• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
sono pochi ma mi sa tanto che di tuo pugno ne hai fatti zero........hai solo firmato e timbrato.
perchè se ne avessi fatto qualcuno di tuo pugno sapresti che sul DWG/DXF sei tu che indichi il piano
 

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
vabbè che fa caldo,
ma queste sono illazioni che ti potresti risparmiare

Io non faccio fare docfa quando non servono solo perchè ci guadagno, cerco di consigliare i miei clienti per il meglio anche per la piccola burocrazia come questa

e poi, anche volendo speculare sull'ignoranza delle persone, non lo potrei fare visto che la pratica non sarebbe accettata

La nota della Direzione Centrale n. 55038 del 12/03/2018, dispone che in assenza di variazioni oggettive la correzione degli indirizzi nella banca dati catastale venga effettuata con istanza in carta semplice o con richiesta al Contact Center

e di conseguenza, in data 22.03.2018 l'Agenzia delle Entrate ha reso disponibile una nuova versione del software Docfa. La novità della nuova procedura riguarda l'eliminazione della causale "Variazione Toponomastica"
"... nell’ottica di una maggiore semplificazione per i cittadini, si ritiene opportuno innovare le procedure amministrative previste per la correzione degli indirizzi nella banca dati catastale.
In particolare, a partire dalla data della presente nota, la correzione degli indirizzi nella banca dati catastale è effettuata sulla base delle seguenti modalità:
  1. presentazione di un’istanza in carta semplicealla Direzione Provinciale/Ufficio Provinciale -Territorio;
  2. richiesta al contact center con modalità telematica.
Ne consegue che la richiesta della modifica degli indirizzi con la procedura Docfa, prevista in precedenza, potrà essere inoltrata all’Ufficio solo contestualmente alla presentazione di una variazione catastale di cui all’art. 20 del Regio Decreto Legge 13 aprile 1939, n. 6521
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
indubbiamente è un errore
Cito giusto il primo intervento: per me non è un errore, nel senso che catastalmente il tecnico ha seguito le regole e ha accatastato tutti i piani come ho già scritto. Quello che per i comuni mortali è un piano terra-rialzato, per il catasto è piano terra e piano primo.... se vai a variare il piano di un immobile ti tocca cambiarli tutti dato che altrimenti avresti due piani primi.

Segui quanto già detto anche da @Bagudi e verifica prima col notaio, dato che presumo sia un caso classico di doppia denominazione (piano primo nel rogito e piano secondo al catasto).
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
ma queste sono illazioni che ti potresti risparmiare
non era mia intenzione fare illazioni, ne attivare tua "Suscettibilità"
è stata un ironia forse venuta male per assenza di faccine sorridenti.

la correzione di indirizzi o anche se fosse il codice fiscale (come spesso capita) potrà avvenire nei modi che indichi, e che conosciamo.
ma questa correzione ha effetto sulla visura che da li a dopo riporterà il dato corretto.

ma considerato che l'errore insiste anche sulla scheda planimetrica che include l'elaborato tecnico rasterizzato (sezione planimetrica) con relative scritte, la correzione in quella sede non sarò efficace.
Fatto salvo che comunicato l'errore, un tecnico o operatore di AdE andrà ad operare e quindi correggere anche la scritta sulla rasterizzazione della sezione planimetrica.
Ma questa è una supposizione.

Quindi nella impossibilità di correggere la rasterizzazione della scheda planimetrica, la sola opzione possibile è la presentazione di un DOCFA.
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
se vai a variare il piano di un immobile ti tocca cambiarli tutti dato che altrimenti avresti due piani primi.
Si, anche questo è vero.
> facendo un esempio, se supponiamo che i piani sono: terra, primo, secondo.
in fase di accatasta dei piano primo lo indichi come piano secondo (i restanti piani sono indicati correttamente) .......poi, la correzione la fai li, e solamente li.
Ristabilendo l'ordine delle cose.
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Ristabilendo l'ordine delle cose.
Non sono un tecnico, quindi affermo, in punta di piedi, che in migliaia di appartamenti visti in 40 anni di lavoro, non ho mai visto citato un piano rialzato come tale e questo non ha mai portato problemi, per cui non vedo perchè andare a smuovere l'universo...
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
Indicare piano terra invece di piano rialzato cambia veramente poco.

Ma se possiedi un piano primo e sul rogito è indicato "posto al piano primo" >>>
ma l'accatastamento invece indica Piano secondo: sia nella visura e sia sulla scheda planimetrica.
E supponendo che sopra a te vi è un piano secondo che però è di proprietà di "Tizio" .......allora qualcuno potrebbe anche avere qualcosa da ridire, in modo particolare se vuoi vendere quel Piano Primo che invece in catasto è indicato come Piano secondo.

PS:
forse si è data un impressione non proprio voluta, ma nessuno vuol convincere di andare a smuovere l'universo...
in precedenza vi è stata una sorta di chiarificazione, "confronto" tra tecnici e credo che non sia risultata comprensiva agli altri.
un accatastamento si compone di 2 parti:
> una prima parte dichiarativa e descrittiva dell'immobile, compilando dei moduli che il software propone, tale parte comprende anche gli estremi del o dei proprietari
> una seconda parte che comprende l'elaborato tecnico dell'immobile, quello che comunemente si chiama planimetria catastale che non è altro che un immagine rasterizzatà della sezione planimetria.

in caso di errori, l'operatore di AdE potrà intervenire per correggere gli errori presenti nella prima parte: codice fiscale o altro > e questo avrà effetti solo sulla visura.
di contro per correggere la seconda parte, che contempla la sezione planimetrica dell'immobile, che sia solo per cambiare una scritta l'operatore non potra intervenire.

quindi si avrebbe il risultato che la visura risulterebbe corretta, mentre la planimetria riporterà ancora l'errore.
ne consegue che per ovviare si dovrà ripresentare una nuova planimetria, corretta, ergo fare un DOCFA.
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
vedo che o non comprendo oppure fai finta di non comprendere.

se io dovessi acquistare quel Piano primo ..........PRETENDEREI che la correzione fosse posta in essere.
Poi se trovi acquirente che vuole tutto come sta ......bheee tanto meglio !!!!!!

senza dimenticare che potresti anche trovare un notaio, giustamente pignolo, che ti dice che l'errore NON rende conforme catasto con stato di fatto !!!!!
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Non sono d'accordo.
E' pieno di accatstamenti similari, dove c'è un piano rialzato, e nessuno ha mai obiettato.
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
il piano di sotto è il piano terra
il piano sopra al P. Terra è il piano primo e non il piano secondo !!!!
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Se il piano rialzato è stato chiamato primo, è ovvio che il piano sopra sarà il secondo...

Come nella casa dei miei genitori.
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
che lo chiami Piano primo è una tua libera scelta .......e con questo non si intende che sia corretto.
A maggior ragione se sul rogito è indicato altro.

dal Modello D > Unità immobiliari (inutile che ti dico di che programma si tratta)
1563468022119.png

1563468045470.png

1563468069629.png
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Ti ho già spiegato come sono stati suddivisi i piani, altro sarebbe solo ripetitivo e inutile.
 

Manovale

Membro Attivo
Professionista
  • Sulla planimetria c'è scritto 2° Piano interno 4
  • Sulla Visura: piano: 2-S1
  • Sugli atti di successione viene sempre riportato 1° piano
Quindi i dati riportati sulla planimetria e sulla visura non sono coerenti
Il contact-center può corregge la discrepanza in visura ma non sulla planimetria, il casino aumenta
Anche se rifai il DOCFA con qualche motivazione " correzione d' errore materiale "" ecc perdi l' eventuale "validazione della rendita" può essere pericoloso
L' errore non influisce sui parametri, sulla superficie, sulla rendita ecc.. ecc.. per cui fiscalmente irrilevante.
Conviene che il Notaio rilevi la differenza spiegando che ......
Poi se del caso si rifa la planimetria
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Recesso contratto di mediazione
Salve si può recedere da un contratto di mediazione della durata di un anno, ma in 8 mesi neanche l'ombra di un appuntamento?
Balian ha scritto sul profilo di Andrea Gurieri.
ti lascio il mio num se ti servono info su come fare socio di capitale in una immobiliare +39 3348484943 ( contattami prima su WA gentilmente che ho un fuso orario -6 sono in canada )
Alto