1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. chanelle

    chanelle Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ciao a tutti vorrei sapere se è possibile stipulare un contratto di locazione ad uso abitativo di durata inferiore a 4 anni e se si con che modalità???grazie in anticipo per la risposta
     
  2. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    <<il contratto "a canone concordato" con il corrispettivo stabilito in accordi territoriali con una durata della locazione è di 3 anni più 2>>

    <<contratto di locazione di natura transitoria per le esigenze abitativi degli studenti universitari con una durata minima di mesi 6 e quella massima é di mesi 36>>

    << locazione abitativa di natura transitoria con una durata minima è di mesi 1 e quella massima è di mesi 18>>
     
  3. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    :ok::ok::ok:
     
  4. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' possibile come posta i collega troise, ma i canoni d'affitto sono predefiniti e non a contrattazione libera. :stretta_di_mano:
     
  5. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Giusta precisazione.
    ...e aggiungo: la transitorietà va provata e documentata sul contratto, ossia non dev'essere fittizia per poter "scansare" il contratto lungo, altrimenti si corre il rischio che - in caso di vertenza - il giudice riconduca tutto al 4+4.
    Saluti
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  6. james3

    james3 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    aggiungo che qualora si volesse stipulare un contratto a canone concordato 3+2, è possibile sul sito del Sunia S.u.n.i.a. - Home Page - trovare gli accordi territoriali per quantificare in che fascia può essere collocato il canone di locazione, oltretutto bisogna tener presente che nei centri cittadini ad alta densità abitativa è possibile, stipulando tali contratti, beneficiare di una deduzione fiscale IRPEF sul reddito derivante dal canone del 30% pertanto vi è convenienza sia da parte del locatore che del conduttore
     
  7. annaira1

    annaira1 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    i contratti di locazione patti in deroga sono solo 4 anni +4 in automatico se previsto dal contratto esiste un altro tipo di contratto ed 3+2 ma questo deve essere sottoscritto anche dai rappresentanti di categoria ovvero sunia e sindacato piccoli proprietari
     
    A Patrizia Sgarra piace questo elemento.
  8. james3

    james3 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    la partecipazione del Sunia o del sindacato piccoli proprietari è facoltativa
     
    A Limpida piace questo elemento.
  9. robi

    robi Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Sono d'accordissimo su tutto. Ma ora pongo un altro quesito, sempre in argomento. Dal momento che nella testa di tanti proprietari c'è il termine "foresteria" che come sappiamo non esiste più, ho approfondito l'argomento più volte e la conclusione è sempre la stessa. Sarebbe possibile fare un vero contratto di Foresteria, ma questo è regolamentato solo dal C.C. e non dalla Legge 431. Mi si dice anche che non ci sono ancora diverse sentenze della Cassazione in merito e quindi non è comunque opportuno consigliarlo ai nostri Clienti proprietari. Eppure tante Società, vedi ENI, lo pretendono. Cosa ne dite?
    Grazie. Robi
     
  10. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Queste società, banche comprese, di solito si intestano il contratto di affitto e poi mettono a disposizione l'immobile ai loro dipendenti trasfertisti o similari.
    Nel contratto specificano al proprietario questo deteminato uso cui destineranno l'immobile.
     
  11. robi

    robi Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    E' vero. Ma ciò non toglie che vorrebbero che il loro contratto non soggiacesse alla 431, bensì al C.C. Essendo di solito ottimi Conduttori, il problema si pone. Permetterglielo o non accettarli come Conduttori?
     
  12. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Giustissimo ma io so che se un proprietario accetta nel contratto di affitto 4+4 la clausola di revoca anticipata da parte del conduttore in qualsiasi momento anche senza i gravi motivi, il contratto e' valido.
    E' vero???
    Grazie.
     
  13. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si, è vero.
     
    A acquirente piace questo elemento.
  14. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    In quanto vige la norma che tutto ciò che va a pro del conduttore (qui visto come la parte debole :^^: :^^: :^^:) è sempre derogabile.
     
    A acquirente piace questo elemento.
  15. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si è vero e deve essere accettata anche espressamente.
     
    A acquirente piace questo elemento.
  16. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    grazie per le risposte..................mi piace questo forum proprio per questo, perche' toglie i dubbi agli utenti.

    :D:D:D:D
     
  17. james3

    james3 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    potrei gentilmente avere qualche riferimento in merito alla norma che dice che tutte le variazione a favore del conduttore sono ammissibili??
     
  18. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ti puoi spiegare meglio?
     
  19. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    probabilmente vuole sapere quali sono i codici civili che dicono che il legislatore e' sempre dalla parte del conduttore in caso di migliorie a favore.
    piacerebbe conoscerli anch'io.
    grazie.
     
  20. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non esistono norme o articoli del codice civile che avvantaggiano il conduttore.
    Enrikon ha detto "In quanto vige la norma che tutto ciò che va a pro del conduttore (qui visto come la parte debole) è sempre derogabile."
    Le deroghe "richieste" e "non imposte" dal conduttore, salvo che non siano contro legge, se sono accettate dal locatore sono valide.
    Capita anche che molte deroghe vengono dettate dal locatore ed il conduttore, nel rispetto della legge, le accetta.
    Si dice che il conduttore abbia il legislatore a favore.
    E solo un "si dice".
    Lo spunto, mi sembra, sia nato dal fatto che il conduttore abbia fatto inserire la clausola dell'anticipata risoluzione del contratto rispetto alla scadenza naturale.
    Rientra nella normalità.
    E' previsto anche negli affitti commerciali (6+6 o 9+9).
    Il primo comma dell'art. 27 della L. 27 luglio 1978, n. 392 recita che la durata delle locazioni deve essere di 6+6 o 9+9.
    Il settimo comma dello stesso articolo prevede che: "è in facoltà delle parti consentire contrattualmente che il conduttore possa recedere in qualsiasi momento dal contratto dandone avviso al locatore almeno seimesi prima della data in cui il recesso deve avere esecuzione".
    Ed anche sui sei mesi si può aprire un dibattito.
    Nulla vieta di accordarsi sui due, tre o quattro mesi prima.
    Come vedi sono valide tutte le clausole sottoscritte ed aggiungo espressamente accettate, da una parte o dall'altra.
     
    A enrikon e acquirente piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina