1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il mercato immobiliare italiano testa debole anche nel terzo trimestre 2011. Lo dice il sondaggio congiunturale sulla compravendita di case pubblicato ieri da Banca d'Italia, effettuato intervistando 1.524 agenti immobiliari in tutta Italia.
    Il risultato è che nel terzo trimestre 2011 la quota di agenti che hanno segnalato una diminuzione dei prezzi è cresciuta al 51,2 per cento dal 46,8 della precedente indagine, ed è diminuita l'incidenza di coloro che hanno
    indicato un aumento delle quotazioni (da 1,3 a 0,9).
    La percentuale di agenzie che nei mesi estivi hanno venduto almeno un immobile si è ridotta al 65,5 dal precedente 69,3; flessione osservata su tutto il territorio nazionale.
    Per quanto riguarda l'andamento dei nuovi incarichi a vendere, il saldo tra le quote di agenzie che segnalano un aumento rispetto al secondo trimestre dell'anno e di quelle che ne riportano una diminuzione è aumentato a 15,1 punti percentuali (da 12,1), in connessione soprattutto con gli andamenti osservati nelle aree non urbane. Le ragioni per cui gli incarichi a vendere vengono sospesi sono varie, ma i due terzi degli intervistati hanno riportato che ciò avviene per l'assenza di proposte di acquisto a causa di prezzi percepiti come troppo elevati. Sono aumentate le quote di operatori che indicano anche proposte di acquisto a prezzi giudicati troppo bassi dal venditore (54,5 per cento dei casi contro il 52,0 rilevato in luglio), difficoltà nel reperimento del mutuo (55,3 per cento contro 51,9) e attese di prezzo più favorevoli (22,3 per cento contro 21,9).
    Nel terzo trimestre del 2011 il margine di sconto dei prezzi di vendita rispetto alle richieste iniziali si è lievemente ampliato, al 12,5 per cento (12,1 nella precedente indagine; Tavola 6); il rialzo si è concentrato nelle aree urbane (al 12,3 per cento, dall'11,3).
    La quota di acquisti di abitazioni effettuata con accensione di un mutuo ipotecario sarebbe scesa di oltre 5 punti percentuali rispetto alla scorsa indagine, al 67,1 per cento (da 72,6).
    La percentuale di agenti che riportano un peggioramento delle prospettive a breve del mercato nazionale è infine aumentata al 43,1 per cento (dal 34,8 della rilevazione precedente).

    Fonte : Banca d'Italia
     
    A Limpida e HEINRICH piace questo messaggio.
  2. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    per vendere casa è necessario uno sconto del 20% (grafico)

    rapporto banca d'italia tecnoborsa — idealista.it/news/

    Mercoledì, 2 novembre, 2011 - 08:52

    lo sconto c'è e si vede. è questo in sintesi il quadro tracciato dal rapporto sul mercato immobiliare della banca d'italia, tecnoborsa e agenzia del territorio. di fronte al calo delle compravendite, le difficoltà di accesso al mutuo e la crisi generale, ci vogliono 7 mesi di media per vendere casa. e senza uno sconto del 20% si fa davvero dura

    il rapporto trimestrale (sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni in italia) mette in luce che nel terzo trimestre del 2011 si à intensificata la debolezza del mercato immobiliare. i due segnali più forti sono la difficoltà di vendere e la flessione dei prezzi, con prospettive, per di più, negative

    il rapporto si basa sulle rilevazioni effettuate tra 1.524 agenti immobiliare sparsi su tutta la penisola. secondo i sondaggi effettuati solo il 2,9% dei proprietari riesce a vendere al prezzo richiesto in partenza, mentre la maggior parte di essi (37%) conclude con uno sconto compreso tra il 10 e il 20%
     
  3. immpittaro

    immpittaro Ospite

    Anche abassando il prezzo non si risolve granchè quando la domanda è poca ed incerta e l'offerta è troppa. Cmq manca soprattutto la domanda e tutto il resto una conseguenza. Infatti se ci fosse una domanda vera nascerebbero le trattative e le trattative calmierano di solito il mercato.
     
    A Sim piace questo elemento.
  4. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    l'offerta e' troppa perche' non si vende essendo i prezzi alti.
    cominciassero i prezzi a scendere di brutto, tutti, sopratutto dove non sono scesi e poi vedi se non riparte il mercato immobiliare.

    io ho visto in hinterland bello di milano case mediamente sui 130/140 mq che messo il prezzo di vetrina a 370k restavano la' ad ammuffire per mesi, anni, poi calando il prezzo a 320k in vetrina e si presuppone ancora un piccolissino sconto, sono letteralmente spariti..........................
     
    A Sim piace questo elemento.
  5. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Chi vende ha ancora la mente ferma a 3 anni fa, quindi è restio a scendere. Chi compra ovviamente si adegua ad oggi e non accetta i vecchi prezzi. Noi agenti apriamo la serranda, spolveriamo l'agenzia, chiudiamo la serranda e il giorno dopo uguale. Alla fine il cappio effettivamente lo abbiamo noi. Una cosa che proprio non sopporto? Quando in acquisizione nel far capire i veri valori immobiliari odierni mi sento dire "... eh, ma mio cugino/il mio vicino/mio fratello ha venduto a molto di più, anch'io voglio realizzare quella cifra (di 3 anni fa!!)" :disappunto:
     
    A maryber e perrixx piace questo messaggio.
  6. giacomoalberto

    giacomoalberto Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    purtroppo non e' cosi' automatico che abbassando il prezzo si venda sicuramente....io in listino ho case che anche a fronte di un forte ribasso non si vendono ugualmente...al contempo altre che senza un € di sconto si vendono in un tempo ragionevole.....una logica in questa situazione schizzofrenica .....a volte sembra che proprio non ci sia:disappunto:
     
    A metroquadrorovigo piace questo elemento.
  7. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Potrebbe dipendere dalla zona?
    Esempio: io ho l'agenzia in un quartiere che non ha visto scendere i prezzi di molto, anzi, stanno risalendo verso i valori del 2008. Fuori da questo quartiere, ho degli immobili paralizzati da mesi (anche dopo aver abbassato i prezzi)!! Quindi credo che tutto possa dipendere da quanto è più o meno appetibile un quartiere. Ovviamente sto parlando riferendomi ad un contesto come quello di Roma.
     
    A ccc1956 e skywalker piace questo messaggio.
  8. immpittaro

    immpittaro Ospite


    Ripeto che questa affermazione è semplicistica....la mancanza di domanda è il vero problema e non il prezzo, in quanto se una cosa mi serve a tutti i costi, al più combatto per averla, chiedo sconti etc ma non sto fermo senza propormi. Basta pensare che in economia , proprio nelle zone depresse ( Grecia ? ) puoi scendere fin che vuoi ma non si vende lo stesso.
     
    A Limpida, giacomoalberto, Greta Phlix e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  9. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    non il prezzo??? Ma per favore.
    Io abito a milano ed in certe zone i prezzi sono calati soprattutto nelle periferie e qualche semiperiferia, e li' gia' si vende di piu'.
    certamente la situazione comprare diventa difficile in semicentro ma giustamente cambia la qualita' della zona ed in certi semicentri se non hai la possibilita' economica di comprare, ti saluto..............
    uno deve comprare dove puo' permetterselo non dove gli piacerebbe.
     
    A skywalker piace questo elemento.
  10. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    possono interessanti questi due dati certi

    2.jpg a.jpg

    motivi e percentuali sul prezzo;)
     
  11. immpittaro

    immpittaro Ospite

    Forse non hai letto quello che ho scritto, ho forse vi fa comodo pensare che sia solo il prezzo , scaricando la stagnazione di un settore intero su di un solo attore ,il venditore, i quale molte volte non ha la possibilità nè l'interesse di abbassare visto che nell'80 % dei casi vendere casa non è una scelta obbligata. Per quello ci sono le aste e vanno molte volte deserte anche quelle. Ho fatto l'esempio dei paesi ad economia povera per far capire che i prezzi non sono l'unica variante per muovere il mercato , anzi. Posso fare però anche l'esempio degli Stati Uniti o Gran Bretagna dove a fronte di cali consistenti dei prezzi delle case, come d'uso in momenti di crisi immobiliare in quei paesi, la situazione delle compravendite non è affato migliorata.
    Poi se volete continuare a litigare con i proprietari per i prezzi, fate pure......aspetto che tocchi a voi voler vendere :sorrisone::^^:
     
  12. mimma

    mimma Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Almeno al nord qualcosa si muove a sentire voi ma al sud la situazione è critica le banche anno alzato gli spreed all'inverosimile e con la situazione lavorativa propria del sud i redditi sono per la maggiore incapienti per qualsiasi importo raggionevole, si parla di unità d'italia qui noi non abbiamo realtà industriali non ci sono realtà lavorative continuative qui il futuro non lo immagino
     
  13. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    Da quando esiste l'uomo sulla terra, il mercato è fatto da domanda e offerta, per qualunque prodotto.
    Per un paio di Nike, che costano in produzione 2 dollari, in India o Cina, la gente è disposta a pagare 180 euro (al cambio attuale, diciamo 100 volte di più). L'esempio è banale, e ovviamente la cifra non è comparabile con quella di un appartamento, ma non dimentichiamoci che solo fino ad un paio di anni fa le persone facevano follie per comprare anche immobili mediocri, perché (quasi per moda) tutti ritenevano importante comprare casa. La domanda oggi ci sarebbe anche, in effetti, ma se non puoi accendere un mutuo, se c'è l'incertezza del posto di lavoro, e compagnia bella, come fai?

    Comunque, i prezzi gioco forza scenderanno, e anche di brutto. Ovviamente solo dove c'è poca richiesta (zone semicentrali, periferie, piccoli paesi, o immobili vecchi), perché dubito che in centro a Roma, ad esempio, o a piazza San Marco Venezia, ci sarà mai crisi. Tempo al tempo.
     
    A skywalker piace questo elemento.
  14. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    ho letto, ho letto..........io non do' la colpa solo al venditore, ci mancherebbe, dal momento che sono venditore pure io.
    io dico che non e' possibile che ci siano certi prezzi in giro. Molti mi sembrano pazzi.
    l'unica cosa che veramente io capisco e' che se i prezzi non scendono tutti anche il venditore piu' comprensivo si trova con le spalle al muro.
    se io devo vendere per ricomprare come faccio a far scendere il prezzo se quello da cui vado a comprare
    non ci pensa nemmeno a scendere il suo di prezzo di vendita ?
    ed ecco la stagnazione delle compravendite.
    ps. non parliamo poi di Milano.
     
  15. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ccc...ma hai letto le statistiche banch'italia? oltre il 50% hanno chiuso a prezzi inferiori del 20%...quindi esiste una contrazione reali dei prezzi nell'ultimo anno, se poi prendi il riferimento al 2008 e' ancora peggio/meglio ..vedi tu;)
     
    A skywalker piace questo elemento.
  16. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista

    non sono riuscito a leggere perche' il link era troppo piccolo, cmq ho capito......che i prezzi sono scesi del 20% ma e'
    troppo poco rispetto a quello che sono aumentati dal 2000 al 2007.
    un misero - 20%.
    che vuoi che sia.
    poi devi capire che io abito a Milano e qui i prezzi appena ti avvicini alle zone decenti sono inavvicinabili.
    poi certo, se vuoi comprare in zone periferiche densamente popolate da extracomunitari e stranieri ................qualcosa si trova ma piuttosto.....................me ne vado fuori da Milano. :sorrisone:
     
  17. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    il 20% e' su base annua...non continuare a far finta di leggere quel che vuoi;)
    consiglio tecnico...se fai ctrl insieme al + le immagini si allargano;)
     
  18. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    barzellette..............vieni a milano e poi mi dici se i prezzi sono scesi quest'anno del 20% annuo.
    grazie per il consiglio tecnico. :sorrisone:
     
  19. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Anche alcuni miei clienti mi rinfacciano la medesima osservazione, ma il loro convincimento è dato dai prezzi che vedono in vetrina.. Le stesse vecchie vetrine ammuffite piene di oggetti invendibili a prezzi assurdi.

    I prezzi reali di compravendita in realtime li conosci se hai la possibilità di parlare con i notai che sono a conoscenza delle trattative concluse e non quelle stagnanti nei cartelloni.

    Se siano occasioni, ribassi o giuste valutazioni poco importa, raramente tutte queste le vedrete nei portali od in giornaletti, sono tutte figlie di trattative senza clamore.
     
    A gcaval piace questo elemento.
  20. immpittaro

    immpittaro Ospite

    Vedo che nostante i prezzi siano scesi del 20 % e più le compravendite sono in continua contrazione e questo conferma che devono salire i redditi ,il lavoro, i mutui e l'ottimismo ed allora si starà meglio....ma mi sembra presto.
    Ribadisco che se i prezzi scendono ancora , bene......ma fino ad un certo punto altrimenti si passa a prezzi da economia povera che da soli testimoniano solo la difficoltà di un paese e non creano ne ricchezza ne compravendite.
    Sono cmq convinto che uno dei motivi della stagnazione sia quello di avere prezzi da paese evoluto-ricco e per certi versi invece la situazione dei redditi-servizi-solidità-credibilità ed altro non sia proprio da paese evoluto, soprattutto in certe zone d'Italia.
     
    A leonard piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina