1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fabripec

    fabripec Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti, vengo ai fatti.
    Il 21 luglio 2011 abbiamo (io e la mia compagna) firmato un preliminare di compravendita di un appartamento condominiale sito in Roma fissando la data del rogito notarile al 15 novembre.
    Dovendo accendere un mutuo ci siamo rivolti a vari istituti e abbiamo iniziato la pratica con una banca che ha valutato positivamente sia l'analisi reddituale, che la perizia dell'appartamento. Ad oggi la banca è in attesa della relazione preliminare notarile da parte del notaio da noi scelto.
    Dall'altra parte il notaio ha iniziato (i primi di settembre) a valutare la documentazione, richiedendo all'agenzia immobiliare e all'amministratore di condominio, i documenti a lui necessari per procedere con l'atto stesso.
    Ad oggi i documenti non sono pervenuti in toto al notaio che quindi non può né inviare la relazione alla banca né fissare la data del rogito. Io e la mia compagna abbiamo già intimato con una lettera di diffida all'amministratore e per conoscenza all'agenzia di reperire al più presto (18 ottobre) tali documenti. A questa faremo seguire, presumibilmente in questi giorni, una lettera inviata da un avvocato.
    Visto che i tempi sono molto stretti vi scrivo per chiedervi due domande: 1) posso chiedere un risarcimento danni nel caso in cui il rogito superi il 15 novembre? Considerando che la banca alzerà lo spread in caso di posticipo dell'atto? 2) Ci sono dei termini di tempo che il proprietario dell'appartamento deve rispettare per inviare la documentazione al notaio? Ovvero, cosa succederebbe se l'amministratore fornisse tutti i documenti il 14 novembre e, dunque, il notaio dovesse posticipare la data del rogito? Di chi sarebbe la responsabilità?
    Spero di essere stato chiaro e vi ringrazio in anticipo per le vostre risposte.
    Saluti,
    Fabrizio.
     
  2. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Se i documenti richiesti sono relativi all'imm. l'inadempiente è l'attuale propietario quindi se l'atto non si può fare puoi richiedere il doppio della caparra confirmatoria o i danni .
    Se tu volessi comunque comprare oltre la data stabilita puoi chiedere i danni ,ma questa e materia per avv.e ti sconsiglio visti i tempi della gistizia italiana.
    Dopo la diffida del tuo avv. vedrai che i documenti usciranno fuori ,se ci sono.


    Ciao bubù
     
  3. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao, la tua situazione è abbastanza nella norma, qualche ritardo penso non sia la fine del mondo, rinunciare all'acquisto di un immobile SOLO perchè slitta la data del rogito mi sembra una esagerazione o poca convinzione dell'acquisto effettuato:shock:
     
    A civicoseimmobiliare piace questo elemento.
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sono d'accordo con Manzoni.

    Mi sembra veramente esagerato parlare di rinuncia o richiesta di danni per così poco. Bisogna sempre pensare che se si va in causa, si è poi soggetti al giudizio di un giudice, che potrebbe valutare diversamente quelli che per te sono gravi motivi....

    L'importante è che non ci siano problemi ditero questo ritardo.

    Magari stai dietro all'amministratore perchè si velocizzi.

    Silvana
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina