abitazioni nuove si registra invece un aumento dei prezzi rispetto al trimestre precedente (+0,7%), il primo dopo due anni.

    La flessione tendenziale dell'indice generale, la cui ampiezza si riduce da -4,9% del secondo trimestre a -3,9% del terzo, è la sintesi delle diminuzioni su base annua dei prezzi sia delle abitazioni esistenti (-4,8%) sia di quelle nuove (-1,3%).

    Torna quindi ad ampliarsi il differenziale in valore assoluto tra la variazione tendenziale dei prezzi delle abitazioni esistenti e quella dei prezzi delle abitazioni nuove (3,5 punti percentuali da 2,9 del trimestre precedente).

    La riduzione dell'ampiezza delle flessioni tendenziali dell'IPAB si verifica in presenza di segnali di ripresa dei volumi compravenduti (+4,1% è l'incremento registrato, su base annua, nel terzo trimestre del 2014 dall'Osservatorio del Mercato Immobiliare dell'Agenzia delle Entrate per il settore residenziale).

    In media, nei primi tre trimestri del 2014, i prezzi delle abitazioni diminuiscono del 4,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, sintesi di un calo del 2,4% dei prezzi delle abitazioni nuove e del 5,5% dei prezzi di quelle esistenti.
     
  2. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    sapete cos'è l'IPAB?
    già dalla prima parola dovrebbe essere tutto abbastanza chiaro e intuitivo, se poi approfondite come è costruito ...
     
  3. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Capiamo molto bene il chiaro acronimo MPAB (Medio Prezzo Abitazioni).
    L'IPAB (Indice Prezzi Abitazioni) no.
    Se ci puoi spiegare.
     
    A andrea boschini e ab.qualcosa piace questo messaggio.
  4. sylvestro

    sylvestro Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    E' finita la crisi del mercato immobiliare. Su le compravendite. Prezzi stabili nel 2016
    Lunedì, 12 gennaio 2015 - 15:57:00
    [​IMG]
    Quale sarà l'andamento del mercato immobiliare nel 2015? Sono in tanti a chiederselo dopo anni di ribassi di prezzi e di volumi. Il 2014 ha visto, per la prima volta da tempo, un aumento delle transazioni per un totale di circa 420 mila e prezzi ancora in discesa. Un quadro che sembra preannunciare una lenta fine della crisi.

    Secondo le previsioni Tecnocasa, l'anno appena iniziato sarà caratterizzato da un trend simile: infatti la diminuita disponibilità di spesa dei potenziali acquirenti e l'offerta sul mercato ancora cospicua fanno ritenere che i prezzi chiuderanno tra -3 e -1%. Le compravendite, invece, aumenteranno ulteriormente per chiudere tra 430 e 440 mila. Le grandi città, che hanno già avviato un'interessante inversione di trend sugli scambi, continueranno in questa direzione ma con valori ancora in discesa. Situazione simile potrà esserci anche nelle realtà più piccole come i capoluoghi di provincia e l'hinterland delle grandi città.

    [​IMG]

    La stabilità dei prezzi potrebbe raggiungersi nel 2016 e confermarsi anche per il 2017. Nel 2014 c'è stata anche una ripresa delle erogazioni dei mutui che ha favorito in parte l'avvicinamento all'acquisto della casa. Non dimentichiamo però che quello delle banche resta comunque un atteggiamento prudente e attento e che per avere la svolta sul mercato sarà necessario un ulteriore repricing. Repricing che interesserà prevalentemente le soluzioni usate ma che non risparmierà le nuove edificazioni per smaltire l'invenduto ancora presente. La qualità abitativa sarà sempre premiante, con una migliore tenuta delle abitazioni in buono stato e delle soluzioni di prestigio.

    [​IMG]
    Il segmento della prima casa sarà vivace, meno quello della casa uso investimento e della casa vacanza, che potrebbero avere una più ardua ripresa a causa di una fiscalità che agisce da deterrente. Ciò non toglie che la presenza sul mercato di immobili a prezzi competitivi possa indurre gli investitori a cogliere delle buone opportunità. Sul mercato delle locazioni la domanda sarà sostenuta ma i canoni non dovrebbero aumentare.

    L'andamento generale dell'economia e dell'occupazione, incidendo sulla fiducia dei potenziali acquirenti, contribuirà a definire un mercato che, ormai da alcuni mesi, ha voglia di ripartire e i cui sforzi sarebbe ora di incentivare attraverso il credito e una tassazione meno gravosa e anche più certa.
     
  5. Mil

    Mil Membro Senior

    Altro Professionista
    Ma la domanda è: quando finirà la propaganda di inizio anno cha va avanti oramai dal 2010 sulla presunta "inversione di tendenza" che puntualmente viene smentita dai fatti?
    Ma soprattutto quando si inizierà a pensare a come proporre qualcosa di realmente appetibile per prezzi e qualità in uno scenario come quello di oggi, dove oramai paventare il "rialzo delle quotazioni" e prevedere balzi inesistenti dei volumi di vendita non fa altro che mostrare ancora più chiaramente tutta la vulnerabilità e la difficoltà degli operatori? Trovo queste previsioni degli uffici studi assolutamente deleterie per l'intero comparto soprattutto perchè si basano su un miglioramento di condizioni esogene che non c'è e non potrà razionalmente esserci. Così si blocca qualunque spinta al miglioramento dall'interno convincendosi che il peggio è passato quando deve invece ancora arrivare e si allontanano ancor di più gli acquirenti, nel concreto disinteressati e insoddisfatti dell'offerta, sempre più con i piedi ben saldi a terra, ben consci delle prospettive difficili, ben consapevoli delle condizioni del mercato del credito, del lavoro, delle locazioni e dunque molto prudenti al di là delle più rosee e ottimistiche previsioni dei centri studi di questa o quell'insegna.
     
    Ultima modifica: 12 Gennaio 2015
    A La Capanna, gmp e Carlo Garbuio piace questo elemento.
  6. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Veramente nell'ultimo report che ha postato sylvestro l'unica cosa ottimistica, messa là probabilmente da un giornalista arguto, è il titolo.
     
  7. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    che copre solo una parte del mercato in parte del territorio ...

    :occhi_al_cielo:

    nella tabella non c'è TREVISO ... che faccio?
    devo essere triste o contento?

    cioè?
    :pollice_verso:
    :stretta_di_mano::stretta_di_mano::stretta_di_mano::stretta_di_mano: :fico::fico::fico::fico::fico:
    quando ci sarà maggiore trasparenza ... a partire dagli operatori
     
  8. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    infatti sarebbe carino che almeno i notai mettessero fuori i prezzi di rogito (modello francia) o meglio ancora lo faceste voi (modello anglosassone)...
     
  9. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    io lo faccio
    prezzi miei e prezzi di tutti gli altri immobili
    e posso farlo per ogni periodo e zona d'Italia
     
    A La Capanna e ingelman piace questo messaggio.
  10. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ricominciamo coi superpoteri :^^:

    Mi dici come funziona là che lo ignoro?
     
    A ingelman piace questo elemento.
  11. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    @ab.qualcosa : E' giusto a questo punto che citi l'esperienza che ebbi qualche anno fà quando una cliente spagnola mi chiese una stima, dell'immobile ubicato sull'Elba, che le sarebbe servito in sede notarile.
    Ebbene la mia valutazione era precisa, alla luce dell'esperienza conoscevo esattamente il prezzo dell'immobile in questione, ma comporre una relazione non sarebbe stato facile per me.:confuso:

    A questo punto pensai di chiedere aiuto a Carlo il quale mi chiese semplicemente di fornirgli la planimetria e certificati catastali, immagini dell'immobile ed una descrizione personale dell'insieme.

    Con tali elementi mi preparò una relazione professionale che presentai alla cliente con vero orgoglio era precisa, perfetta, un vero professionista:applauso:

    Ora capisco che a volte Carlo può sembrare "pesante", ma in realtà se usassimo anche la sua professionalità per arricchire il nostro lavoro non sarebbe male, non richiede grandi cose perché è un vero esperto, certo dovremmo accordarci circa la "parcella" .

    Offrire un servizio in più non sarebbe male dopotutto...qualcuno potrà dire di essere capace da solo, altri come me magari non sono in grado di mettere per iscritto una valutazione che dovrà servire per scopi importanti, Carlo è un prezioso aiuto:fiore:Anna
     
    A sarda81, Mil e ab.qualcosa piace questo elemento.
  12. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Pesante?
    Lungi da me.

    Reticente, questo sì però.

    E me ne dispiace perché e una cosa che io mi troverei ad incorporare benissimo nel mio modus operandi sin troppo legato al dato dimostrabile e troppo poco incline all'estemporaneità.
     
  13. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    E dov'è il problema? parlane con Carlo:)
     
  14. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Il ritardo tra andamento del settore e prezzi nell'immobiliare italiano è Endemico. La discesa dei prezzi è avvenuta a 24 mesi dalla riduzione del compravenduto. Ciò avviene sia in discesa che in salita.
    Non è il momento Di gioire, è il momento Di ragionare sull'energia e sulle capacità residue.
    Il tutto ovviamente all'avverarsi Della condizione generante...
     
  15. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    P.S. Qno è in grado Di spiegarmi che significa quell'aletta arancione in alto a sinistra Che alcuni hanno ed altri no?
    Non sarà frutto degli untori del forum spero...
     
  16. Mil

    Mil Membro Senior

    Altro Professionista
    e la riduzione del compravenduto è avvenuta quasi tre anni dopo l'inizio della crisi. Questo vuol dire che gli effetti devastanti devono ancora arrivare e che il calo dei prezzi ci sarà quando sarà troppo tardi e l'invenduto oramai impossibile da smaltire. Inizio a pensare che dietro alle finte previsioni di crescita e all'illusione di mutui etc. ci sia in realtà la deliberata volontà di far perdere ancora di più valore agli immobili a discapito di ignari proprietari.
     
    A La Capanna piace questo elemento.
  17. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    pensa la stessa cosa l'ho pensata riferita al coatto accanimento fiscale sugli immobili ... finalizzato magari ad invogliare la gente ad orientarsi su altro tipo di investimenti

    qui mi sembra un controsenso
    c'era la crisi e non c'erano i soldi e per tre anni la gente continuava a comprare per opera dello Spirito Santo?
    questa non l'ho capita
     
    A FRANCY80 piace questo elemento.
  18. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    non sò spiegarti ma incuriosisce anche me
    Ps Sky ... le alette che vedo io su alcuni e non tutti sono verdi
     
    A sarda81 piace questo elemento.
  19. Mil

    Mil Membro Senior

    Altro Professionista
    E' stato ed è tutto un controsenso. I soldi però ancora per un po' c'erano.La crisi affonda le radici nel 2006, i salari erano già in radicale abbassamento all'epoca e iniziava ad esistere il problema disoccupazione. Eppure ho seriamente incontrato persone, normali impiegati stipendiati direi miseramente convinte di fare un'affare "perchè hanno abbassato di 10k" su 370K, per immobili che oggi non rivendi a un terzo del valore. Tutto prevedibile con un normale buon senso, direi. Eppure non c'è stato.
    In ogni caso sì, c'è stata un'onda lunga di compravendite finchè gli acquirenti non si sono resi effettivamente conto della non corrispondenza delle quotazioni con la dura realtà e non si sono accorti che avevano seguito le "voci" della ripresa, dei rialzi etc. fino a raschiare il fondo del barile dei risparmi e indebitarsi fino al collo.Il resto lo ha fatto la stretta del credito e la difficoltà di far fronte a mutui palesemente improponibili per esosità (o forse la teoria gmp, non lo so.) Tieni anche conto che gran parte di chi ha comprato e compra non ha fatto ricorso al credito.
     
  20. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Anna, ti correggo ;)
    COLLABORA con Carlo :stretta_di_mano:
    ce n'è per tutti e da soli si fa poco.
    INSIEME abbiamo tantissime opportunità da sviluppare ... nell'interesse (anche economico, perchè no) di tutti
     
    A sarda81 e Rosa1968 piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina